NEWS

Opel Astra: arriva il motore a metano ecoM

31 agosto 2017

Il motore della Opel Astra ecoM bi-fuel è basato sul 1.4 Turbo, ha 110 CV e si abbina a bombole da 19 kg.

Opel Astra: arriva il motore a metano ecoM

PIENO LEGGERO - Il motore quattro cilindri turbo 1.4 da 110 CV viene ottimizzato dalla Opel per il funzionamento a doppia alimentazione benzina/metano, novità che promette spese di gestione inferiori e un conto meno salato dal distributore: oggi un chilo di gas costa nel nostro Paese in media 0,964 euro, quindi per riempire le bombole da 19 chili servono poco meno di 18,5 euro. L’alimentazione a metano è disponibile sulla Opel Astra ecoM, già ordinabile in Italia al prezzo di 23.300 euro con carrozzeria berlina a 5 porte e di 24.300 euro per la famigliare Sports Tourer. L’autonomia dichiarata per la Opel Astra a metano è superiore a 460 chilometri nel ciclo misto e di circa 330 chilometri in città, a fronte di emissioni inferiori rispetto al motore benzina 1.4 Turbo: la casa tedesca dichiara in media 113 g/km di CO2.

NAVIGATORE INFORMATO - Il 1.4 della Opel Astra ecoM perde 40 CV con l’arrivo della doppia alimentazione (sono 150 sull’Astra 1.4 a benzina), ma grazie alla presenza del turbo sopperisce alla “pigrizia” dei motori a metano, per effetto delle diverse caratteristiche chimiche del gas rispetto alla benzina (senza contare il peso delle bombole). L’Astra ecoM porta all’esordio una miglioria riservata al sistema multimediale IntelliLink con navigatore satellitare Navi 900, che integra i distributori di metano fra i punti d’interesse: basta scorrere l’elenco di quelli presenti nelle vicinanze per farsi indicare il percorso. Una bella comodità alla luce del principale difetto riscontrato dai proprietari di un’auto con questo carburante: la mancanza di distributori (in Sardegna non ce n’è nemmeno uno). In caso di emergenza però si può fare affidamento sui 13 litri presenti nel serbatoio della benzina.

Opel Astra
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
90
104
117
70
70
VOTO MEDIO
3,2
3.16408
451


Aggiungi un commento
Ritratto di danilo.maiolini
1 settembre 2017 - 14:14
Bisogna tener conto del peso delle bombole per il metano quindi c'è un maggior consumo di pneumatici, e un maggior lavoro per le sospensioni, certo tutto questo il costruttore l'ha progettato in special modo le testate perchè il metano ha più detonazione della benzina, le bombole ogni cinque anni vanno revisionate se non erro. Secondo me un 1800 và benissimo per automobili di questo genere in special modo quando si accende l'aria condizionata o altro che può far perdere cv e potenza, dico questo perchè ne vengo da una esperienza di cinque anni con il metano. Valuterei bene l'acquisto, questo vale anche per il diesel con il filtro antiparticolato che girando in città e poco si accorcia la vita dell'olio.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
1 settembre 2017 - 14:19
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di phoenix
1 settembre 2017 - 22:07
A livello di km/euro é inarrivabile come alimentazione, poi ognuno fa i dovuti ragionamenti sulla base delle sue esigenze.
Ritratto di lucios
2 settembre 2017 - 17:41
4
Secondo me, come si risparmia col metano, in questo momento non si risparmia con nessun'altro tipo di auto! Eccetto le elettriche pure!
Ritratto di yalen86
2 settembre 2017 - 23:21
Veramente l'ibrida ha senso solo se fai città. Se vai in autostrada è un'auto a benzina tale e quale. Col metano invece risparmi sia in città che in autostrada. Aggiungo che la tecnologia è andata avanti, molto avanti e spesso non si notano differenze con altri motori come il diesel o il benzina. 10 anni fa forse perdeva potenza. Ora no. La ruota di scorta.. anche lì.. non ha più alcun senso in quanto o la usi d'estate e basta perché d'inverno dovresti avere il pneumatico invernale per essere a norma in alcune strade. Molto meglio il kit di riparazione per andare dal gommista e cambiarla. Poi.. quante volte avrai forato in tutta la vita?
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
3 settembre 2017 - 23:14
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di silvano 103
1 settembre 2017 - 15:51
Riguardo l'affidabilità del metano, posso dire questo: 9 anni fa acquistai un Opel combo 1600 aspirato, 90cv a metano (di fabbrica) con cui ho percorso quasi 350.000km, senza mai aver avuto il minimo problema sia al motore che all'impianto, non ho mai sostituito neanche la frizione, nonostante abbia girato quasi sempre in città o paesi con frequenti fermate e prtenze anche con vettura carica, ho dovuto sostituire due volte il pacco bobine (la seconda volta ho tolto il coperchio e non si sono più guastate), oltre alla normale manutenzione, alla fine si è gustata una valvola per cui a metano strappava mentre a benzina ancora andava bene.
Ritratto di CANARINO
1 settembre 2017 - 16:52
Non la cambierò mai con la mia skoda octavia metano cambio automatico!! Una bomba!!!!
Ritratto di Alex bg
1 settembre 2017 - 23:09
Ciao a tutti,mi sono registrato ora,sono possessore da 2 anni e 8 mesi di un OCTAVIA WAGON GTEC,162.000km,a parte un iniettore della benzina sostituito a 128.000km,in garanzia,l auto è perfetta,venendo da 6 Opel,tre trasformate a GPL,e tre a metano,m incuriosisce molto questa nuova astra a metano,vedremo dal vivo se sarà altrettanto perfetta cime l Octavia gtec
Ritratto di alex_rm
2 settembre 2017 - 10:54
Un iniettore della benzina rotto non è cosa da poco e se avviene fuori garanzia(pochi fanno 120000 km in 2 anni)la riparazione costerà un migliaio di euro.
Pagine