Pambuffetti PJ01: in strada come in pista

Pubblicato 14 giugno 2021

Questa nuova supercar italiana si ispira alle auto da corsa, ed è spinta da un motore V10 di 5.2 litri che può arrivare fino a 820 CV.

Pambuffetti PJ01: in strada come in pista

Svelata nei giorni scorsi al Milano Monza Motor Show, la Pambuffetti PJ01 è una a nuova supercar italiana realizzata dall’omonimo marchio umbro fondato da Juri Pambuffetti, la cui famiglia opera nel campo degli allestimenti speciali degli autobus con l’azienda New Car. Il progetto, partito nel 2017, ha come obiettivo quello di realizzare una supersportiva artigianale con prestazioni e sensazioni di guida simili alle monoposto di Formula 1. La casa dichiara che ne costruirà 25 unità al prezzo unitario di 1,5 milioni di euro.

Per massimizzare le prestazioni della Pambuffetti PJ01 e tenere basso il peso (pari a 1.100 kg), il costruttore ha utilizzato un telaio in acciaio e carbonio, impiegando una carrozzeria realizzata interamente in carbonio, realizzata con la collaborazione della fiorentina Carbon Dream. Il design della PJ01, realizzato Marco Sforna, evidenzia forme votate alla massima efficienza aerodinamica. Il frontale si caratterizza per le grandi prese d’aria, che vanno quasi a “svuotarlo”, e per i sottili fari. Lo stesso si può dire per le fiancate, mentre la coda è dominata da un estrattore che si estende a tutta larghezza, e dal terminale di scarico alto. Il tutto è stato studiato per ottimizzare la deportanza della vettura che è in grado di generare una spinta verso il basso di 500 kg a 280 km/h.

A spingere la Pambuffetti PJ01 troviamo un V10 aspirato di 5.2 litri di origine Lamborghini, elaborato per erogare da 700 a 820 CV, a seconda della preparazione richiesta dal cliente, abbinato a un cambio sequenziale a sei marce. Ad arrestare la vettura ci pensa l'impianto frenante con dischi anteriori da 380 mm e posteriori da 365 mm (optional i carboceramici). Dovrebbero assicurare prestazioni dinamiche all’altezza le sospensioni a doppio triangolo con bracci dal profilo aerodinamico. I cerchi in lega superleggera, sono prodotti dalla OZ e misurano 19" all'anteriore e 20" al posteriore. Per accedere all’interno dell’abitacolo, molto rastremato e in perfetto stile F1, così come la posizione di guida, si utilizzano delle portiere ad ala di gabbiano.





Aggiungi un commento
Ritratto di Vincenzo1973
14 giugno 2021 - 14:22
calcolando che non sono degli improvvisati visto che gia operano nel settore, il progetto assume risvolti interessanti. ammetto che non mi fa impazzire esteticamente, ma il peso di 1100 kg e' impressionante. magari al posto del nome del fondatore sceglierei un nome semplicemente evocativo
Ritratto di Andrea Zorzan
14 giugno 2021 - 14:47
Il paradosso è che Pambuffetti è più decoroso del nome dell'azienda (New car), che sa molto di concessionaria multimarca di terza categoria (anche se, in realtà... https://www.newcar.it/it/azienda/).
Ritratto di Volpe bianca
14 giugno 2021 - 15:04
....stavo pensando agli interni della Rimac Nevera e poi vedo questi.... con quello che costa.....mah. Il frontale sembra incompleto, bello il posteriore ma sà di qualcosa di già visto.
Ritratto di katayama
14 giugno 2021 - 15:38
Orgoglio italiano... e sto praticamente vomitando il panino dalle risate.
Ritratto di gt3mc12
14 giugno 2021 - 16:24
Immaginabile sia stato fatto un collaudo continuativo in pista anche per parecchie ore senza decadimento prestazionale con rapide soste per il rabbocco carburante
Ritratto di Paolo Giulio
14 giugno 2021 - 16:36
Se andassi a riprendere i commenti all'epoca delle prime foto di quando Horacio Pagani si "buttò" sul mercato, leggerei tanti commenti simili... ORA: lungi da me la certezza che la PJ farà lo stesso percorso, ma tanti giudizi sono più frutto dell'"ignoranza" che di valide contrarietà. Anche a me PERSONALMENTE non piace, ma non piacerebbe nemmeno se avesse un cavallino (di Maranello) o una cavallina (di Stoccarda) sul cofano... non sono così sicuro di poter dire lo stesso per TANTI altri che, letto il brand, si "convincono" della bontà o meno di un'auto. Concordo che 1.5 mln di euro siano TANTI soldi e anche io mi rivolgerei altrove a parità di spesa. Ma c'è altrettante TANTA gente per la quale 1.5 è relativamente una spesa "normale" e che, appassionata di motori, magari ci tiene ad avere in garage un mezzo del genere...
Ritratto di Sepp0
14 giugno 2021 - 16:42
Ennesimo progetto nato per spillare soldi a qualche multimilionario annoiato. Qualcuno che ci casca lo troveranno di sicuro.
Ritratto di Oxygenerator
14 giugno 2021 - 20:17
Concordo
Ritratto di Sepp0
16 giugno 2021 - 15:28
Magari sono malizioso io, ma tutti sti progetti di "supercar" ibride o elettriche costosissime che stanno nascendo come funghi portati avanti da un carrozziere e un meccanico che fanno joint venture per me sono scandalosi. Capisco che però la tentazione di provare a fare un sacco di soldi col minimo sforzo puntando sugli allocchi sia molto forte.
Ritratto di Oxygenerator
16 giugno 2021 - 16:03
@ Sepp0 Nella patria dei furboni poi, essere maliziosi è sopravvivenza…
Pagine