NEWS

Parlamento: basta con l’autovelox usato per fare cassa

29 gennaio 2016

La Camera ha approvato una mozione e chiede che il governo prenda provvedimenti per porre fine al malcostume.

Parlamento: basta con l’autovelox usato per fare cassa
MULTE PER INCASSARE - Alcuni deputati di opposizione hanno proposto all’assemblea della Camera una mozione che punta il dito contro la politica di molti comuni i quali impiegano l’autovelox (e strumenti analoghi) come uno strumento per realizzare introiti nelle casse comunali. Vale a dire che lo strumento per rilevare la velocità dei veicoli viene usato soltanto per elevare contravvenzioni che procurano entrate ai Comuni. Anche se si è trattato di una iniziativa di parlamentari dell’opposizione il governo si è dichiarato d’accordo e nella votazione il documento è stato approvato.  
 
USO DISTORTO - Oltre a costituire una denuncia nei confronti delle tante, troppe, amministrazioni comunali che adottano questa logica di comportamento, la mozione chiede al governo di “mettere fine al più presto all’utilizzo distorto degli strumenti per la sicurezza degli automobilisti, che viene impropriamente finalizzato ad alimentare le entrate nelle casse dei comuni”. Ma non solo, la mozione della Camera dei deputati solleva anche il problema dell’impiego dei denari incassati con le multe elevate mediante autovelox e simili. 
 
INCASSI IN SICUREZZA - Ai ministeri delle Infrastrutture e dell’Interno, sollecita infatti un impegno affinché gli enti locali riferiscano dettagliatamente quante multe hanno elevato, quanto hanno incassato e come sono impiegati tali fondi. Ciò ricordando che il 50% degli introiti derivati dalle sanzioni stradali pagate deve essere impiegato per interventi mirati a migliorare la sicurezza stradale. Ciò prevedendo anche sanzioni per i Comuni inadempienti.


Aggiungi un commento
Ritratto di ricky224
29 gennaio 2016 - 15:22
del resto sono solo 15 anni che questo andazzo va avanti...
Ritratto di gynt
29 gennaio 2016 - 16:23
Non riesco a farmi cambiare idea: se si rispettano le regole non si prendono multe con questi aggeggi, invece no bisogna andare sempre oltre, come se non bastasse segnalare la presenza di un autovelox 1 km prima bisogna arrivarci sotto e frenare fino a 20 km/h sotto il limite.
Ritratto di PongoII
29 gennaio 2016 - 16:24
7
parole, parole, parole...
Ritratto di Blueyes
29 gennaio 2016 - 16:31
1
Cosa mi tocca leggere nei commenti...ma vi sentite? Quanti anni avete? E dove vivete? Vi consiglio caldamente di andare all'estero e di andarci con la vostra auto, vedrete una schiera di autovelox che neanche vi immaginate e indovinate un po'? Tutti rispettano le regole e il traffico è scorrevolissimo. E nessuno si lamenta perchè le regole ci sono e non sta al cittadino discuterle. Qui no, ah ma io sono bravo al volante, si fa cassa, i velox sono incostituzionali e altre str...simili. L'Italia non è un paese povero, ma un povero paese diceva De Gaulle. Proprio vero.
Ritratto di osmica
29 gennaio 2016 - 19:20
Concordo pienamente... Ormai vivo all'estero. Esperienza della scorsa settimana: visita di un amico e guida lui in citta'. Il limite e' di 30 (zona residenziale con annessa scuola e asilo, tutto segnalato) e lui va allegro 62: palletta, 1.200€ di sanzione e 3 giorni di insulti e lamenti. Mah...
Ritratto di onlyroma
30 gennaio 2016 - 19:20
Osmica,anche io sono favorevole ai limiti di velocità e autovelox per imporre una regola. Ma ci sono dei problemi qui in Italia. Limiti di velocità ok,ma non puoi pretendere che un automobilista vada più piano di un ciclista. Limiti di 30 km/h sono improponibili,anche in città. Su strade 2 corsie tipo SS ci sono limiti a 60 non si possono rispettare nenanche volendo. Quante volte ti capita di voler rispettare un limite e devi stare con il piede sul freno perchè magari in discesa? Io sarei per un aumento dei limiti tipo in autostrada a 150,ma chi sgarra stracci la patente.
Ritratto di osmica
30 gennaio 2016 - 19:40
Certo, se il limite e' 150, la patente te la ritirano a 190kmh... Tornando alle tue teorie, prova ad andare ad abitare in altre realta', dove nei centri storici, nelle zone residenziali i limiti sono 30km/h e dopo riparlane. Vivo in una viuzza a 30 e posso stare tutto il giorno con la finestra aperta e i ragazzi girano in bicicletta. Prima, in Italia, con il limite 50km/h la gente sfrecciava a 70 e i genitori portavano i figli in ogni dove con la vettura per poi lamentarsi di cercare sempre il parcheggio. Cmq, vado al lavoro in bici e sorpasso le vetture ferme in coda del traffico congestionato... Secondo te, non e' giusto manco questo?
Ritratto di onlyroma
30 gennaio 2016 - 21:36
Hai capito poco di quello che avevo scritto. L'aumento dei limiti a 150 comporta una multa superati anche di 5km/h. Se tu con la tua auto riesci a mantenere 30 in città ok. Io no. E non perché ho un bolide,ma xche è praticamente impossibile
Ritratto di osmica
30 gennaio 2016 - 22:03
Ok, hai ragione. Non hai idea di quello che sostieni, ma parli di impossibilita'. Non so quali requisiti deve avere una persona per mantenere 30, 50, o 90km/h e la tua impossibilita' nel mantenere una mera velocita' e' inquitante...
Ritratto di onlyroma
30 gennaio 2016 - 22:44
Dimmi la verità, tu rispondi così per cercare lo scontro x forza? Ma tu a 30 che marcia usi? Io abito.in una grande città e Nn al paesino. Immagina 2 ore x roma sempre in seconda. Prima di dire le cose ragiona. Con questo concludo xche ho capito che sei il classico personaggi etto che non ha nulla da fare e scassa a tutti.
Pagine