NEWS

Opel: entro fine 2018 il nuovo stile della marca

11 luglio 2018

Con il prototipo Brand Concept, atteso entro fine anno, la casa tedesca darà un’anteprima dello stile dei nuovi modelli in vendita da metà 2020.

Opel: entro fine 2018 il nuovo stile della marca

TRE CARDINI - Le vicende societarie dell'ultimo periodo non hanno “distratto” la Opel, che dopo essere entrata a far parte della francese PSA (l'acquisizione si è completata ad agosto 2017) ha iniziato a lavorare sui nuovi modelli e sulle strategie per il futuro. Fra queste ci sono anche dei cambiamenti a livello di stile, destinato ad evolversi nel solco di tre linee guida: il carattere tedesco, l’accessibilità e l’emozione. La Opel darà un’anteprima di queste nuove linee guida entro fine 2018, quando mostrerà una proposta di stile disegnata secondo tali caratteristiche, nota per il momento come Brand Concept (qui sopra, espressione traducibile come “concetto di marca”). I primissimi dettagli del prototipo si possono scorgere dall’immagine di anteprima mostrata oggi.

PARLA TEDESCO - La casa tedesca insomma vuole che tutti i modelli in vendita da metà 2020 siano emozionanti da guardare, ma anche “tedeschi”, ovvero che esprimano solidità e robustezza. Le linee guida della Opel Brand Concept si potranno ritrovare nella GT Concept, la proposta di stile lanciata a inizio 2016 che è accattivante, ha linee decise ma non “cade” in esagerazioni, visto che le auto della casa tedesca si rivolgeranno pur sempre alle famiglie. Lo stesso approccio verrà seguito sulla Opel Brand Concept, anche sei dettagli saranno diversi e più moderni. A giudicare dall’immagine gli stilisti della casa di Russelsheim hanno lavorato molto sui fari anteriori, che avranno una “firma” molto riconoscibile, mentre sul cofano sembra esserci una sorta di pinna che farà sembrare l’auto più grintosa e sportiva.

Aggiungi un commento
Ritratto di MAXTONE
12 luglio 2018 - 08:17
Ho visto i render di nuova Corsa e pare spettacolare. Era anche ora direi visto che l'@ttuale è solo un restyling della Corsa D del 2005, probabilmente l'avrebbero fatta uscire anche prima se avessero trovato il partner giusto come accadde nel 2005 con Fiat utilizzando il pianale della Grande Punto.
Ritratto di FRANCESCO31
11 luglio 2018 - 21:14
la fusione con Opel sarebbe stato ideale x la Fiat, peccato ! ! !
Ritratto di lucios
11 luglio 2018 - 22:08
4
Beh, spero che l'animo tedesco risorga presto in OPEL. Da possessore di una Grandland X, devo ammettere che la qualità è più francese che teutonica, soprattutto negli interni.
Ritratto di ConteBerengario
12 luglio 2018 - 12:38
Esatto. L'avevo presa anche io in cosiderazione, poi sapendo che il pianale e gl interni erano PSA ho lasciato subito e preso una Touran. Grande scelta, un livello di confort paragonabile alla BMW/Mercedes.
Ritratto di Giuliopedrali
11 luglio 2018 - 22:33
In realtà ogni marca dovrebbe ricuperare il suo vero carattere per essere apprezzata. Opel è ricordata per auto piuttosto grosse con un discreto fascino. Speriamo che PSA punti per Opel soprattutto su questo settore.
Ritratto di MAXTONE
12 luglio 2018 - 08:21
Pensa che venivano soprannominate "Doktor-Wagen" perché negli anni 30 erano le auto preferite dai medici tedeschi che spesso dovevano girare molto in auto per effettuare visite a domicilio e necessitavano di auto estremamente affidabili quali erano appunto le Opel.
Ritratto di Giuliopedrali
12 luglio 2018 - 08:53
La Doktor wagen era anche quella del 1908 1912, erano affidabili e le prime in Germania prodotte in grande serie. Accessibili ad un pubblico ampio (relativamente). In un libro italiano di storia dell'automobile degli anni 60 che ho, è scritto che la Opel 1912 veniva quanto una Ferrari oggi (1960) quindi poco per l'epoca...
Ritratto di Xadren
12 luglio 2018 - 09:06
1
Mio nonno negli anni Ottanta e Novanta ebbe le Opel Ascona e Vectra, come non pochi altri in quel periodo, a significare un prestigio del marchio che, senza mai essere davvero al livello delle connazionali (che tale prestigio fosse meritato per tutte, all'epoca, non sono sicuro), quanto meno era riconosciuto dal grande pubblico. Speriamo possa tornare qualcosa di simile. La notizia non mi stupisce più di tanto, avendo PSA stessa dichiarato di avere acquistato Opel proprio per la sua germanicità, con cui mirare a quei clienti che, a quanto pare, un'auto francese non l'avrebbero acquistata mai, a prescindere dalla sua qualità. Si sa niente, comunque, di un ritorno di Chevrolet in Europa?
Ritratto di Giuliopedrali
12 luglio 2018 - 09:42
Si ma le auto che uno pure da noi sognava si fermano alla Ascona e Manta, anche se si ci sono stati modelli stupendi anche dopo, basta pensare alla Calibra: l'ultimo coupé decente. Mio zio aveva una Opel Rekord coupé (modello 1967), non vedevi l'ora di farci un viaggio.
Ritratto di Xadren
12 luglio 2018 - 10:01
1
Veramente una bella macchina la Rekord. Tempo fa, cercando notizie di Opel su alcuni siti americani (è sempre interessante sapere che cosa pensino Oltreoceano su marchi che essi non hanno) era ricordato come i modelli di maggiore successo, quelli più belli, fossero stati quelli in cui il carattere tedesco fosse stato più libero d'esprimersi, invece di avere un mero copia e incolla di vetture americane. Mi sento d'accordo e infatti sono curioso di vedere il nuovo stile di Opel (così come il nuovo stile di Buick, ora che deve camminare con le proprie gambe).
Pagine