NEWS

La Opel illustra la sua strada verso l’auto elettrica

Pubblicato 10 luglio 2021

Entro il 2028 la Opel venderà in Europa solo auto elettriche e, entro il 2024, proporrà esclusivamente vetture ibride. Nel 2025 torna la Manta.

La Opel illustra la sua strada verso l’auto elettrica

FISSATA LA DATA - Nell’evento EV Day, il gruppo Stellantis ha delineato la strategia che adotterà per trasformare la produzione e realizzare i modelli elettrici dei suoi 14 brand (qui per saperne di più). Uno di questi è la Opel, la quale ha annunciato che, entro il 2028, venderà in Europa solo auto elettriche. A dichiararlo è lo stesso ceo della compagnia tedesca Michael Lohscheller (guarda il video qui sotto). Prima della completa transizione la Opel, entro il 2024, proporrà in Europa esclusivamente modelli elettrificati, dunque ibridi. 

TORNA LA MANTA - Le elettriche del futuro verranno ingegnerizzate sulla piattaforma STLA Small del gruppo Stellantis, specifica per vetture piccole e compatte con un’autonomia fino a 500 km. Entro il 2025 dovrebbe essere presentata la nuova generazione della Manta, una coupé elettrica con una linea avveniristica, della quale la Opel ha diffuso un disegno (qui sopra) che, però, al momento non è rappresentativo della versione di serie.

PER ORA SOLO TRE - La Opel ha attualmente a listino le versioni elettriche della Corsa e della Mokka, oltre ai furgoni Vivaro e Combo. La Grandland ha, invece, la versione top di gamma ibrida plug-in. Nei primi quattro mesi del 2021 la casa tedesca in Europa ha raggiunto una quota complessiva nelle vendite di elettriche e ibride pari al 9%.

RITORNO IN CINA - Per crescere ancora la Opel ha in programma lo sbarco in Cina, che è il mercato automobilistico più grande al mondo. La compagnia tedesca in passato è già approdata in Cina dove ha venduto circa 5.000 vetture, tuttavia le vendite sono state frenate perché le auto erano importate e soggette a tariffe elevate.





Aggiungi un commento
Ritratto di katayama
12 luglio 2021 - 14:34
È la solita bolgia italica. E la Humber Sceptre dell'impeccabile turista inglese data alle fiamme ne: "In nome del popolo italiano - Viva l'Italia!" - see on YouTube - che fa tanto riflettere ancora oggi, come il resto (Risi, mica Vanzina o Verdone, pur con tutto il rispetto). Ma tant'è, siamo superiori, è il dogma calcistico-massmediatico che lo sanziona, nella sua intrinseca stupidità che tutto equipara, perché capace di sole equazioni di primo grado, e non comprende disequazioni.
Pagine