NEWS

Nissan X-Trail: svelato lo stile

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 03 aprile 2020

Attesa entro fine 2020, la quarta generazione della suv giapponese ha una carrozzeria con tratti più scolpiti. Sarà anche ibrida.

Nissan X-Trail: svelato lo stile

MANCA POCO - Svelata nel 2013, la terza generazione della suv media Nissan X-Trail dovrebbe uscire di scena entro fine anno e far spazio al nuovo modello, già fotografato mentre effettua test di sviluppo su strada (qui la news). Sempre disponibile con 5 o 7 posti, la nuova Nissan X-Trail avrà dimensioni simili alle rivali Renault Koleos e Skoda Kodiaq, ma a distinguerla sarà la carrozzeria dai tratti più tesi e scolpiti: lo si nota dalle immagini depositate presso l’ufficio brevetti brasiliano, poi trapelate online.

LINEE TESE - La Nissan X-Trail continuerà ad avere un’ampia mascherina a forma di V, resa più massiccia dalla spessa cornice cromata, ma a dare più carattere alla parte anteriore contribuiranno le aperture ai lati del fascione e le sottili luci di posizione a led, montate sotto i più rastremati fari principali. L’aspetto del frontale sarà molto simile alla recente Nissan Juke. Anche il portellone appare più scolpito del modello in via di “pensionamento”, complici le inedite scalfature ed i fari (sempre a sviluppo orizzontale) più assottigliati. 

ANCHE IBRIDA - Stando alle indiscrezioni, la nuova Nissan X-Trail dovrebbe adottare un’evoluzione del pianale odierno, il CMF-C/D dell’Alleanza Renault Nissan Mitsubishi, con i recenti motori turbo benzina 1.3 e diesel 1.7. La novità è il sistema ibrido: potrebbe essere lo stesso atteso per la Renault Megane, dunque con batterie ricaricabili dall’esterno.





Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
4 aprile 2020 - 09:21
Poi dai remor la 3000GT è forse l'esempio di bruttezza più brutto che si può vedere, le 300ZX si belle ma vuoi mettere Pinin o Giugiaro o le nostre sportive, l'unica davvero bella, capolavoro fu la Datsun 240Z 1970 ed era di Albrecht Von Goertz proprio di nipponico purosangue, va be sono delle sportive ma se guardi il design italiano vedi disegni belli fin dall'inizio ancge per un'utilitaria, sinceramente una semplice Uno di Giugiaro o anche la Panda o Punto sotterra tutto questo design straniero di supercar che magari erano tecnicamente eccezionali, ora invece siamo lì lì.
Ritratto di remor
4 aprile 2020 - 09:50
Io veramente a volte non so.... Dover mettere a corrente di scenari e situazioni che dovrebbero essere pane quotidiano per chi pratica in zona... La Micra e la Yaris anni 90 sono ancora oggi gradevolissime esteticamente, semplici citycar (che se dovessi leggere più bella la coeva Punto o Polo, davvero mi ritiro in clausura automobilistica). Ugualmente gradevolissime le Civic di quegli anni, un'utilitaria. Jimny = mito intramontabile (costo quanto una Panda 4x4). Miata idem, praticamente un'auto che si comprava al prezzo di una Golf Gtd. LA già fra l'altro citata S2000 stupenda (l'equivalente economico di una TT base). E mi fermo qui. Dove starebbe quindi questa eccellenza estetica nipponica di fine millennio riservata univocamente alle supersportive. Bah...
Ritratto di Giuliopedrali
4 aprile 2020 - 09:57
Si bellissime auto certo anche quelle giapponesi, tra l'altro sono un appassionato di stile giap anni 60 70 però il contributo italiano fu fondamentale, la Yaris era di un designer greco comunque.
Ritratto di Hypercar_
3 aprile 2020 - 19:59
Un carspotter che seguo su Instagram ne ha viste alcune camuffate a Las Vegas. Il debutto dovrebbe essere vicino. Non è ancora tempo di giudicare, ma mi sembra pesantuccia, a differenza di quella attuale che è gradevole
Ritratto di Giuliopedrali
3 aprile 2020 - 22:04
Sembra la riproposizione del modello primi anni 2000 molto riuscito e ancora venduto fino a poco tempo fa in Cina dove ne vedi tante, auto iconica o quasi, hanno fatto bene anche se per noi non è tanto accativante, poi non conta la Cina...
Ritratto di CR1
4 aprile 2020 - 07:39
mai visto una foto di un disegno più brutto di questo , e si son pure dimenticati gli specchi laterali ? o avranno tutte le versioni retrocamere laterali??????
Ritratto di Hypercar_
4 aprile 2020 - 17:28
Spesso in queste anticipazioni che sono ancora modelli a computer, tralasciano gli specchi. Però ti do ragione, è bruttissima
Ritratto di Giuliopedrali
4 aprile 2020 - 09:34
remor la vera differenza tra il design italiano e quello di paesi emergenti o insomma tutto il resto, non è perchè noi disegnamo le Ferrari, le Lambo o le Alfa Romeo, anche, ma è soprattutto proprio nel gusto innato di un paese, Cioè se prendiamo una vecchia triste berlina una Hyundai Lantra / Sonata o una Fiat Regata / Tempra /Marea, che alla fine sono abbastanza confrontabili, cioè si più pulite le italiane però insomma tutte abbastanza mediocri come le coreane, però se guardi i disegni di come sono state concepite, i disegni italiani : Giugiaro, Centro stile Fiat, Studio IDEA, sembrano fatti da gente che fin da subito ha molto più gusto del designer coreano che sembra un ragazzino volonteroso ma niente più, c'è una pulizia, un layout una maestria anche su progetti di marketing come questi che agli altri manca.
Ritratto di remor
4 aprile 2020 - 10:06
Chiedo scusa ma mi sembra sia in atto un tentativo di capovolgimento di frittata. Questa infatti sarebbe la mia di tesi, ossia che se ad esempio Giulia (oltre che per le rinomate doti stradali) riceve un sacco di awards(*) per la propria estetica, mentre ad oggi ciò non avviene per alcuna Coreana né tantomeno Cinese o Vietnamita; beh è proprio in virtù di quanto hai appena scritto: non ci si inventa il (buon)gusto in un settore da un momento all'altro (e magari nemmeno si ha la vocazione per prima o poi riuscirci). Quindi il problema è per chi eventualmente dovesse mai asserire Giulia scontata/banale/designdefunto, meglio l'attuale design Cinese (piuttosto che Coreano o Vietnamita)
Ritratto di remor
4 aprile 2020 - 10:10
* E i premi all'estetica non li attribuisce il singolo utente di forum auto in base ai propri gusti e più o meno convinzioni. Ma vi sono apposite e qualificate giurie, piuttosto che (quando ad esempio proposte dalle riviste di settore) sondaggi su larga scala. Cioè tratrasi del bello "oggettivo"
Pagine