NEWS

Opel Combo Life: spazio da vendere

15 marzo 2018

“Incontro ravvicinato” con la multispazio tedesca Opel Combo Life, disponibile anche a sette posti: in attesa di guidarla, ne abbiamo apprezzato lo spazio nell’abitacolo. Ordinabile dall’estate.

Opel Combo Life: spazio da vendere

PUNTA MOLTO SULLA PRATICITÀ - Basata su meccanica e piattaforma condivise con le multispazio Citroën Berlingo e Peugeot Rifter, la Opel Combo si differenzia da queste  soprattutto nella mascherina, nei fari e nei paraurti: rispetto alla “sorelle” francesi, mostra un look più tradizionale (specie rispetto alla Citroën, che ha gli originali Airbump a protezione della fiancata), ma non banale. La mascherina, con lo stemma della casa nella parte superiore, sottolineato da due fregi cromati ai lati, e i grandi fari di forma trapezoidale sono gli elementi distintivi. L’abitacolo, che abbiamo avuto modo di vedere da vicino, stupisce per la quantità di spazio, anche nella variante a passo corto da 440 cm (la Combo Life è disponibile anche nella variante lunga 475 cm). In particolare, si apprezza la luminosità: l’esemplare che abbiamo toccato con mano aveva il tetto panoramico (optional) che comprende anche un grande vano da 36 litri nel cielo dell’abitacolo, nella zona del bagagliaio, per sfruttare in modo intelligente una parte dello spazio normalmente non utilizzata, senza ridurre la  visuale posteriore. A questo portaoggetti alto 7 centimetri, ideale per riporre abiti, libri o piccoli oggetti, si accede sia aprendo il bagagliaio sia dall'interno, grazie a due antine scorrevoli. Le tre poltrone della seconda fila sono indipendenti, piuttosto accoglienti (anche se non quanto i sedili anteriori) e dotate di serie di attacchi Isofix che consentono di montare tre seggiolini per bambini, uno accanto all'altro. Abbassando lo schienale, il bagagliaio passa da un minimo di 597 litri a ben 2.126 (850 e 2.693 litri nella versione lunga). La soglia di carico, a soli 60 cm dal suolo, facilita lo stivaggio di carichi pesanti. 

SPAZIO ANCHE ALLA TECNOLOGIA  - La plancia della Opel Combo Life, piuttosto massiccia e realizzata in plastica rigida (ma gli assemblaggi ci sono sembrati curati), nasconde un grande vano portaoggetti (può contenere anche una bottiglia da un litro e mezzo) nella parte centrale, tra i sedili anteriori. Il sistema multimediale, che si gestisce tramite uno schermo a sfioramento di 8”, supporta i sistemi Apple CarPlay e Android Auto. Ci sono porte Usb anche in seconda fila e, accanto ai piedi del passeggero anteriori, una presa elettrica da 230 V, per alimentare, per esempio, il computer portatile. Inoltre, gli smartphone compatibili possono essere ricaricati anche in modalità wireless grazie al caricabatterie a induzione, sotto i comandi del climatizzatore. Non mancano utili sistemi di aiuto alla guida: dal riconoscimento dei cartelli stradali all’head-up display (proietta le principali informazioni sul parabrezza) a colori, dal cruise control adattativo alla frenata automatica. I motori della Opel Combo sono il 1.2 a benzina a tre cilindri con 110 CV (la variante da 130 arriverà nel 2019) e il 1.5 turbodiesel a quattro cilindri da 75, 100 o 130 cavalli (il più potente anche con il cambio automatico a otto rapporti). La Opel Combo Life sarà ordinabile dall’estate, ma sarà in concessionaria non prima della fine di settembre, a un prezzo (indicativo) di 19.000 euro.

