NEWS

Nuova Ford Fiesta: tecnologia per tutti

30 novembre 2016

La Ford ha svelato la nuova generazione della Fiesta, che propone un livello di equipaggiamento inedito per la categoria.

Nuova Ford Fiesta: tecnologia per tutti

PIÙ GRANDE - Ancora più lunga (7 cm in più, fino a 404 cm), un po’ più larga (1 cm: fino a 173 cm), uno stile originale e con la gamma articolatissima. E soprattutto con una dotazione tecnologica che non si è mai vista su un modello della sua categoria: sono le coordinate fondamentali della nuova generazione della Ford Fiesta 2017. Comprendente quattro versioni tra cui la ricca ed elegante Vignale, allestimento che fa così il suo debutto sul modello più venduto della Ford e che comprende finiture in alluminio, cerchi in lega e interni in pelle. Le altre versioni sono la sportiva ST-Line, la "normale" Titanium e la crossover Active. Sempre con carrozzeria a 3 è 5 porte.

MENO “CUNEO”, PIÙ IMPONENTE - Lo stile e le proporzioni della nuova Ford Fiesta appaiono come un'evoluzione dei precedenti. Scelte giustificate, rispettivamente, dal successo della generazione uscente e dall'utilizzo di una piattaforma aggiornata in varie parti, ma sostanzialmente analoga (la Global B della Ford). Le novità di design riguardano un po' tutte le sezioni della vettura, dal frontale più alto è verticale alla linea di cintura non più a cuneo ma tendente a dare un’immagine più alta e robusta. La mascherina è in sintonia con lo stile adottato dalla casa per questo particolare sui suoi modelli più recenti. Nell’insieme si può dire che la nuova Fiesta si presta a essere interpretata in maniere diverse, per soddisfare un po' tutti. Una strategia intelligente che rispecchia la tipologia di clientala delle utilitarie, che è molto ampia: va dal giovane neopatentato ai più anziani.


Tutte le versioni della Fiesta: da sinistra, la Active, la ST, la Vignale e la Titanium.

ATTENZIONE AI PEDONI - La Ford comunque per la nuova Fiesta punta decisamente sull’equipaggiamento tecnologico, sia per l’assistenza alla guida, sia per il comfort di viaggio e la sicurezza. Un elemento testimonia questa scelta della casa dell’Ovale blu: la dotazione comprendente il sistema di riconoscimento dei pedoni fino a 130 metri di distanza, che frena automaticamente la vettura fino allo stop per evitare incidenti, anche di notte. Non da meno è il moderno sistema di parcheggio semiautomatico Active Park Assist, che agisce autonomamente nelle manovre.

DOTAZIONE TECNOLOGICA - Nell’equipaggiamento della nuova Ford Fiesta sono compresi i più rilevanti sistemi di assistenza alla guida, basati su un complesso di due telecamere, tre radar è 12 sensori. L’elenco dei dispositivi previsti sulla nuova Fiesta include il riconoscimento dei segnali stradali (Traffic Sign Recognition) che tiene conto anche dei limiti esistenti per corsia di marcia; la regolazione automatica dei fari abbaglianti (Auto High Beam). Novità per la categoria è il sistema che monitora il traffico in arrivo (Cross Traffic Alert), che avvisa il guidatore, durante la retromarcia, della presenza di veicoli in avvicinamento. L’elenco delle tecnologie includerà, inoltre, il controllo adattivo della velocità di crociera (Adaptive Cruise Control), il limitatore di velocità regolabile (Adjustable Speed Limiter), il riconoscimento di veicoli nella zona d’ombra (Blind Spot Information System), l’indicatore della distanza di sicurezza (Distance Indication), il monitoraggio dell’attenzione del guidatore (Driver Alert), il monitoraggio e il mantenimento della corsia di marcia (Lane Keeping Alert e Lane Keeping Aid) e l’avviso di emergenza pre-collisione (Forward Collision Warning).

