Parola di designer: per la Kia, la wagon è sportiva

06 marzo 2015

Parliamo della concept Sportspace con Gregory Guillaume, responsabile del design Kia in Europa.

Parola di designer: per la Kia, la wagon è sportiva
La novità più importante allo stand Kia del Salone di Ginevra, aperto al pubblico dal 5 al 15 marzo 2015, è il prototipo di una grossa wagon, la Sportspace: bassa, slanciata e aggressiva, prefigura da vicino la futura Optima di serie, che con ogni probabilità arriverà anche in Italia entro la fine dell’anno in versione berlina, e nel 2016 in allestimento cinque porte. Ne abbiamo parlato con Gregory Guillaume (foto sopra), a capo del centro stile europeo della Kia.
 
Da dove nasce l’idea della Sportspace? 
Trattandosi della prima wagon di grandi dimensioni della Kia, prima di partire con il progetto abbiamo preso in esame quello che le altre case propongono. Estremizzando, ci sono due tipi di wagon: quelle classiche, con il tetto piatto e il portellone verticale, molto spaziose ma dalla forma “a scatola”; e quelle che vengono definite shooting brake, quelle cioè con una coda molto rastremata, che comporta una riduzione della capacità (e praticità) di carico. Noi abbiamo voluto fare qualcosa di diverso: come dice il nome, un’auto dalle forme sportive, ma tuttavia spaziosa. Ecco perché è bassa, e quindi filante, ma ha le fiancate squadrate. Inoltre, diversamente da tutte le altre wagon, il terzo finestrino della Sportspace è molto corto. In questo modo evochiamo un’idea di forza, potenza e solidità. E per accentuare lo slancio abbiamo ripreso un elemento caratteristico della nostra berlina di lusso Optima (finora non importata in Italia), il profilo in alluminio satinato che si allunga dalla parte superiore dei finestrini fin quasi al portellone.
 
 
In questo periodo si vendono bene le suv e le crossover; c’è ancora mercato per una wagon lunga quasi cinque metri?
Le vendite delle grosse famigliari sono stabili, e globalmente su numeri interessanti. Ma c’è un altro motivo che ci ha spinti a sviluppare la Sportspace: una casa come la Kia, che opera sul mercato mondiale, non può avere “buchi” nella gamma.
 
E degli interni, che cosa ci può dire?
In un prototipo come la Sportspace è possibile, e anzi auspicabile, lasciare spazio alla fantasia. Ecco allora che ho voluto immaginare una vettura piacevole a vedersi e anche nella guida, ma adatta anche a trasportare nel comfort quattro persone in una vacanza sulle nevi. I sedili sono due davanti e due dietro, separati da un alto tunnel, e la parte centrale è comunicante con il baule, in modo da poter caricare comodamente le sacche degli sci. 
 
Il bagagliaio è molto particolare: abbiamo visto delle “palline” metalliche sul fondo…
Sì, ma non è una questione estetica. Si tratta di 28 sfere in acciaio, libere di ruotare, che sporgono di qualche millimetro dal pianale, permettendo di spingere i bagagli praticamente senza fare fatica. Poi, quando si chiude il portellone, le sfere si abbassano automaticamente e i bagagli poggiano sul rivestimento e non scivolano più. Ci sembra una soluzione molto pratica, ma, a essere sinceri, non è una nostra invenzione: l’abbiamo ripresa da alcuni trasportatori che abbiamo visto negli aeroporti!


Aggiungi un commento
Ritratto di NelSeprio
6 marzo 2015 - 19:11
Molto bella. Certo che è proprio vero che disegnare macchine lunghe è "facile"
Ritratto di M93
7 marzo 2015 - 12:25
Una concept molto interessante e con una bella linea, che dissimula bene le dimensioni importanti del corpo vettura. Auspicabile che il modello di serie non perda troppo tali caratteristiche.
Ritratto di PopArt
7 marzo 2015 - 13:09
Questi copiano che è un piacere. Sono "parenti" di Samsung alla fine, è inevitabile. Per il resto il concept non mi dice nulla.
Ritratto di Moreno1999
10 marzo 2015 - 21:16
4
Anche a me quesra Kia ricorda moltissimo la Accord Tourer e la Alfa Romeo 145 e 159. Concordo con il dire che i Samsung copiano a manetta, oltre alle forme sempre più rettangolari, ricordo l'Alpha, copia spudorata del 5S. Comunque, dopo aver avuto un Apple per circa due mesi posso dire di non voler assolutamente tornare indietro a Samsung. Il copiare spesso non paga. Anzi, nel mondo dell'automobilismo non ha mai pagato. Guarda le vetture cinesi, oltre ad altre che nonostante tutto vendono, hanno venduto o venderanno, quali la 500L (alias Mini Countryman), Peugeot 308 (alias Opel Astra), vecchia Hyundai i20 (alias Opel Corsa), Opel Karl (alias Kia Picanto), eccetera eccetera eccetera. Ma un minimo di identità no eh? Personalmente con un'auto del genere vorrei distinguermi dalla massa, non è una Panda...
Ritratto di simopente
7 marzo 2015 - 13:52
3
a me ricorda qualche muscle car americane moderne...imponente e cattiva.
Ritratto di FiestaLory
7 marzo 2015 - 23:51
Non è certo brutta, anzi. Forse un po' "concept tipica" che si rende facilmente bella, ma appunto... bella. Vedremo se puntare tanto sul segmento sw, che non è in un periodo d'oro, ripagherà la casa coreana.
Ritratto di Rav
8 marzo 2015 - 14:15
3
Devo dire che a tratti mi ricorda la Honda Accord di cui sembrano avere preso le parti belle. Per il resto quello che mi piace è l'idea di pensare ad una wagon in quanto wagon. Di solito le versioni famigliari, come ha già detto qualcuno, non sono altro che la variante berlina a cui viene aggiunto il volume posteriore, i casi sono sostanzialmente due: 1) quando vogliono dare una linea sportiva sacrificano la capacità del vano. 2) quando vogliono un vano capiente arrivano a linee non molto belle. Qui invece hanno pensato fin da subito a fare una station wagon e il risultato è davvero piacevole, anche se è lunga quasi 5 metri da un'idea di compattezza, di muscolosità che non è tipica in questo segmento. E sì, questa wagon è sportiva, togliendo due porte sarebbe una perfetta shootng brake. Secondo me se si vuole vincere contro i suv, che piacciono molto, è su questi prodotti che bisogna puntare. Il cliente suv cerca una linea muscolosa, a tratti sportiva e che si distingua. Se queste cose le applichi ad un'auto più bassa e più filante che quindi avrà consumi più contenuti forse qualche cliente lo strappi alle altre categorie. Spero la facciano e che le prossime Kia prendano spunto da questa concept.
Ritratto di Gianni.ark
8 marzo 2015 - 19:57
Auto stupenda, soprattutto la coda... è vero, ricorda l'Alfa 159. PS: anche la ragazza accanto ha decisamente il suo perché!!
Ritratto di francesko
9 marzo 2015 - 09:09
Ho sempre detto che la Honda Accord Tourer è un'auto fantastica. Ah no, scusate è una Kia Sportspace. La somiglianza con il posteriore dell'Accord è addirittura imbarazzante.
Pagine