Opel Combo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
11
5
7
7
9
VOTO MEDIO
3,1
3.05128
39
Aggiungi un commento
Ritratto di manuel1975
16 marzo 2018 - 01:52
avrei messo un 2.0 td da 150 cv e 450 Nm
Ritratto di Alfiere
16 marzo 2018 - 13:02
1
Mica è un cassonato o un cassone combinato a due file, è un multispazio per il trasporto. Ma come vi vengono sti colpi di genio?
Ritratto di NITRO75
16 marzo 2018 - 09:54
Macchina indubbiamente comoda e che, per mutate sinergie, ormai è una Peugeot a tutti gli effetti (come del resto prima era un Doblò). Quindi cosa c'è di nuovo da provare/valutare????
Ritratto di AMG
16 marzo 2018 - 10:26
Internamente sembra molto confortevole, con soluzioni intelligenti, ampi spazi e innumerevoli vani, qualità più che discreta, una bella linea e un bell'ambiente. Immagino solo quanti optional si vedano nelle immagini, che nel complesso creano davvero un bell'interno ma che immagino facciano lievitare il prezzo della vettura oltre le sue possibilità...? Comunque tanto valida dentro, e anche come dotazione tecnologica pare, tanto la trovo insignificante fuori, se non propriamente brutta. Immagino che questo sia un punto a sfavore troppo grande (gli esterni) per i quali preferisco la più sbarazzina e dinamica Berlingo, che non ha grandi linee ma si impone come oggetto particolare e anticoncezionale di principio.
Ritratto di MAXTONE
16 marzo 2018 - 12:19
A miomio avviso queste linee razionali e tese trasmettono senso di solidità e concretezza il che, può trasformarsi in gradevolezza nell'osservarla, con questo non voglio affermare che sia una miss ma neanche sgradevole e non priva di qualche vezzo stilistico e leziosita' in alcuni stilemi. Gli interni poi sono davvero stilosi, da notare le bocchette centrali, e il volante svasato sotto che non ti aspetti da un auto votata alla praticità è una bella sorpresa. Anche le plastiche utilizzate mi sembrano di buona qualità e molto ben assemblate come da tradizione Opel. In sostanza trovo questa Combo un auto davvero gradevole nel suo genere e meritevole di attenzione. In realtà, come facevo notare sopra, auspico anche un ritorno di Viano e, spostandosi sul discorso monovolume, un ritorno della vera Classe A nella sua formula originaria (e sono certo che un giorno, non sono certo quando ma accadrà, essa tornerà) così come la bella e originale Audi A2 della quale Audi aveva già sviluppato il progetto per una nuova generazione ma ha poi congelato il tutto in attesa del ritorno di popolarità di questa formula la quale, ripeto, un giorno tornerà, anche se dovessimo aspettare vent'anni.
Ritratto di Vincenzo1973
21 marzo 2018 - 10:14
le plastiche sono identiche per i tre marchi, come da tradizione Opel qui ce ne e' poca...se uno dei tre ha plastiche buone le hanno anche gli altri due, se il primo ha pessime plastiche, di conseguenza, le hanno anche gli altri due. detto questo la macchina e' molto valida secondo me, anche se esteticamente delle tre la Citroen e' quella piu carina, per me.
Ritratto di angeloski
16 marzo 2018 - 10:43
Se oltre al cambio automatico ci abbinassero anche una vera trazione integrale, magari inseribile, sarebbe davvero una vettura dai mille utilizzi.
Ritratto di francesco.87
16 marzo 2018 - 12:54
i passi avanti in questi 3 nuovi modelli che hanno interni quasi simili, ben fatti egradevoli, sono notevoli, xk sono veicoli destinati alla famiglia, dove si ha bisogno di caricare tantissimo per lavoro o svago, am non si rinuncia ad un paicere per gli occhi, veicoli usati tutti i giorni e spesso unica auto in famiglia
Ritratto di IloveDR
16 marzo 2018 - 12:58
4
eppure è una tipologia di auto che, almeno dalle mie parti è ancora apprezzata come seconda auto, Qubo ,Doblò, Partner, Kangoo ne vedo parecchie anche di recente immatricolazione...il successo dei Suv, non ha offuscato questa tipologia di veicoli, che con questa Combo Life va ad assorbire l'eredità delle "vecchie" monovolume.
Ritratto di grande_punto
16 marzo 2018 - 14:05
3
Bello dentro, orrido fuori.. continuo a preferire il Combo B.
Pagine