Opel Karl: razionale ma non povera

Pubblicato 04 marzo 2015

La Opel Karl è una citycar a cinque porte e cinque posti, offerta solo con un 1.0 a benzina da 75 CV. Molto lo spazio e curate, per la categoria, le finiture.

Opel Karl: razionale ma non povera
DOPO L’ESTATE - Dell’Agila, che sostituisce, la Opel Karl conserva solo l’impostazione generale: una carrozzeria alta  e con cinque porte. Lunga 368 cm, la nuova Opel ha un aspetto personale, grazie ai fari appuntiti e alle marcate nervature sulle fiancate. Unico il motore, un “mille” a tre cilindri da 75 CV con percorrenze medie dichiarate di 23,3 km/l (merito anche del peso ridotto: solo 939 kg). Spazioso il baule (fino a 940 litri) che, però, non dispone né di cordicelle per alzare la cappelliera con il portellone né di piccoli ganci per appendere i sacchetti della spesa. Sarà nelle concessionarie dopo l’estate, con prezzi a partire da 9.900 euro.
 
 
AMPIO E BEN FATTO - A dispetto del profilo discendente del tetto, che contribuisce a non far apparire la Opel Karl una “scatoletta”, lo spazio per la testa di chi siede dietro è elevato: solo chi sfiora i due metri d’altezza rischia di “toccare” con il capo. Di rilievo l’ariosità dell’abitacolo, grazie anche alle portiere di ridotto spessore e scavate all’altezza dei gomiti. Di buon livello (visto il tipo di vettura) sono anche le plastiche usate: come in tutte le rivali, sono rigide ma ben lavorate e, a un primo esame, difficilmente graffiabili. Gradevoli da azionare anche i comandi (spesso ripresi da vetture di categoria superiore), mentre non mancano optional di pregio come il sistema multimediale collegabile a uno smartphone, il volante e i sedili riscaldabili e il dispositivo che avvisa in caso di abbandono involontario della corsia. 
 
 
UN TASTO E CHIEDI AIUTO - Come per tutte le Opel, anche sulla piccola Karl sarà disponibile il sistema onStar che, a fronte di un abbonamento annuale (il costo non è stato ancora comunicato), permette di mettersi in comunicazione con una centrale operativa premendo un solo pulsante: si potrà così chiedere informazioni su un ristorante in zona, assistenza stradale o farci inviare sul navigatore il percorso da seguire per raggiungere il posto desiderato. Inoltre, in caso di incidente di una certa entità (ad esempio con attivazione degli airbag), il sistema onStar provvederà a inoltrare una chiamata di emergenza automatica per richiedere soccorso.
VIDEO
Opel Karl
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
42
38
51
37
70
VOTO MEDIO
2,8
2.76891
238




Aggiungi un commento
Ritratto di Paglianti
4 marzo 2015 - 17:58
Sinceramente rimango della mia idea. Se devi comprare una citycar, o una ti piace davvero tanto esteticamente, oppure la differenza la fa il prezzo. Non vedo fra la concorrenza differenze tali da poterne definire una migliore o una peggiore..
Ritratto di Tob
4 marzo 2015 - 18:32
1
Per me è piuttosto carina, non mi piacciono i fari posteriori e il 1.0 tre cilindri, mi piacerebbe se mettessero il solito 1.4 da 90 cv o al massimo il 1.0 però in versione da 90 cv...
Ritratto di NelSeprio
4 marzo 2015 - 18:58
Una delle opel piu belle-.-
Ritratto di onlyroma
5 marzo 2015 - 11:14
......
Ritratto di M93
4 marzo 2015 - 19:55
A me non dispiace: è una citycar razionale e senza fronzoli, senza però sembrare "povera" o dimessa, specialmente nell'abitacolo. Vista la categoria, ha dettagli apprezzabili: niente lamiera a vista, vetri posteriori discendenti (e non a compasso, come si tende a fare) e un equipaggiamento tecnologico non scontato per il tipo di auto. Il frontale mi ricorda il vecchio family feeling Opel.
Ritratto di katanè
4 marzo 2015 - 20:15
Bella e personale quanto basta senza eccessi, capisco che siano utili gli alzavetro elettrici posteriori ma non sarebbe stato meglio mettere gli "appigli" per i passeggeri posteriori??? Scomettiamo che questa Karl ha lo specchietto di cortesia nell'aletta passeggero? La Corsa questi "accessori utili" non li monta e questa si! :-D Saluti! :-)
Ritratto di IloveDR
5 marzo 2015 - 09:16
4
è stata sviluppata sulla stessa struttura della Spark di Chevrolet, le dimensioni si equivalgono...il solito frittomisto di General Motors...negli ultimi anni le scelte per il mercato europeo della Big Three americane sono molto discutibili, riciclaggio di "vecchi modelli", veicoli nati per mercati emergenti di qualità molto scadente, totale abbandono. Io sto con chi crede in Noi (VW, PSA, Renault-Nissan...
Ritratto di monodrone
5 marzo 2015 - 10:34
Più che Karl direi Kiarl.....
Ritratto di notasoccerplayer
5 marzo 2015 - 10:45
4
Il frontale sa un po' di vecchio ma gli interni sono davvero notevoli. E almeno è un po' sobria - ultimamente la ricerca disperata della "personalità" sta partorendo aborti multi-color fluorescenti orrendi nel settore dell piccole
Ritratto di katanè
5 marzo 2015 - 14:45
Certo potrebbe trattarsi di un'evoluzione della Spark marchiata Opel, in fondo entrambe le case fanno parte del Gruppo General Motors quindi saranno progetti che nascono da una base comune.
Pagine