NEWS

Nuova Skoda Octavia, eccola senza veli

Pubblicato 11 novembre 2019

Si mostra in tutte le sue forme la quarta generazione della Skoda Octavia: arriverà nelle concessionarie a primavera 2020, prima in versione wagon e poi berlina.

Nuova Skoda Octavia, eccola senza veli

E QUATTRO - Dopo averla guidata in anteprima in versione di prototipo camuffato (leggi qui le nostre prime impressioni), eccovi le immagini senza veli della quarta generazione della Skoda Octavia, che si mostra in anteprima mondiale a Praga. Parliamo del modello più venduto della casa ceca. Basata sull’ultima edizione della piattaforma MQB del gruppo Volkswagen, la nuova generazione della berlina e della wagon di medie dimensioni, cambia senza rivoluzioni. Al posto dei due elementi quadrangolari affiancati, ce n’è uno solo, sottile e spigoloso. La mascherina è più grande, prominente e posta più in basso, e il cofano più massiccio. Di profilo, un accenno di minigonna nella parte inferiore. Grazie al lunotto maggiormente inclinato, e ai sottili fanali a sviluppo orizzontale, anziché verticale, la vettura appare più slanciata. Le misure? La lunghezza di berlina e wagon è cresciuta di due centimetri, arrivando a 469 cm, mentre la larghezza è aumentata di 1,5 cm per un totale di 183 cm. Col passo che invece è rimasto immutato (268 cm).


 
DAVVERO ACCOGLIENTE - Appena saliti a bordo della nuova Skoda Octavia, si percepisce la qualità degli interni, con materiali piacevoli al tatto e finiture di buon livello. La nuova plancia è arricchita con inserti in tessuto, Alcantara o legno. Al centro, lo schermo a sbalzo (fino a 10”) del moderno impianto multimediale. Ha comandi vocali evoluti e gestuali e una scheda Sim interna. Mentre col cellulare si possono gestire alcune funzionalità dell’auto dallo smartphone, come l’apertura e la chiusura delle porte. Presenti l’head-up display e, nel cruscotto, la strumentazione digitale di 10” configurabile: varia le dimensioni dei quadranti virtuali di tachimetro e contagiri. Per le versioni con il cambio a doppia frizione, la levetta cromata posta nel tunnel è da azionare con indice e pollice (simile a quella delle ultime Porsche e delle nuove Golf). L’altra novità è il volante a due razze con pulsanti a rotelle di scorrimento. All'insegna della praticità, oltre agli ombrelli inseriti nelle porte anteriori, due taschine sul lato degli schienali anteriori per i telefonini. Inoltre, il bagagliaio della berlina aumenta di 10 litri, toccando quota 600 in configurazione cinque posti, contro i 640 della wagin (30 in più).

VENTAGLIO AMPIO - Capitolo motori: due ibridi “leggeri” dispongono del 1.0 turbo a benzina da 110 CV o del 1.5 da 150 CV, abbinati a una piccola unità elettrica alimentata da una batteria di 48 V. Il cambio è il robotizzato DSG a doppia frizione con 7 marce (o il manuale a sei marce per le versioni più tradizionali). Sempre a benzina il 2.0 da 190 CV con la trasmissione DSG a 7 marce e quattro ruote motrici. Due sono anche le ibride ricaricabili: da 204 o 245 CV, con il 1.4 a benzina (cambio a doppia frizione a 6 marce) abbinato a un motore elettrico. A gasolio, la scelta è fra i 2.0 con 116 CV, 150 o 200 cavalli (quest’ultimo anche in abbinamento alle 4x4). E ancora, la Skoda Octavia è disponibile a metano monovalente (il serbatoio della benzina è di soli 9 litri): ha un 1.5 da 150 CV e trasmissione robotizzata a 7 marce o manuale con un rapporto in meno. 


 
IN SICUREZZA - Fra i numerosi sistemi di sicurezza della nuova Skoda Octavia, quello che avvisa del sopraggiungere da dietro di un ciclista o di un altro veicolo quando si apre la porta. Inoltre, nelle sterzate d’emergenza, si è aiutati dal dispositivo che contribuisce a effettuare la manovra evasiva. La nuova Skoda Octavia sarà in consegna nelle concessionarie a maggio, con prezzi indicativi da circa 23.000 euro per la wagon (la prima ad arrivare) e mille in meno per la berlina, al debutto dopo qualche mese. 

Skoda Octavia
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
59
26
18
14
18
VOTO MEDIO
3,7
3.696295
135




Aggiungi un commento
Ritratto di anarchico2
12 novembre 2019 - 08:46
Però non è Ford, cosa ottima, visto la pessima attenzione per la clientela.
Ritratto di Giuliopedrali
12 novembre 2019 - 09:26
Piacevole, in pratica è l'alternativa wagon alla Golf, sembrando upper class come dimensioni e più low cost come ambito.
Ritratto di studio75
12 novembre 2019 - 09:57
5
Sbaglio o non hanno messo il tasto per disattivare lo Start&Stop ?
Ritratto di Francesco Pinzi
12 novembre 2019 - 10:15
1
A me quel termosifone di calandra non piace, almeno dalla foto..
Ritratto di Lupo11
12 novembre 2019 - 12:54
2
dopo i radiatori della bmw non mi stupisco più di nulla
Ritratto di robedec
12 novembre 2019 - 10:28
Massìììì, allunghiamo sempre di più queste macchine. Tutte le volte che c'è un restyling aggiungono sempre qualche centimetro in lunghezza. Peccato che garage e parcheggi rimangano sempre della stessa misura.
Ritratto di Giuliopedrali
12 novembre 2019 - 17:42
Le wagon medie una volta erano lunghe 420 cm ora 470... Almeno per le crossover: primo non esiste questo fenomeno anzi le più imponenti erano le prime, uscite 20 anni fa X5, Cayenne, Lexus RX, ecc, poi hanno introdotto al di sotto modelli sempre più compatti, la Renault Kwid è sotto i 4 metri.
Ritratto di Imperatore1985
12 novembre 2019 - 10:57
Molto bella, mi piace davvero molto. Le uniche cose negative: 1. Le versioni ibride/metano si mangiano oltre 100 litri di bagagliaio, davvero un peccato perché a mio avviso sono i motori più appetibili nel medio periodo 2. Avrei preferito qualche tasto/manopola fisico, es. climatizzatore. Avere tutto touch non è così comodo per cambiare impostazioni durante la marcia
Ritratto di ciurbis
12 novembre 2019 - 12:24
" toccando quota 600 in configurazione cinque posti, contro i 640 della wagin (30 in più)." Io prenderei sicuramente la Wagin!!! :-))
Ritratto di geko88
12 novembre 2019 - 12:33
La motorizzazione a metano sarà disponibile anche sulla berlina?
Pagine