NEWS

Nuova Renault Scénic: già prenotabile, ma arriva a settembre

06 giugno 2016

Più alta, con cerchi di 20" e una linea filante, la nuova generazione della Renault Scénic si può già prenotare su internet

Nuova Renault Scénic: già prenotabile, ma arriva a settembre

COLORI VIVACI E UN ASPETTO DA CROSSOVER - Al Salone di Ginevra era stato tolto il velo alla nuova Renault Scénic (giunta ora alla quarta generazione): completamente rinnovata, nasce sulla base della Mégane, che a sua volta condivide il pianale modulare con la Talisman e la Espace. Rispetto all’attuale Scénic XMod (questa la denominazione finora riservata alla versione a cinque posti), le dimensioni non cambiano molto: la lunghezza da 436 cm a 441, la larghezza da 184 cm a 187, mentre il passo (la distanza tra i centri delle ruote anteriori e quelle posteriori) cresce da 270 a 273 cm. Nonostante le proporzioni non siano cambiate troppo, la linea si è fatta più accattivante, con il parabrezza molto avanzato (che dà slancio alla vettura), il cofano corto, il tetto arcuato, la fiancata con maggiori superfici vetrate e un’altezza da terra maggiore di tre centimetri, che le conferisce un aspetto quasi da crossover. A rendere più moderno e originale il carattere della monovolume francese, ci sono anche i grandi cerchi di 20” (unica misura disponibile) con gomme a spalla alta e battistrada contenuto (le misure sono 195/55 R 20, per dare equilibrio alla linea nella vista laterale, senza influire negativamente sui consumi di carburante). 

TUTTO SUL WEB - Vivaci i colori, tra cui il giallo della versione di lancio Renault Scénic Edition One (nelle foto): quest’ultima si può già prenotare su internet (ma il prezzo non è ancora stato reso noto), mentre il resto della gamma arriverà in concessionaria a ottobre. A novembre, invece, dovrebbe essere il turno della Grand Scénic, a sette posti. Per ordinare la Edition One ci si può iscrivere al programma “The Scénic Experience” sul rito www.nuovascenic.it per conoscere l'auto attraverso video in 3D e per ricevere a casa gli occhiali Virtual Reality che consentono di “entrare” in una versione digitale della nuova Renault Scénic. La Edition One è offerta con il tetto in vetro, i fari a led e il cruise control adattativo e il motore 1.6 dCi a gasolio da 160 cavalli. 

VISTA DA DENTRO - La plancia e la consolle della nuova Renault Scénic riprendono lo stile di quelle della Mégane, della Talisman e dell’Espace, con l'ampia superfice verticale dello schermo di 8,7” del sistema multimediale R-Link 2. Moderno nella grafica e ben leggibile il quadro strumenti digitale, con l'head-up display a colori. Le finiture sono curate e i materiali gradevoli al tatto. Furbe alcune soluzioni, come le due prese Usb nella parte posteriore della consolle centrale, utilizzabili dai passeggeri posteriori per collegare cellulari o tablet. Pratico per molti aspetti il cassetto di fronte al passeggero anteriore: è ampio (ha una capacità di 11,5 litri), climatizzato, illuminato e la sua serratura si chiude automaticamente uscendo dall’auto. Peccato che, come quello della Espace, si apre (elettricamente) scorrendo in orizzontale, verso le ginocchia del passeggero, fino a toccarle se il sedile è regolato in avanti.

LARGO ALLA PRATICITÀ - Della Renault Scénic attuale resta la predisposizione al comfort e soprattutto alla praticità, con l’elevata modularità degli interni e la presenza di numerosi portaoggetti nell'abitacolo (fino a un massimo di 63 litri), che rendono l’auto adatta a lunghi viaggi con tutta la famiglia. Ampio e ben studiato l'abitacolo, con le poltrone anteriori che (come nella Espace) possono avere le regolazioni elettriche, la funzione massaggio e il riscaldamento. Alle loro spalle non mancano tavolini a scomparsa, né fasce elastiche per ancorare tablet o smartphone dei passeggeri posteriori. Inoltre, la consolle centrale può scorrere dai posti avanti verso il divano per essere utilizzata da tutte le persone a bordo. 

