Le novità Lancia al Salone di Francoforte

02 settembre 2013

Modello 2014 per la Delta e nuova Voyager S sono le proposte principali della Lancia per la rassegna tedesca.

Le novità Lancia al Salone di Francoforte
MODELLI NOTI - Sono la nuova versione S della Voyager e la Delta model year 2014 le novità annunciate dalla Lancia per il suo stand al salone di Francoforte. Uno spazio a parte sarà poi riservato alla Lancia Ypsilon, per illustrare il suo approccio di modello di city car tutto giocato sul suo tono chic, e negli allestimenti già noti Elefantino e Momodesign S (qui per saperne di più). La nuova Lancia Voyager S sarà in vendita dal prossimo gennaio in tutti i mercati europei nelle versioni Silver, S e Platinum, con possibilità di scelta tra due motori: il turbodiesel 2.8 da 178 CV e il V6 3.6 a benzina Chrysler-Pentastar da 283 CV. La nuova Lancia Voyager S si riconosce dalla calandra che abbina parti cromate e parti in tinta nero lucido, oltre che per i cerchi in lega da 17" di nuova foggia. Nell’abitacolo vi sono rivestimenti inediti in tessuto e pelle nera.
 
BAGAGLI A SCOMPARSA - Ricca è la dotazione, comprendente cerchi in lega da 17", barre portatutto, sedili anteriori e posteriori rivestiti in pelle di alta qualità. Ma certamente l’elemento più notevole dell’abitacolo della Lancia Voyager S è il bagagliaio con il sistema Stow'n Go, di serie su tutta la gamma. Grazie alla struttura con cui è realizzato l’interno della vettura, sotto ai sedili della seconda e terza fila è stato ricavato un abbondante spazio per i bagagli. Il risultato è che il volume di carico massimo arriva a ben 4.100 litri. Per la versione top, la Platinum, è poi prevista del dispositivo che consente di abbattere tramite comando elettrico gli schienali dei sedili della terza fila. 
 
Nelle foto sopra la Lancia Delta 2014.
 
L’ASSISTENZA ELETTRONICA - L’equipaggiamento della Lancia Voyager S non trascura comunque il versante dei sistemi di assistenza alla guida e di sicurezza. La nuova Lancia Voyager S dispone del sistema di controllo della stabilità Esc, sei airbag, Cruise control, Blind spot e Cross Path detection e protezione attiva pedoni. E di serie è il dispositivo (Trailer Sway Damping) che gestisce la marcia dell’eventuale rimorchio, smorzando le eventuale insorgenza di sbandate. 
 
PEDALI REGOLABILI - Quanto al comfort di guida si può segnalare la regolazione elettrica della pedaliera e dei sedili, così da avere sempre la posizione di guida più agevole. Non manca una aggiornata dotazione di dispositivi per la connessione, ovviamente con il navigatore e il sistema di assistenza per i parcheggi.
 
 
INTERVENTI DI COLORE PER IL 2014 - Altra novità annunciata dalla Lancia per Francoforte è la Lancia Delta modello 2014, in vendita dal gennaio prossimo. Secondo la descrizione diffusa dalla Lancia, la Delta per il prossimo anno si distingue per le “minigonne e i paraurti verniciati nella stessa tinta della carrozzeria, oltre al doppio terminale di scarico cromato”. All'interno alcuni elementi sulla console centrale sono verniciati in nero lucido mentre altri sono in nero opaco.
 
TRE MOTORI  - La gamma della Lancia Delta 2014 varierà da paese a paese, ma la produzione prevede quattro versioni: Steel, Silver, Gold e la serie speciale “S by Momodesign”. I motori disponibili sono tre: 1.6 Multijet da 105 e 120 CV e 1.4 Turbo-Jet Gpl da 120 CV. Il cambio è manuale a 6 marce. Ai fini della sicurezza di guida, la Lancia per la Delta 2014 propone il sistema Absolute Handling System, che è una evoluzione dell'Esp per il controllo della vettura e della stabilità. Per il comfort di guida c’è invece il sistema di parcheggio semi-assistito Magic Parking che individua gli spazi adatti a parcheggiare l’auto e imposta la relativa manovra. 
 
La Lancia Voyager S.
 
ANCHE A GPL - Sul versante delle proposte “double face” (rispettose dell’ambiente ed economicamente convenienti) a Francoforte è prevista anche l’esposizione della Lancia Delta esposta a Ecochic Turbo Gpl, con motore bi-fuel 1.4 Turbo da 120 CV, con velocità massima di 195 km/h e accelerazione da 0 a 100 km/h in 9,8 secondi.
Lancia Delta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
84
59
36
29
35
VOTO MEDIO
3,5
3.52675
243


Aggiungi un commento
Ritratto di maparu
3 settembre 2013 - 23:28
Quante inesattezze....... è giusto che continui a guidarti la tua Golf da autista della domenica. Buon lavoro
Ritratto di Gino2010
4 settembre 2013 - 14:19
sulle prestazioni?vuoi forse dire che quest'auto è performante rispetto a quanto beve?ti ricordo che si tratta di una vecchia crhysler ricarrozzata.
Ritratto di maparu
2 settembre 2013 - 21:23
........Lancia rientra in piani più lunghi per Fiat Group; Alfa e Maserati nella prima fase di crescita e Chrysler come partner Lancia per tamponare la fase di transizione. Cose già risapute, quindi inutili e superflui i vari commenti disfascisti e apocalittici.....
Ritratto di Gordo88
3 settembre 2013 - 00:00
Ma tu ci credi veramente ai piani di Marchionne?? Solo a guardare cosa stanno combinando con la nuova Giulia che doveva uscire quest anno mi venono i brividi ( forse si vedrà nel 2015, forse)
Ritratto di lucios
3 settembre 2013 - 09:53
4
.....di avere sul mercato un'auto già vecchia.
Ritratto di Gino2010
3 settembre 2013 - 12:58
saremmo tutti morti.Nel piani più lunghi per fiat group di lancia c'è solo il funerale.
Ritratto di Tecnofolle88
3 settembre 2013 - 19:05
Lasciamo stare Keynes,per carità...Se il nostro Paese versa in queste condizioni disperate,è perchè i nostri politici in tutti questi decenni hanno preso fin troppo alla parola il signor Keynes
Ritratto di Gino2010
4 settembre 2013 - 14:21
abbiano preso troppo alla lettera la favola di alì babà ed i 40 ladroni,solo che da noi i ladroni non sono 40 ma molti di più.
Ritratto di Gordo88
2 settembre 2013 - 23:57
A malincuore dico che sono le ultime battute di un glorioso marchio italiano, sta diventando sempre più una chrysler rimarchiata e queste "novità" a Francoforte lo confermano
Ritratto di MatteFonta92
2 settembre 2013 - 23:57
3
La Ypsilon e la Delta ancora ancora ci possono stare come auto, almeno sono prodotti validi, anche se un po' cari. Ma il ricarrozzamento dei modelli Chrysler ha dato proprio il colpo di grazia a questo marchio già di per sé agonizzante.
Pagine