NEWS

Peugeot 308: annunciati i prezzi

Pubblicato 18 giugno 2021

Si parte da 23.750 per la Peugeot 308 1.2 con 110 CV fino ad arrivare a 43.450 euro per l’ibrida plug-in con 225 CV.

Peugeot 308: annunciati i prezzi

ARRIVA A SETTEMBRE - Svelata lo scorso marzo, la nuova generazione della Peugeot 308, si caratterizza per uno stile più curato e per una dotazione tecnologica profondamente rinnovata. La casa francese comunica che è già ordinabile in Italia e che arriverà nelle concessionarie a fine settembre del 2021. Il prezzo di partenza è di 23.750 euro e sono previsti cinque diversi allestimenti (Active Pack, Allure, Allure Pack, GT e GT Pack) e 5 motori, per 21 combinazioni complessive.

LA ACTIVE PACK - La dotazione di serie della Peugeot 308 è già piuttosto completa nell’allestimento Active Pack (nella foto qui sopra) che, tra le altre cose, comprende diversi sistemi ADAS (frenata di emergenza, controllo attivo di uscita dalla corsia, riconoscimento segnali stradali, attention assist), il climatizzatore automatico bi-zona, il parabrezza a isolamento acustico, l’accensione automatica di proiettori e tergicristalli, i fari a led e la strumentazione digitale con display da 10” e sistema multimediale con schermo da 10”.

LA ALLURE - Il secondo livello di allestimento è l’Allure (nella foto qui sopra), che aggiunge differenti elementi funzionali e di design, tra cui il sistema anticollisione e i fari adattivi, i sensori di parcheggio anteriori, l’illuminazione dell’abitacolo a led, fari a led ad artiglio integrali, griglia con inserti cromati e due prese USB posteriori. 

LA ALLURE PACK - L’allestimento Allure Pack propone quattro ulteriori sistemi Adas (cruise control adattivo con funzione di stop & go, sorveglianza dell’angolo cieco, e l’allerta presenza del traffico posteriore), i cerchi in lega da 17” e il caricatore senza fili per lo smartphone. 

LA GT - L’allestimento GT (nella foto qui sopra) enfatizza il carattere sportivo aggiungendo pedaliera e soglie porte in alluminio, volante riscaldato in pelle, cerchi da 18”, fari matrix full led, profili esterni con decorazione cromata e strumentazione 3D. 

LA GT PACK - Più in alto nella gamma troviamo l’allestimento GT PACK che include i sedili riscaldati e massaggianti a regolazione elettrica, l’impianto Hi-Fi Premium Focal da 10 altoparlanti e il visiopark con quattro telecamere.

I PREZZI - L’allestimento base prevede il motore benzina PureTech Turbo 110 con cambio manuale a 6 rapporti in allestimento Active Pack. La Peugeot 308 con motore diesel BlueHDi con lo stesso allestimento parte da 26.550 euro (28.750 euro con l’Allure e 29.750 con l’Allure Pack) e, infine, le nuove propulsioni ibride plug-in hanno un listino che parte dai 36.750 euro della versione Hybrid 180 nel ricco allestimento Allure (37.750 con l’Allure Pack, 39.950 con il GT e 41.950 con il GT Pack). Il motore top di gamma ibrido plug-in da 225 CV può essere abbinato solo agli allestimenti GT e alla GT Pack, e ha un prezzo rispettivamente di 41.450 e 43.450 euro.

Peugeot 308
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
66
48
31
21
23
VOTO MEDIO
3,6
3.597885
189




