NEWS

Omicidio stradale, passo avanti verso l’istituzione del nuovo reato

22 luglio 2014

La commissione Trasporti della Camera ha dato il suo benestare: l'obiettivo è prevenire gli incidenti gravi causati da guidatori in stato alterato.

Omicidio stradale, passo avanti verso l’istituzione del nuovo reato
UN ALTRO TASSELLO - Il codice della strada sta per essere riformato con un disegno legge, e la commissione Trasporti della Camera ha approvato uno specifico emendamento per introdurre il reato di omicidio stradale per arginare il fenomeno degli incidenti mortali (o con pesanti conseguenze) dovuti alla guida in stato d’ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti. Oggi, infatti, in questi casi scatta l’omicidio colposo (impropriamente definito “involontario”), con pene molto meno severe (da 2 a 10 anni di carcere) rispetto a quelle previste dall’omicidio stradale, che si avvicina a quello “volontario” (da 8 a 18 anni). In più, se la riforma andrà in porto, scatterà l’ergastolo della patente: chi causerà sinistri gravissimi in stato alterato, cioè, non potrà mai più guidare né un’auto né altri veicoli. Ora saranno altre commissioni a esaminare il testo, e vista la delicatezza della norma è lecito attendersi contrasti e polemiche. D’altronde, è dal 2004 che si parla di omicidio stradale, senza che sia mai stato introdotto: leggete qui che cosa ne scriveva alvolante.it nel 2012.


Aggiungi un commento
Ritratto di NeroneLanzi
22 luglio 2014 - 18:19
Ma se investissimo un po' in prevenzione invece di inventarci sempre nuovi reati che poi regolarmente indultiamo o amnistiamo?
Ritratto di M93
22 luglio 2014 - 19:36
Ci saranno anche dei passi avanti, ma rimaniamo esattamente nel punto di partenza, metaforicamente parlando. Visti i casi di cronaca inerenti l'argomento, sarebbe bene istituirlo quanto prima, sostituendo alle parole i fatti, una volta per tutte.
Ritratto di onlyroma
24 luglio 2014 - 07:52
Questi chiacchierano e sanno dire solo BLA BLA BLA. Basta un secondo per fare un decreto legge sacrosanto. Se uccidi o ferisci gravemente una persona INVOLONTARIAMENTE è giusto essere processati,ma con pene leggere. Ma se sei drogato o ubriaco ergastolo per la patente e molti anni in carcere per ricordarsi meglio di quello che hai ucciso. L'incidente purtroppo può capitare a chiunque di noi,ma se io giro in auto ubriaco o drogato o a 200 all'ora in città,mi sembra sicuro e ne sonno cosciente che potrei uccidere qualcuno,quindi giusto pene severissime.