E PER CARICARE - Nella nuova Renault Scénic il sedile del passeggero anteriore ha lo schienale abbattibile in avanti, a tavolino, per caricare oggetti molto lunghi. A proposito, il divano diviso in due parti (1/3 e 2/3) scorrevoli separatamente di 16 cm permette di modulare lo spazio del vano di carico; e le due sezioni possono essere reclinate semplicemente premendo i tasti nella parete sinistra del baule. Così, la capacità di carico passa da 572 litri con tutti i sedili in uso (nell’attuale XMod si ferma a 437). Ottima anche la sfruttabilità: la forma del vano è regolare e la soglia del piano a 69 cm da terra non è troppo alta. 

TANTI MOTORI - Ampia la gamma dei motori a benzina (1.2 TCe) e a gasolio (1.5 e 1.6 dCi), con potenze da 90 a 160 CV, abbinati al cambio manuale a sei rapporti o al robotizzato a doppia frizione EDC a sei e a sette marce. E per variare la risposta del motore, dello sterzo e del cambio EDC c'è il sistema Multi-Sense, con cinque modalità di guida (Neutro, Sport, Comfort, Perso ed Eco). Tra gli optional indispensabili per la sicurezza c’è la frenata d'emergenza, che funziona tra 7 e 60 km/h. Entro la fine dell'anno verrà lanciata una variante ibrida “leggera” della Scénic, il cui modulo elettrico aiuterà nelle partenze il 1.5 dCi diesel da 110 CV. Non saranno disponibili, invece, versioni a quattro ruote sterzanti, né a Gpl.

Renault Scénic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
53
60
31
22
26
VOTO MEDIO
3,5
3.479165
192


Aggiungi un commento
Ritratto di Zot27
7 giugno 2016 - 21:43
Con la bici è diverso, se non fosse per l'attrito dei mozzi (le ruote più piccole compiono più giri), sarebbe più scorrevole quella con i cerchi più piccoli. Peraltro il curvare è meno contrastato con diametro inferiore. Tornando alla Scenic, a livello di impronta a terra, secondo me è quasi come avere 215/45 17, ma con una sezione frontale inferiore che aiuta a livello aerodinamico
Ritratto di percaso
8 giugno 2016 - 11:08
Non sono un frequentatore di blog ma lette certe fesserie scritte con totale ignoranza e prosopopea, forse due righe scientifiche agli italiani bisogna scriverle. La resistenza all'avanzamento di un auto , riguardo le ruote, dipende da: - resistenza dei cuscinetti del mozzo (trascurabile) - resistenza aerodinamica (non dipende dal diametro nel caso di ruote carenate) - - Resistenza al rotolamento (fondamentale) che a sua volta dipende da diversi fattori, trascurando la variabile mescole: - maggiore diametro totale della ruota = minore resistenza al rotolamento, maggiore tenuta di strada in quanto aumenta l`area di contatto e maggiore confort in quanto riduce il rapporto tra dimensioni delle asperita` e dimensioni della ruota - pneumatici con maggiore pressione di gonfiaggio hanno un area di contatto minore di forma piu` circolare che presenta una minore resistenza al rotolamento a scapito della tenuta - minore larghezza del pneumatico = minore resistenza al rotolamento ma anche minore tenuta di strada sull'asciutto. In sintesi la scelta della Renault e` molto intelligente in quanto la ruota ideale teorica , per avere massima tenuta (su asciutto e bagnato) e massimo comfort e resistenza agli urti, dovrebbe essere grande, stretta, con una spalla intorno a 50 / 55 per essere sufficientemente adattabile verticalmente alle asperita` senza essere troppo deformabile in senso trasversale. Poi ci sono casi specifici e limitazioni regolamentari e normative ma questa e` un altra storia.
Ritratto di Boys
27 giugno 2016 - 22:36
1
Bella ma sentendo i prezzi.......sembrerebbe carissima....il che...il prezzo decreterà il suo successo...a meno che di sconti notevoli....
Pagine