NEWS

Omologazione dei consumi: da oggi cambia tutto

1 settembre 2017

Il nuovo test europeo Wltp per l’omologazione delle nuove automobili rispecchia maggiorente l'uso su strada.

Omologazione dei consumi: da oggi cambia tutto

CAMBIAMENTO ATTESO - Per ricevere l’omologazione e ottenere il via libera alle vendite, ogni nuovo modello realizzato da un costruttore deve prima sottoporsi ad un test che ne rilevi i consumi di carburante, valido a livello europeo: una squadra di tecnici compie diverse prove in laboratorio e rileva il consumo del motore in quelle condizioni specifiche, studiate per riprodurre uno stile di guida “normale”. Il test dà come risultato i valori di consumo ed emissioni di anidride carbonica che ogni costruttore poi annuncia. La procedura in vigore si chiama Nedc (New European Driving Cycle) e risale al 1996, ma è criticata da anni perché fornisce risultati lontani dalla realtà, come tutte le persone hanno riscontrato guidando una qualsiasi vettura: i consumi omologati sono lontanissimi da quelli rilevati su strada. La situazione cambia da oggi, perché il test Nedc viene sostituito dal più realistico e fedele Wltp (Worldwide harmonized Light vehicles Test Procedure), in cui rientrano prove di consumo (effettuate sempre in laboratorio) più gravose e impegnative rispetto a quelle odierne: il nuovo protocollo dovrebbe assottigliare la disparità fra i consumi omologati e quelli registrati su strada.

MENO TOLLERANZA - Il nuovo test è più lungo del precedente (da 20 a 30 minuti) e si compone di quattro fasi, che riproducono le condizioni di guida in città, su percorsi extraurbani o in autostrada: i consumi vengono misurati così a 60, 80, 100 e 130 km/h. Il Wltp, inoltre, prevede soste inferiori dell’auto e si svolge lungo un percorso simulato di 23,25 km, superiore agli 11 km percorsi secondo il ciclo di omologazione Nedc. I tecnici aumentano inoltre la potenza chiesta in media al motore (quindi schiacciano più a fondo sull’acceleratore) e testano vetture appesantite da optional, anche in questo caso per avvicinare le condizioni di prova a quelle reali. Il protocollo Wltp deve essere rispettato da tutti i nuovi modelli omologati a partire da oggi, 1 settembre 2017, quindi è probabile che inizialmente si crei una certa confusione fra le vetture che rispettano lo standard Wltp e quelle precedenti conformi al Nedc. Dal 1 settembre 2018, però, anche le auto già in vendita dovranno essere omologate secondo il ciclo Wltp.

NOX SOTTO CONTROLLO - Insieme al ciclo Wltp viene introdotta una seconda novità, nell’ottica di evitare scandali come quello in cui è coinvolta la Volkswagen, colpevole di aver installato un software nelle centraline di alcuni modelli diesel Euro 5 per alterarne le  le emissioni di ossidi d’azoto al fine di superare le prove di omologazione: da oggi infatti diventa obbligatorio un secondo test, l’Rde, in cui viene misurata la quantità di ossido d’azoto e particolato rilasciato da un motore nell’aria. Il test metterà alla prova i motori a gasolio, ma anche i benzina dovranno essere modificati per superarlo agevolmente. L’Rde è complementare al Wltp, perché uno misura il NOx e l’altro l’anidride carbonica (CO2), sostanze dannose rispettivamente per l’uomo e l’ambiente (la CO2 produce l’effetto serra, aumentando il riscaldamento globale). Il test Rde viene effettuato su strada montando un rilevatore in prossimità del tubo di scappamento. L’auto in prova è guidata all’interno di un percorso misto e non può oltrepassare i 168 mg al chilometro di NOx, soglia che verrà ridotta progressivamente fino agli 80 mg/km del gennaio 2020. Tutte le nuove auto dovranno rispettare il limite di 168 mg entro settembre 2019, pena lo stop all’omologazione, mentre la soglia di 80 mg diventerà uno standard a partire da gennaio 2021.



Aggiungi un commento
Ritratto di rck 300
5 settembre 2017 - 14:10
Pienamente d'accordo. per il presente ed il prossimo futuro auto ibride o a gas. Poi. in futuro, si vedrà cosa sarà più conveniente in termini di costi e rendimenti.
Ritratto di str
1 settembre 2017 - 18:32
Il tutto fino a quando ci diranno che il test è lontano dalle condizioni reali e ci sarà un nuovo test. Già oggi un Suv diventa green e una Panda a metano inquinante.
Ritratto di twinturbo
2 settembre 2017 - 11:12
E allora perché chi si compra una berlinona segmento E da 60 e passa mila euro se la prende diesel non voglio dire nel 90% dei casi ma forse anche più?
Ritratto di federico p
2 settembre 2017 - 14:55
Ma infatti chi compra le grandi berline lo fa perché è un ncc e altri sono benefit dati dalle aziende e visto che le aziende pagano i rifornimenti non è visto molto bene prendere una a benzina.Poi c'è anche una piccola percentuale che invece la compra a benzina per passione o perché sa che la userà quasi nulla
Ritratto di Dirk
1 settembre 2017 - 22:48
Per la redazione:"rispecchia maggiorente" (????)
Ritratto di LOL25
1 settembre 2017 - 23:05
Finalmente, era ridicolo vedere Porsche e Mercedes AMG che dichiaravano 14 con un litro
Ritratto di Babbalaa
2 settembre 2017 - 09:37
Pero andare a 130 con l'aria che fa resistenza o andare a 130 su un rullo a me sembrano due cose ben diverse. In effetti fa strano che in un mondo che cerca di ridurre i consumi delle auto proliferi proprio la classe di automobili con la piu grande superficie frontale
Ritratto di otttoz
2 settembre 2017 - 10:41
Quando l'Europa ci ha fatto rinunciare alle pensioni si è provveduto subito,per togliere i test fuffa ci son voluti anni...
Ritratto di Luzo
2 settembre 2017 - 12:08
Prima ancora dovrebbero poter scegliere l'auto sulle l'innesto o sui piazzali e non farsela portare dal costruttore..... Una volta bastava un cacciavite ma con le centraline si fanno miracoli non da poco chissà se sapranno resistere
Ritratto di Luca_93
4 settembre 2017 - 08:13
1
Finalmente arriva questa modifica, ho lavorato recentemente per verificare dei consumi di varie auto utilizzando il ciclo NEDC e ho notato l'inadeguatezza e gli stratagemmi utili a far risultare consumi impensabili e irrealistici. Però vedrete che i costruttori riusciranno anche qua a inventarsi qualcosa...
Pagine