Pagani: in futuro una supercar elettrica

La Pagani si sta già strutturando per lo sviluppo di un futuro modello elettrico super esclusivo e dalle prestazioni entusiasmanti.

STUDI GIÀ IN CORSO - Le auto elettriche sono destinate a prendere sempre più piede, anche nel rerefatto mondo delle hypercar. La Pagani, l’azienda di  San Cesario sul Panaro, nota per le sue Zonda e Huayra (nella foto), non sfugge a questa tendenza, tanto da creare al suo interno una divisione per lo sviluppo dei modelli elettrici. "Gli studi su una Pagani elettrica sono già in corso (ha anticipato il fondatore dell'azienda al settimanale inglese Autocar). L'idea è di avere una sezione operativa per la fine del 2018 dedicata allo sviluppo e ai test sull'elettrico". Nel corso della stessa intervista Horacio Pagani ha annunciato che la sua azienda non vuole rinunciare ai motori benzina, ma è al lavoro su quello che sembra ormai un obiettivo comune un po’ a tutti.

INSIEME ALLA MERCEDES? - La Pagani ha da sempre un accordo di collaborazione con la Mercedes che fornisce i motori sviluppati dal reparto AMG (V12 aspirato per la Zonda, V12 turbo per la più recente Huayra) alla piccola factory in provincia di Modena. E la Mercedes ha tutta la tecnologia necessaria per realizzare un’auto elettrica ad alte prestazione, come ha dimostrato già a partire dal 2010 con la Mercedes SLS E-Cell. Logico quindi ipotizzare che la Pagani possa trovare un accordo con la Stella per sfruttare tale tecnologia. L’obiettivo di Horacio Pagani è quello di ottenere un’auto dalle prestazioni entusiasmanti, bella da guidare e leggera, puramente elettrica e non ibrida. Pagani ha poi ammesso di avere chiesto ai tecnici un'auto elettrica con il cambio manuale, che renderebbe la sua creatura unica nel panorama mondiale.



Leggi l'articolo su alVolante.it