Nuove versioni per Fiat Panda e 500

02 settembre 2013

A Francoforte la Fiat porta alcuni nuovi allestimenti della Panda e delle 500 e 500L. Diverse novità in tema di motori.

Nuove versioni per Fiat Panda e 500
CONTRASTI IN MOSTRA - Sempre di più la proposta della Fiat è incentrata sui due modi di intendere l’auto di piccole dimensioni: da una parte la funzionalità della gamma Fiat Panda, dall’altra la dimensione emozionale della famiglia Fiat 500. A questo concetto di fondo è ispirato lo stand che la Fiat ha preparato per il salone di Francoforte, tutto giocato sui dualismi: bianco e rosso, quadrato e cerchio, logica e magia, ragione ed emozione. Tutto ciò a dimostrare che lo stesso marchio può avere contenere diverse personalità. Protagoniste su questo palcoscenico ideato per affermare la poliedricità dell’identità del marchio Fiat, saranno una serie di novità riguardanti i due modelli Fiat Panda e Fiat 500, oltre a una nuova versione super equipaggiata della Freemont.
 

Nelle foto sopra la Panda 4x4 Antartica.
 
VERSATILE SGARGIANTE - La Fiat Panda sarà proposta nella edizione limitata 4x4 Antartica, che vuole festeggiare i 30 anni della versione a trazione integrale del modello Panda (oltre 400 mila esemplari venduti). Esternamente la Panda Antartica si farà riconoscere per la carrozzeria a due colori, bianca con tetto nero. I cerchi sono in lega da 15 pollici (con gomme Winter 175/65 R15 84T M+S) in cui spicca il coprimozzo color arancione, lo stesso colore degli specchietti retrovisori. Come contenuti la Fiat Panda Antartica è realizzata sulla base della Panda 4x4 Rock. Due le proposte di motore: il bicilindrico 900 cc TwinAir turbocompresso da 85 CV, e il diesel 1.3 Multijet II da 75 CV. Il cambio è a 6 marce. Per entrambi i motori è previsto il dispositivo Start&Stop. 
 
ELETTRONICA DI SERVIZIO - Per quanto concerne il sistema di trasmissione, oltre che del sistema "torque on demand" che gestisce automaticamente la distribuzione della coppia sui due assi, la Fiat Panda 4x4 Antartica è dotata di serie del controllo elettronico della stabilità in cui è integrato il dispositivo elettronico che simula il differenziale autobloccante, utile nelle partenze sui fondi a scarsa aderenza.
 
La Fiat 500 GQ.
 
500 MODAIOLA - Per la gamma della Fiat 500 il salone di Francoforte vedrà il debutto di una nuova serie speciale: la Fiat 500 GQ, frutto della collaborazione con il periodico Gentlemen Quaterly, palestra delle tendenze di moda. Per il motore la 500 GQ permette la scelta tra quattro unità, tre a benzina - l’1.2 da  69 CV, lo 0.9 TwinAir da 85CV e il 1.4 100 CV - e un turbodiesel, l’1.3 Multijet da 95 CV, tutti abbinati a cambio manuale. Annunciato a breve l’arrivo del nuovo 0.9 TwinAir da 105 CV. 
 
0.9 DA 105 CV PER LA 500 - Oltre alla GQ a Francoforte ci saranno le 500 con i alcuni motori finora non disponibili per il modello. Anzitutto per la 500 berlina ci sarà il bicilindrico 900 cc Twin Air da 105 CV, che spinge la vettura sino a 188 km/h, con scatto 0-100 km/h in 10 secondi. Il consumo medio di omologazione è di 4,2 l/100 km, ossia una percorrenza di 23,8 km/litro. Le emissioni di CO2 sono di 99 g/km. 
 

La Fiat Freemont Black Code.
 
NUOVI MOTORI PER LA 500L - Altro ampliamento motoristico della gamma è quello relativo alla Fiat 500L, anche per gli allestimenti 500L Trekking e 500L Living. Le novità sono due: il 4 cilindri 1.6 Multijet II, con turbo a geometria variabile, e l’1.4 T-Jet, entrambi con potenza di 120 CV. Con essi la gamma della 500L amplia notevolmente il ventaglio di esigenze che è in grado di soddisfare. Le 500L con i due nuovi propulsori saranno disponibili nelle concessionarie già entro quest’anno.
 
FREEMONT PREMIUM - Al di fuori delle zone dedicate alle Fiat Panda e 500, lo stand Fiat di Francoforte avrà uno spazio riservato alla Fiat Freemont, esposta nella versione Black Code, con nuova griglia nella mascherina, cerchi da 19” e specchietti color nero lucido. Meccanicamente è proposta nelle due varianti a trazione anteriore o 4x4. Due i motori previsti: il turbodiesel 2.0 Multijet II da 170 CV (trazione anteriore e cambio manuale o 4x4 con cambio automatico) o il 3.6 litri a benzina da 280 CV, con trazione integrale e cambio automatica. L’equipaggiamento prevede di serie il climatizzatore automatico tri-zona, il cruise control, gli interni in pelle con sedili riscaldabili, i sensori di parcheggio posteriori, il navigatore satellitare con display touch screen da 8,4". La Fiat Freemont Black Code sarà in vendita nel primo trimestre del 2014. 