AFFIDABILE E SICURA - Va anche detto che la sicurezza della nuova Ford Fiesta non è affidata solo ai dispositivi elettronici di assistenza  alla guida, oltre al telaio di grande affidabilità un contributo importante è fornito dal Torque Vectoring Control che  gestisce la ripartizione della coppia motrice alle ruote. Il sistema è in grado di migliorare l’aderenza in curva del 10%, contribuendo anche all’accorciamento (dell’8%) della distanza minima di frenata alla velocità di 100 km/h.

I MOTORI - La gamma motori della Ford Fiesta comprende il rivisto 3 cilindri turbo EcoBoost 1.0 in tre step di potenza: 100, 125 e 140 CV, abbinato ad un nuovo cambio manuale a 6 marce a basso attrito, che abbassa le emissioni fino a 97 g/km di CO2. L’EcoBoost da 100 cavalli sarà disponibile anche con cambio automatico a 6 marce e paddle al volante. Ci sarà anche un motore aspirato 3 cilindri a benzina 1.1, che condivide l’architettura con l’EcoBoost, con cambio manuale a 5 marce: sostituisce l'attuale 1.2 e viene proposto con 70 e 85 CV e con emissioni CO2 a partire da 101 g/km. La Fiesta sarà disponibile anche con il motore TDCi 1.5 da 120 o 85 CV abbinato al cambio manuale a 6 marce. Il TDCi 1.5 si avvale di un design ottimizzato della camera di combustione e del turbo (a geometria variabile per la versione da 120 cavalli). Un nuovo pulsante Eco permetterà di regolare il motore per aiutare i guidatori a risparmiare carburante quando non hanno necessità di prestazioni superiori. Tutti i motori, benzina e diesel, sono dotati dello Start&Stop, mentre EcoBoost 1.0 e TDCi 1.5 hanno la griglia anteriore a profilo aerodinamico variabile (Active Grille Shutter). 

IL SISTEMA MULTIMEDIALE - Per la Ford Fiesta 2017 è stato scelto il sistema multimediale SYNC 3, che si avvale uno schermo touch capacitivo di 8 pollici, comandi vocali evoluti, la possibilità di installare app dal catalogo AppLink e il supporto per i sistemi Apple CarPlay e AndroidAuto per replicare le funzioni principali degli smartphone sul display dell'auto e quindi usarne le potenzialità mentre si guida. Il SYNC 3 sulla nuova Fiesta è disponibile anche con uno schermo a 6,5” oppure una in versione base di 4,2” che lascia spazio alla docking station MyFord Dock, per l’alloggiamento e l’alimentazione di smartphone, navigatori e altri dispositivi. Tutte le Fiesta hanno di serie la connettività Bluetooth e una doppia porta USB. Optional sono il lettore CD, la radio digitale DAB e il sistema audio ad fedeltà B&O Play.



