NEWS

Nuova Subaru Forester: più spazio e comfort

29 marzo 2018

Lo spazio a bordo e la comodità sono fra le “armi” principali della nuova Subaru Forester, la crossover media arrivata alla quinta generazione.

Nuova Subaru Forester: più spazio e comfort

C'È ANCHE LA SPORT - Fra i modelli più longevi nella categoria delle crossover medie, la Subaru Forester ha esordito nel 1997 ed è passata da allora attraverso quattro edizioni. La quinta ha esordito al Salone dell’automobile di New York e arriverà negli Stati Uniti entro fine 2018. A livello di stile rappresenta un’evoluzione della Forester oggi in vendita, ma le novità sono molto più “corpose” per quello che riguarda la tecnica, lo spazio interno e la sicurezza. La Subaru Forester 2018 ha una mascherina più ampia, grossi fari anteriori all’insù e linee in generale molto sobrie, che denotano la vocazione turistica della crossover, un modello rivolto alle famiglie e più in generale a chi vuole un’auto spaziosa. Con il 2018 arriva però il nuovo allestimento Sport, con dettagli neri all’esterno e un look più aggressivo.

PIÙ SPAZIO - La quinta generazione della Subaru Forester cambia radicalmente essendo basata sulla piattaforma Subaru Global Platform, già utilizzata dalla nuova Subaru Impreza, che secondo il costruttore migliora i livelli di sicurezza, comfort, silenziosità e piacere di guida. Il passo cresce di 3 cm (a 267 cm totali) e questo fa aumentare lo spazio interno, non soltanto per le ginocchia ma anche per la testa, i fianchi e le spalle. Le portiere posteriori hanno un angolo di apertura più accentuato, dettaglio che insieme al montante posteriore più verticale semplifica l’accesso a bordo. La soglia di accesso al portabagagli è più larga di 13 cm rispetto alla vecchia edizione.

NEGLI USA SOLO A BENZINA - Il costruttore giapponese ha lavorato inoltre per attenuare il rumore della strada, migliorare l’imbottitura dei sedili e far aumentare lo spazio a bordo della Subaru Forester: per questo motivo è stata eliminata la leva del freno a mano, sostituita da un pulsante (il sistema è ora a controllo elettronico). La consolle centrale è molto simile a quella dell’Impreza, visto che anche sulla Subaru Forester c’è il grande schermo a sfioramento (di 6,5” o 8”) del sistema multimediale, montato al di sotto di un monitor più piccolo in cui sono mostrate le informazioni da tenere sempre in vista. Sul fronte della tecnologia è prevista la novità del DriverFocus, un sistema interno per il riconoscimento facciale che intuisce quando il guidatore è attento o distratto. Non mancano poi funzionalità come la frenata automatica d’emergenza, il mantenimento della corsia e il regolatore di velocità adattivo. L’unico motore per gli Stati Uniti è il benzina 2.5 aspirato da 185 CV, abbinato al cambio automatico a variazione continua Lineartronic CVT, ma in Europa si potrà avere anche un diesel. La trazione è integrale.

VIDEO
Subaru Forester
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
11
12
4
2
5
VOTO MEDIO
3,6
3.64706
34
Aggiungi un commento
Ritratto di ROBERTO MASSA
30 marzo 2018 - 14:35
Temo che Al Volante sia stato male informato. A me risulta che Subaru abbia chiuso con il Diesel e lo tenga solo per la XV versione My 2017 ma solo fino a che avrà venduto le 600 auto Diesel rimaste
Ritratto di mika69
30 marzo 2018 - 15:10
Sapevo anche io di questa cosa...però serve un'alternativa. Già l'XV con il solo 2.0 Benzina consuma parecchio. Figuriamoci un Forester. Comunque vedremo. Devono ibridizzare prima possibile, anche fosse solo un mild hybrid a 48v.
Ritratto di orsogol
30 marzo 2018 - 16:10
1
Altrimenti ci sarebbe sempre il gpl. Ne ho avuti due che andavano benissimo ma facevano 8 km/l. Col 2.5 Lineartronic ci fai 7,5 e l'autonomia scende a 350 km e fare Gpl non è sempre facile. Tifiamo per il boxer diesel!
Ritratto di mika69
30 marzo 2018 - 16:24
Col GPL mi pare ci sia un salasso di tagliando a tot km... già quelli normali costano.
Ritratto di orsogol
30 marzo 2018 - 18:04
1
Si però a 0,56 al ltro recuperi tutto. Buona Pasqua
Ritratto di mika69
30 marzo 2018 - 18:54
Sì beh...ma devi macinare km però. Bisognerebbe capire qual è il limite per cominciare a guadagnarci. Buona Pasqua.
Ritratto di Badboyberna
30 marzo 2018 - 13:58
semplice, essenziale, senza tanti inutili e costosi fronzoli, bada alla sostanza...ci vai ovunque, comunque e sempre...comodamente e a consumi (reali) discreti. Mai un problema, mai una rogna...non é bella ? non é alla moda ? e chissene...un'auto visto i soldoni che si spendono si DEVE poter usare 366giorni l'anno, da solo, con il cane, con la famiglia, con gli sci, mbike...con qualsiasi tempo...tanto mica si può viaggiare sempre a 300 km/h... peccato che lavoro per la concorrenza e quindi ho optato per l'auto "aziendale"...ma ho posseduto 3 subaru e quella con i quali ho percorso meno km ...sono stati 250'000
Ritratto di marian123
30 marzo 2018 - 15:08
Quelle nuove non sono poi cosi indistruttibili soprattutto le diesel. Sono auto comunque di qualità ma internamente molto scarse, ho avuto l'occasione di viaggiare su una impreza penultimo tipo che aveva sui 80 mila km ma ne dimostrava molti di più a causa dei rumori che faceva.
Ritratto di Giuliopedrali
30 marzo 2018 - 14:56
Ma i motori state tranquilli non raggiungeranno mai i vertici del boxer Alfa Alfasud di Rudolf Hruska tecnico Porsche dell epoca degli inizi di Porsche e VW. Guardate da qualunque parte.
Ritratto di alan61
17 aprile 2018 - 15:55
mettigli un euro 6 e poi ne parliamo
Pagine