Aggiungi un commento
Ritratto di fabri99
3 settembre 2013 - 13:51
4
Beh, sono scelte di marketing, la 500 piace molto e così hanno deciso di spiccicarla su tutte le altre auto del gruppo.... Avrebbe pure senso, se non fosse che tutte le copie della 500 fossero degli obrobri, a partire dalla L... Se la Punto diventasse la 500 di segmento B, sarebbe davvero un orrore... Ciao!
Ritratto di MatteFonta92
3 settembre 2013 - 15:42
3
Beh, se ci pensi, la Fiat ha cercato una volta di "cinquecentizzare" un po' la punto, e ne è uscita la Punto Evo, che, come la 500, aveva quel "baffo" cromato vicino al marchio. Il risultato stilistico, però, non è stato granché, e la Fiat ha quindi fatto marcia indietro.
Ritratto di fabri99
3 settembre 2013 - 19:26
4
Mah, non è che si fossero impegnati molto con la Evo, grazie a Dio sono tornati indietro e hanno fatto la più gradevole 2012, la mia 2012... ;) Sinceramente, comunque, spero che la nuova Punto sia tutta un'altra cosa: abbandoni la filosofia più piacevole della Grande Punto e torni un po' alle origini, come le vecchie Punto, molto belle a mio parere... Vedremo... Ciao!
Ritratto di MatteFonta92
4 settembre 2013 - 11:33
3
Effettivamente non hai tutti i torti... la Grande Punto è bella, specialmente nella versione "riveduta e corretta" 2012, però ha perso la filosofia dell'auto semplice ed economica delle prime Punto. Sarebbe bello se si tornasse a quello stile, che, a mio parere, anche l'ultima Panda ha un po' perso rispetto a quella del 2003.
Ritratto di fabri99
4 settembre 2013 - 14:10
4
Secondo me Fiat farebbe bene a importare e rivedere i modelli che produce in Brasile per l'Europa... Ovvero la Palio potrebbe prendere il posto della Punto semplice ed economica, la Uno quello della Panda robusta ed economica, anche senza necessariamente cambiare nome... Secondo me funzionerebbe, se Fiat lo avesse fatto prima probabilmente adesso avremmo una Palio invece della Punto... Si potrebbe fare, magari anche rimarchiandole Autobianchi o Innocenti... Ciao!
Ritratto di MatteFonta92
4 settembre 2013 - 16:01
3
Secondo me sarebbe meglio che quei modelli andassero a costituire una gamma low-cost di Fiat, magari rimarchiati Autobianchi o Innocenti, come dicevi tu. Prima però, sarebbe opportuno dotarle di pianali più moderni: si sa che le auto brasiliane sono poco sicure (certe auto là hanno anche solo 1 stella nei crash test...).
Ritratto di fabri99
4 settembre 2013 - 20:20
4
Si dovrebbe fare anche quello hai ragione, ma a me piacerebbe che i costruttori riadattassero i loro modelli economici per l'Europa, lo potrebbe fare anche Honda con la piacevole Brio per rivaleggiare la 500, ad esempio... Certo, dovrebbero adattarle, anche solo per passare i rigidi test di sicurezza ed essere veramente sicure... Ciao!
Ritratto di MatteFonta92
5 settembre 2013 - 12:31
3
A ben pensarci, non costerebbe nemmeno tanto dotare le auto brasiliane di un pianale decente: per la Uno basterebbe usare quello della Panda (nato nel 2003 ma usato ancora oggi), e per la Palio quello della Grande Punto... sì, costerà comunque un po', ma sempre meglio che rifare un telaio da zero. E poi, le si vende in Europa come marchio low-cost simil Dacia, sotto il nome di Innocenti. Vedremo, le idee ci sono, manca solo la volontà di metterle in pratica.
Ritratto di fabri99
5 settembre 2013 - 13:38
4
Eh sì, il problema è un po' di volontà e soprattutto voglia di farne che, purtroppo, in Fiat manca da un po'... Ciao!
Ritratto di TurboCobra11
2 settembre 2013 - 18:05
Nella parte sulla Panda relativamente ai motori dite ciò:"Due le proposte di motore: il bicilindrico 900 cc TwinAir turbocompresso da 85 CV, e il diesel 1.3 Multijet II da 75 CV. Il cambio è a 6 marce. Per entrambi i motori è previsto il dispositivo Start&Stop" Volevo chiedere, cambio a sei marce tutti e due i motori, anche il Diesel. Perché solitamente aveva il 5 se non sbaglio e sarebbe un ottima scelta mettere nuovamente al 1.3 il 6 marce. Se potreste chiarirmi questo dubbio ve ne sarei molto grato. Buona serata. Grazie. ...Saluti
Pagine