Aggiungi un commento
Ritratto di marco85a
1 dicembre 2016 - 21:12
io ho una ford fiesta serie 6 e con ben 250000 chilometri percorsi dal 2009 è un 1,2 benzina ad ora ho sostituito solo la cinghia di distribuzione e le pastiglie anteriori freno,e normale manutenzione.Quindi chi non sa le cose c ome stanno è meglio che se ne stia zitto
Ritratto di Ivano Guanziroli
3 dicembre 2016 - 21:40
2
Beh , ho fatto personalmente la distribuzione al 1.25 Duratec della Fiesta di mia nipote ed ho visto come è fatto il motore , senza contare la guarnizione della testa che è un misero lamierino da 0,2 mm come quelle dei cinquantini a 2 tempi . Poi la fortuna è cieca , ho attrezzature d'officina cinesi che uso da più di 10 anni mentre Black & Decker e Dremel di fascia alta mi hanno abbandonato quasi subito , il Dremel da un centinaio di euro si è bruciato dopo mezz'ora di utilizzo ; quindi la fortuna può sostituirsi spesso alla qualità e non sempre un marchio di qualità garantisce affidabilità .
Ritratto di PARRELLA GIOVANNI
1 dicembre 2016 - 22:42
Più anonima della precedente ma potrebbe piacere. Secondo il mio parere però la più originale e con più personalità rimane ancora la Clio (infatti l'ho acquistata un anno fa!). In ogni caso il discorso sull'estetica rimane un fatto assolutamente personale. La partita si giocherà anche sulla qualitá degli interni. A proposito di abitacolo, diversamente dalle versioni base ed intermedie, la mia Clio top di gamma non delude affatto (plancia superiore morbida al tatto, volante in pelle, qualità impianto audio, assenza di sricchiolii) , e non mi fa assolutamente rimpiangere la precedente Ford Focus (iniziarono gli scricchiolii al primo viaggio!). Sarà poi fondamentale verificare il rapporto qualitá/prezzo, parametro fondamentale nei segmenti A e B, nonchè il costo degli accessori tecnologici e verificare anche su quali versioni si potranno ordinare (al momento del lancio infatti le case pomposamente pubblicizzano la lista accessori/optional senza specificarne il prezzo e poi ti accorgi che alcuni , guarda caso i più ambiti, sono disponibili solo sulle versioni top, per la serie "ti piace? e allora sgancia". A parte l'estetica, proprio il predetto paramentro ha inciso un anno fà nello scartare la Fiesta in favore appunto della Clio, pagata 13.990 euro (incluso metallizzato e cerchi in lega da 16), solo 400 euro piû della Fiesta ma con in piu: sistema multimediale con navigatore, start and stop, pulsante start, apertura auto con scheda elettronica in tasca, tasto eco, turbo benzina con coppia neanche paragonabile al 3 cilindri aspirato Ford e con consumi inferiori, sistema recupero energia in decelerazione/frenata, 2 paratie mobili motorizzate ingresso radiatore a chiusura programmata in funzione della velocitå per ottimizzazione aerodinamica (Ford ci arriva solo oggi!). Per concludere, il successo di un'auto dipende da tanti fattori; mi sembra che ora Fiesta possa giocarsela con la concorrenza, anche se potevano secondo me osare un pò di più nel caratterizzare esteticamente la vettura (guardate la nuova Nissan Micra, auto veramente nuova rispetto alla precedente versione).
Ritratto di sutorultra
2 dicembre 2016 - 08:49
Dal 2008 sono un Fiestita convinto. Ne ho comprate tre in sequenza, sostituendo le prime due sulla soglia dei 100.000 km. La mia terza dopo pochi mesi è già a 26.000 km. La prima a benzina le due successive a gpl. La uso principalmente come auto per l'impiego quotidiano: vivo a 60 km dal luogo ove lavoro. Una parte del percorso è autostradale, ed una parte è urbano in città con alta densità di traffico. Per questo uso la Fiesta è perfetta! In autostrada mi assicura un elevato confort e nel traffico ha le dimensioni giuste per non stressarmi e non rischiare danni alla carrozzeria. La tenuta di strada è eccezionale (in rapporto al segmento) ed anche le finiture mi appagano del tutto. La linea era così innovativa nel 2008 da essere ancora super attuale. Quindi mi va benissimo che il nuovo modello sia molto simile al precedente. In realtà sono perplesso per l'aumento di dimensioni e per l'incremento delle dotazioni giacché ciò significa un prezzo più alto. La Fiesta 2017 è di fatto paragonabile all'A3 di qualche anno fa. E per utenti come me un'auto così "importante" non va più bene: io ho anche una vettura del segmento D (una Giulia super che ritiro oggi e che sostituisce un'Audi A4) la quale mi guardo bene dall'adoperare sullo stesso percorso della Fiesta. Se la Fiesta sale troppo di prezzo e dimensioni non è per me più conveniente come seconda auto. E credo che io rappresenti un cliente "tipo" della Fiesta.
