Peugeot 508: stile deciso e meno peso

22 febbraio 2018

La seconda generazione della Peugeot 508 ha cinque porte, dimensioni inferiori all'attuale e forme più accattivanti. Sarà anche ibrida, ma solo dal 2019.

Peugeot 508: stile deciso e meno peso

STILE RIVISTO - In controtendenza rispetto a molti modelli che aumentano la loro lunghezza ad ogni nuova generazione, la Peugeot 508 che viene svelata oggi è più corta di 8 cm rispetto a quella attuale e anche 6 cm più bassa: ora misura 475 cm da un paraurti all’altro e 140 cm fino al tetto, quando ad esempio la rivale Opel Insignia Grand Sport è lunga 490 cm e alta 146 cm. La casa francese ha scelto di “snellire” la nuova edizione della sua berlina (in vendita da settembre 2018) e renderla più accattivante e sportiva sotto il profilo dello stile. Altro elemento distintivo è la carrozzeria con cinque porte, e relativo portellone, che aggiunge un tocco di praticitàin più rispetto al classico baule di una concorrente come la Volkswagen Passat.

70 KG IN MENO - Per diversi elementi del design della Peugeot 508 l'ispirazione è venuta dalla 3008: le linee ora sono più tese, i fari appaiono rastremati e le fiancate esprimono una sensazione di maggiore solidità. Come sulla 3008 anche in questo caso i fanali ricordano delle unghiate (il simbolo della Peugeot non a caso è un leone) e sono inseriti dentro un fascione a contrasto. La Peugeot 508 riprende dalle suv anche la base costruttiva a trazione anteriore o integrale EMP2, dotata però di un accorgimento per migliorare il confort e il comportamento di guida: i motori più potenti si possono avere a richiesta con le sospensioni regolabili a smorzamento controllato. Il ricorso alla base EMP2 ha permesso al costruttore francese di tagliare il peso dell’anno in media di 70 kg rispetto alla vecchia edizione, secondo quanto annunciato.

CRUSCOTTO DIGITALE - L’interno della Peugeot 508 riflette questo cambiamento e appare molto più accattivante, grazie al posizionamento del volante e degli strumenti diventato tipico per la Peugeot: si chiama i-Cockpit e prevede il volante ribassato, un cruscotto digitale (di 12,3”) montato al posto dei classici strumenti a lancette e un centrale avvolgente. Nella consolle è presente inoltre lo schermo del sistema multimediale, di 8” sugli allestimenti meno costosi e di 10” su quelli più curati. Fra le dotazioni per la sicurezza ci sono la frenata automatica d’emergenza, il regolatore di velocità che ferma l’auto nel traffico e lo scanner notturno, in grado di far risaltare sullo schermo pedoni o animali in situazioni di scarsissima visibilità. I motori annunciati sono i 4 cilindri turbo a benzina 1.6 da 180 CV e 2.0 da 225 CV, oltre ai diesel 1.5 da 130 CV e 2.0 da 160 CV e 180 CV. Nel 2019 arriverà l’ibrido con batterie ricaricabili.

Peugeot 508
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
89
53
14
3
15
VOTO MEDIO
4,1
4.13793
174


Aggiungi un commento
Ritratto di Francescod78
28 febbraio 2018 - 21:46
Gli interni sono la parte migliore dell‘auto. Richiamano molto lo stile delle ultime Volvo, ovvero il meglio in circolazione.
Ritratto di FiestaLory
22 febbraio 2018 - 12:13
Stupenda! Fra v60 e 508 oggi si respira finalmente aria buona e nuova! Peugeot a livello di design sta facendo tantissimo, davvero avveniristico, a me personalmente piace da matti: Interni da cocept car, da astronave! Così come la 3008, reputo questa la più bella del suo segmento. La preferisco alla Insigna, che, nonostante valida, trovo meno riuscita e d'avanguardia rispetto alla prima serie (che invece sorprese positivamente molti)
Ritratto di Magnificus
22 febbraio 2018 - 12:23
Concordo...linee futuristiche...improvvisamente vedo la Giulia invecchiata
Ritratto di FiestaLory
22 febbraio 2018 - 12:55
Pur essendo una D, direi che la Giulia vada considerata in un altro gruppo, ovvero il cosiddetto premium. Vero, non punta certo su linee innovative, ma al contrario classiche e sinuose. La prima volta che la vidi in foto, nella ormai lontana presentazione in anteprima, mi deluse enormemente. Ora, che la vedo spesso dal vivo, ne sono innamorato
Ritratto di Fr4ncesco
22 febbraio 2018 - 13:56
2
La Giulia è stata il tipo di auto che non stupisce con l'effetto "wow" scemando poi col tempo ma si apprezza a mano a mano e si conserva meglio negli anni, difatti come diceva Dallara in un'intervista in merito alla Stradale, le linee curve a differenza delle tese non invecchiano.
Ritratto di treassi
22 febbraio 2018 - 12:58
La Giulia E' NATA VECCHIA, quando un auto è studiata per piacere subito, finisce sempre così...
Ritratto di Eccomi
22 febbraio 2018 - 13:28
Come no, lo vedo da quanti si soffermano a vedere la mia. Nei parcheggi, dal gommista, di fronte l'albergo. Si soffermano proprio per dire quanto è vecchia la Giulia...
Ritratto di gjgg
22 febbraio 2018 - 13:55
1
Secondo me, senza offesa, ma Giulia al momento quando la vedi per strada non so spiegare per quale cercato o fortuito effetto estetico ma sembra davvero tanto affilata/felina davanti quanto piazzata dietro come nemmeno fosse una coupé di quasi un segmento superiore. Anche da ferma si intuisce che non può che essere a trazione posteriore. In attesa della nuova serie 3 attualmente non ha equivalenti estetiche fra le berline (forse un po' solo la Jaguar). E' anche vero che le 3 tedesche alla berlina affiancano sempre anche la coupé quindi è giusto che la 4 porte ceda un po' all'italiana dal punto di vista emozionale-dinamico-estetico altrimenti le relative coupé non le comprerebbe nessuno.
Ritratto di Eccomi
22 febbraio 2018 - 16:14
Come no, ed ora che lo hai detto, dai una occhiata ai dati di vendita del 2017 tra le berline premium in Italia, incluse le variant sw. Giulia è di poco seconda a A4, serie 3 e C dietro. Lascia stare...
Ritratto di treassi
22 febbraio 2018 - 16:23
Ora guarda i dati di vendita di Audi, BMW, Mercedes con quelli di Alfa. Un successone! 4 modelli in croce e tutti a osannare un maglioncino...
Pagine