NEWS

Opel: entro fine 2018 il nuovo stile della marca

11 luglio 2018

Con il prototipo Brand Concept, atteso entro fine anno, la casa tedesca darà un’anteprima dello stile dei nuovi modelli in vendita da metà 2020.

Opel: entro fine 2018 il nuovo stile della marca

TRE CARDINI - Le vicende societarie dell'ultimo periodo non hanno “distratto” la Opel, che dopo essere entrata a far parte della francese PSA (l'acquisizione si è completata ad agosto 2017) ha iniziato a lavorare sui nuovi modelli e sulle strategie per il futuro. Fra queste ci sono anche dei cambiamenti a livello di stile, destinato ad evolversi nel solco di tre linee guida: il carattere tedesco, l’accessibilità e l’emozione. La Opel darà un’anteprima di queste nuove linee guida entro fine 2018, quando mostrerà una proposta di stile disegnata secondo tali caratteristiche, nota per il momento come Brand Concept (qui sopra, espressione traducibile come “concetto di marca”). I primissimi dettagli del prototipo si possono scorgere dall’immagine di anteprima mostrata oggi.

PARLA TEDESCO - La casa tedesca insomma vuole che tutti i modelli in vendita da metà 2020 siano emozionanti da guardare, ma anche “tedeschi”, ovvero che esprimano solidità e robustezza. Le linee guida della Opel Brand Concept si potranno ritrovare nella GT Concept, la proposta di stile lanciata a inizio 2016 che è accattivante, ha linee decise ma non “cade” in esagerazioni, visto che le auto della casa tedesca si rivolgeranno pur sempre alle famiglie. Lo stesso approccio verrà seguito sulla Opel Brand Concept, anche sei dettagli saranno diversi e più moderni. A giudicare dall’immagine gli stilisti della casa di Russelsheim hanno lavorato molto sui fari anteriori, che avranno una “firma” molto riconoscibile, mentre sul cofano sembra esserci una sorta di pinna che farà sembrare l’auto più grintosa e sportiva.

Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
12 luglio 2018 - 08:30
L'Insignia di oggi però è più un'Omega di una volta che una Vectra e, rispetto alle berline premium, per dimensioni si avvicina più alle segmento E, oltre ad essere una valida alternativa alle solite Mercedes, BMW, Audi. Dovessi lavorare con l'auto probabilmente sceglierei la Opel, è molto spaziosa e confortevole, con una guida appagante. Direi che il ruolo di ammiraglia viene ben ricoperto. Non ha uno schema meccanico particolare ma anche Volvo e Audi sono a trazione anteriore.
Ritratto di Giuliopedrali
12 luglio 2018 - 09:38
Chi se ne frega del premium, anche le dimensioni contano, e la Opel è tra le poche al di fuori della ristretta cerchia al momento nippo tedesca a riuscire a vendere berline.
Ritratto di MAXTONE
12 luglio 2018 - 08:01
Negli anni 80 le Manta B elaborate (è noto che la Manta sia una delle auto più elaborabili al mondo) erano diventate lo spauracchio in Autobahn dei proprietari di 911 che non di rado si trovavano attaccate al paraurti le Manta i200/300 o le GSi, auto sulle quali si poteva installare senza difficoltà il 3.0 24V della Senator eventualmente anche sovralimentato e per un auto che pesava 950 kg voleva dire avere un missile con pochi soldi. Rarissime invece le 400 Gruppo B stradali, solo 245 esemplari prodotti per l'utilizzo stradale poiché la casa aveva ricevuto il permesso dalla FIA di poterla omologare anche senza produrne necessariamente 400 unità come richiesto dal GR.B infatti i pochi esemplari reperibili valgono cifre superiori ai 100.000€. Consiglio a tutti il bellissimo film commedia che ironizza sui cosiddetti "Manta-Fahrer" (guidatori di Manta), il film è arrivato in Italia con l'asettico titolo di "Un motore per amico" e andò in onda per la prima volta su Raiuno nell'ottobre 1995 ma se cercate su YT lo trovate, almeno il trailer con il ben più eloquente titolo originale "Manta,Manta". Un altro film ad essa dedicato è "Manta, der Movie" e due film del 2010-2011 "New Kids Turbo" e relativo sequel dell'anno seguente.
Ritratto di Ercole1994
11 luglio 2018 - 20:06
Se prenderanno spunto dal concept GT del 2016, potrebbero uscirne fuori bei modelli. Crossland e Grandland X, per quanto francesi nella meccanica, conservano ancora quello stile da GM.
Ritratto di AMG
11 luglio 2018 - 20:37
BASTA con tutto questo far pubblicità volendo far passare l'Opel di oggi per TEDESCA, perché fino a ieri rimarchiava veicoli Chevrolet (ben poco tedeschi!!!) e oggi lo farà con le auto francesi non mi pare che sia quell'idea di qualità tedesca che qui si vorrebbe far passare. Inoltre trovo che sia veramente un segno di frustrazione da parte della casa doversi esasperare così, chiaramente non è ben percepita come "tedesca" perché altrimenti non avrebbe bisogno di dirselo da sola.
Ritratto di Giuliopedrali
11 luglio 2018 - 22:29
Bo più tedesca di Opel. Proprio perché sono auto tedesche per i tedeschi, non tanto per far svettare il premium tedesco nel mondo.
Ritratto di Gianluigi74
11 luglio 2018 - 22:52
La Opel sono 30 anni che mette su strada macchine americane della GM con la mascherina differente (in UK le chiamano Vauxal)l. E' praticamente fallita perdendo 2 miliardi all'anno per 15 anni di fila ed stata tenuta in piedi solo grazie al governo tedesco. Da pochi mesi è stata rilevata dai cinesi della Dongfeng tramite la controllata Peugeot Citroen (grazie ad un accordo tra i governi Francese, Tedesco e Cinese).
Ritratto di MAXTONE
12 luglio 2018 - 08:12
Eppure quanti giovani, me compreso, ha fatto sognare anche nella decade 90-2000 con coupé bellissime, ben fatte e accessibili nel prezzo come la celebre Calibra (ricordate la Turbo 4x4?) che vinceva nel DTM e la Tigra A (poi sostituita dalla bruttissima e insignificante Tigra Twin Top) tuttavia l'Astra GTC del 2005 e la Insignia A del 2008 sono rimaste testimonianze di come Opel abbia saputo tirar fuori cose buone anche nel periodo della decadenza, facendo un parallelo con le carriere dei Beatles e dei Duran Duran.
Ritratto di Giuliopedrali
12 luglio 2018 - 08:49
Si ma vedrete! È un marchio per una clientela forse tradizionalista e un po' anziana, però molto adatto all'elettrico in PSA, ha 120 anni e in tutto il nordeuropa è un mito, ha sempre venduto con le auto alto di gamma, è declinato in Vauxhall in UK.
Ritratto di AMG
11 luglio 2018 - 20:39
Ad oggi Opel (l'ultima Insignia a parte) sconta un design che è molto stagnante... E' sempre quello e stanca in fretta, non da particolare carattere o grinta ai suoi modelli con le linee.. Un nuovo corso è proprio quello che serve al marchio per spolverarsi, questo ovviamente se il nuovo corso soddisferà davvero le aspettative che permetterebbero a Opel di riscattarsi, almeno da un punto di vista di design
Pagine