Ritratto di cat72
2 dicembre 2016 - 11:40
Bellissima !Punto dove sei? E le tipo senza i nuovi sistemi di sicurezza? diceva un proverbio:chi compra le FCA fatte in Turchia pianga se stesso
Ritratto di Marino
2 dicembre 2016 - 17:40
3
concordo sul detto...ed aggiungo...prendi una FCA ed hai l'abbonamento in officina un 1 giorni si e 1 giorno no :)
Ritratto di Ivano Guanziroli
3 dicembre 2016 - 21:53
2
.... e se prendi un'Audi TT costruita in Ungheria invece ? Od una Polo con componenti cinesi ? Quando metteranno un paio di coppiglie da pochi cent. per garantire la fase corretta della distribuzione ed una guarnizione della testa abbastanza spessa da mantenere un perfetto accoppiamento anche con le dilatazioni termiche magari valuterò nuovamente le meccaniche Ford provando ad ignorarne le forme esterne .
Ritratto di grande_punto
23 ottobre 2017 - 16:41
3
State dicendo solo cavolate. Io ho una grande punto con 278k mai un problema, e nessuno scricchiolio. Mia madre una stilo 320k mai un problema. Mio padre una punto prima serie 690k solo normali interventi di usura. E poi volevo ricordarvi che i motori fiat sono leader mondiali (specialmente i multijet) e, a differenza dei tdi NON INQUINANO COME CIMINIERE!! A parte che anche la tipo ha i sistemi di sicurezza, non ha la stella perché si pagano a parte anche nella più ricca lounge. Però ce li ha. Quindi finitela.
Ritratto di PARRELLA GIOVANNI
2 dicembre 2016 - 23:30
Non ci posso credere! Ho letto solo ora con attenzione le caratteristiche del sistema multimediale della nuova Fiesta.e noto, veramente con stupore, che il touch screen avrà dimensioni diverse a seconda delle versioni! E' vero che la mia Clio è una top di gamma ed ha diversi accessori che non hanno giocoforza le altre versioni, ma in Clio almeno lo schermo è rigorosamente e "democraticamente" identico in tutte le versioni! (tranne la base che ha una normale radio). Ma come si può decidere di proporre al giorno d'oggi un sistema multimediale come schermi rispettivamente di 4,3 - 6,2 - 8,0 pollici man mano che si sale di versione (ed ovviamente di prezzo!) se appunto Clio propone da ben 4 anni uno schermo universale da 7,0 pollici a prescindere dalla versione ("plebea" o "nobile" che sia). Veramente un plauso al settore tecnico che ha sviluppato il sistema in maniera così "diversificata" nonchè ai responsabili del marketing in Ford ! (all'epoca in cui frequentavo la facoltà di Economia non avrei probabilmente superato l'esame di marketing a seguito di una esercitazione e scelta finale del genere). A parte gli scherzi e le facili battute (scusate il sarcasmo), per una casa automobilistica il delta costo tra uno schermo da 4,3 ed 8,0 pollici è pari al costo di un pacchetto di sigarette! Vi assicuro che i giovani di oggi sono molto attenti anche a questi aspetti (giusto o sbagliato che sia) quando valutano l'acquisto di un'auto, e devo dire che anche il sottoscritto (56 anni) e relativa consorte (51) apprezzano quando la tecnologia aiuta a vivere meglio (uno schermo piu' grande si vede meglio e distrae meno dalla guida - banalissima osservazione ma non per Ford (il vero motivo è che la casa spera di trarre maggior profitto scalettando i prezzi in base ai pollici - come avviene i televisori!). Se un anno fa ho abbandonato Ford dopo ben 24 anni senza rimpianti ci sarà pure un motivo, ed oggi ho la riprova che non è stato uno sbaglio.
Ritratto di lollo76
3 dicembre 2016 - 11:49
1
1000 turbo 140cv?!? Wow! Ma tanto essendo un euro 6 sara talmente strozzato che alla ruota ne arriveranno si e no 100... O sbaglio?!?
Pagine