Aggiungi un commento
Ritratto di Flavio8484
20 giugno 2021 - 09:50
Cmq non é per fare sterile polemica pro e contro elettrico,ma prima della fiesta gpl che ho da 5 anni, ho avuto la fiesta tdci 1.4 che in 289k km, ho cambiato 2 volte la frizione, una volta il galleggiante del gasolio(tra l altro in garanzia) la distribuzione 2 volte, ed il resto tutto cio che cambierebbe un elettrica(freni gomme ammortizzatori). A volte pur di esaltare le mirabilie dell auto elettrica si cade in preconcetti come il tuo del tipo"chissa quante volte hai cambiato questo o quel componente". Se l auto viene trattata come tale, e non come una blindo centauro al fronte, non vedo come possa svenarti con i ricambi. Con la fiesta che guido ora(premesso che ormai faccio pochissimi km, ed in citta vado a piedi),faccio la manutenzione ordinaria e basta. Discorso diverso per la uno turbo, auto storica, ricambi quasi introvabili, il meccanico é il mio migliore amico da qualche tempo, ma questo é un discorso a parte
Ritratto di Volpe bianca
20 giugno 2021 - 09:58
@Flavio8484, la Uno Turbo.....beato te. Ne ho vista una tempo fa rosso scuro con i cerchi bianchi oz
Ritratto di Flavio8484
20 giugno 2021 - 10:14
Quella é la versione "tamarro". Io l ho comprata checera quasi da rottamare, da un ex ragazzo come me, che nel tempo l aveva riempita di cose come filtro aria, turbo maggiorato cerchi etc etc. Io l ho riportata originale come da fabbrica, dopo un restauro totale durato piu o meno un anno
Ritratto di Volpe bianca
20 giugno 2021 - 10:18
Sì era molto tamarra :D, poi per il restauro che hai fatto posso solo applaudire
Ritratto di Oxygenerator
20 giugno 2021 - 10:53
@ Flavio8484 Lei ha ragione. Guido anch’io le termiche da quasi 40 anni e sono abbastanza affidabili. Io qualche brutta sorpresa con fiat e renault, l’ho avuta. Ma ci sono differenze tra marchi e marchi e ford fiesta è sempre stata una garanzia. Io l’ho avuta per molti anni, comprata di terza mano, mai avuto niente. Peró non è da tutte le marche. Diciamo, alla Henry Ford, che “ tutto quello che non c’è, non si puó rompere “ e nell’auto elettrica rispetto alla termica, mancano tantissime “cose” che potenzialmente potrebbero rompersi.
Ritratto di Pintun
18 giugno 2021 - 20:07
Oxy, se le scelte politiche fossero coerenti con l'obiettivo di risparmio carburante e quindi minori emissioni, per prima cosa vieterebbero di vendere crossuv e in genere auto che superano un determinato peso e di conseguenza ogni motore che non garantisca almeno una soglia minima di km con un'unità di carburante.
Ritratto di Oxygenerator
19 giugno 2021 - 02:28
@ Pintun. Lungi da me l’idea di difendere le scelte della governance europea, ma, non è che l”obiettivo è il risparmio del carburante, per avere di conseguenza minori emissioni. L’obiettivo è l’annullamento, l’azzeramento totale delle emissioni e dello sperpero di idrocarburi fossili come carburante per auto trazione. Perché la governance ha questo obiettivo ? Perché gli idrocarburi fossili sono una risorsa finita, a termine e non rinnovabile. Al contrario invece dell’ elettricità, che, ad esempio, attualmente in Italia, è già prodotta al 40% da fonti rinnovabili. Così non fosse, andrebbero bene anche altri carburanti, per motori termici, con minori emissioni, come ad esempio, tra tutti, il metano. Invece la governance europea, punta a due obiettivi, a mio avviso molto seri. Il primo è smetterla di essere in balia di altri stati per l’approvvigionamento degli idrocarburi fossili, ( ad esempio, paesi arabi ) che poi usano il denaro europeo, contro i paesi democratici, europei e non, con la scusa di una guerra religiosa. Il secondo è quello di liberare, sopratutto le città, ma anche il territorio, dalle emissioni nocive delle auto termiche, tutte. Si può obiettare che una parte dell’energia elettrica è prodotta attualmente anche da carbone e da idrocarburi fossili. Ed è vero. Ma il fatto che i gas nocivi vengano prodotti da una centrale, li rende molto più controllabili e filtrabili, che non l’emissione degli stessi, anche in pari quantità, ma prodotta da milioni di autoveicoli in giro per il mondo. La portata della scelta è ovviamente, enorme e di certo è un lavoro con una gittata molto lunga. Difficile prevederne gli sviluppi e la riuscita. Qui si tratta di una scelta epocale. Che praticamente chiude con il nostro passato industriale e apre a nuove prospettive. Cosa non facile, ma molto coraggiosa. Giustamente poi, si può essere a favore o contro, perché gli interessi in ballo sono moltissimi. Di certo c’è, che si sapeva che saremmo arrivati a questo, prima o poi. Sopratutto con l’esplosione di paesi, enormi e popolati, quali Cina e India, finora dormienti e da alcuni anni in piena fase di sviluppo industriale. Negare tutto ciò, a mio avviso, vuol dire non aver capito come il mondo si stia muovendo. Se la toppa sia peggiore del buco, questa è la domanda fondamentale. Per me no, poi giustamente ognuno, dice la sua.
Ritratto di Pintun
19 giugno 2021 - 18:01
Su questo concordo pienamente con quanto ha scritto
Ritratto di Flavio8484
19 giugno 2021 - 18:44
Dopo aprile viene maggio...
Ritratto di AndyCapitan
18 giugno 2021 - 13:56
1
amico metanista.....l'auto a metano sara' disponibile ancora per anni...non ti preoccupare.....notevoli modelli sono ancora oggi prodotti dal gruppo VAG ...opel ecc....teniamo ancora alta la bandiera del metano...sono oltre 25 i modello ancora in produzione....guardateli sul sito federmetano .it
Pagine