Peugeot 508: stile deciso e meno peso

22 febbraio 2018

La seconda generazione della Peugeot 508 ha cinque porte, dimensioni inferiori all'attuale e forme più accattivanti. Sarà anche ibrida, ma solo dal 2019.

Peugeot 508: stile deciso e meno peso

STILE RIVISTO - In controtendenza rispetto a molti modelli che aumentano la loro lunghezza ad ogni nuova generazione, la Peugeot 508 che viene svelata oggi è più corta di 8 cm rispetto a quella attuale e anche 6 cm più bassa: ora misura 475 cm da un paraurti all’altro e 140 cm fino al tetto, quando ad esempio la rivale Opel Insignia Grand Sport è lunga 490 cm e alta 146 cm. La casa francese ha scelto di “snellire” la nuova edizione della sua berlina (in vendita da settembre 2018) e renderla più accattivante e sportiva sotto il profilo dello stile. Altro elemento distintivo è la carrozzeria con cinque porte, e relativo portellone, che aggiunge un tocco di praticitàin più rispetto al classico baule di una concorrente come la Volkswagen Passat.

70 KG IN MENO - Per diversi elementi del design della Peugeot 508 l'ispirazione è venuta dalla 3008: le linee ora sono più tese, i fari appaiono rastremati e le fiancate esprimono una sensazione di maggiore solidità. Come sulla 3008 anche in questo caso i fanali ricordano delle unghiate (il simbolo della Peugeot non a caso è un leone) e sono inseriti dentro un fascione a contrasto. La Peugeot 508 riprende dalle suv anche la base costruttiva a trazione anteriore o integrale EMP2, dotata però di un accorgimento per migliorare il confort e il comportamento di guida: i motori più potenti si possono avere a richiesta con le sospensioni regolabili a smorzamento controllato. Il ricorso alla base EMP2 ha permesso al costruttore francese di tagliare il peso dell’anno in media di 70 kg rispetto alla vecchia edizione, secondo quanto annunciato.

CRUSCOTTO DIGITALE - L’interno della Peugeot 508 riflette questo cambiamento e appare molto più accattivante, grazie al posizionamento del volante e degli strumenti diventato tipico per la Peugeot: si chiama i-Cockpit e prevede il volante ribassato, un cruscotto digitale (di 12,3”) montato al posto dei classici strumenti a lancette e un centrale avvolgente. Nella consolle è presente inoltre lo schermo del sistema multimediale, di 8” sugli allestimenti meno costosi e di 10” su quelli più curati. Fra le dotazioni per la sicurezza ci sono la frenata automatica d’emergenza, il regolatore di velocità che ferma l’auto nel traffico e lo scanner notturno, in grado di far risaltare sullo schermo pedoni o animali in situazioni di scarsissima visibilità. I motori annunciati sono i 4 cilindri turbo a benzina 1.6 da 180 CV e 2.0 da 225 CV, oltre ai diesel 1.5 da 130 CV e 2.0 da 160 CV e 180 CV. Nel 2019 arriverà l’ibrido con batterie ricaricabili.

Peugeot 508
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
89
52
14
3
15
VOTO MEDIO
4,1
4.13873
173


Aggiungi un commento
Ritratto di marian123
22 febbraio 2018 - 19:07
La 159 secondo me inizia a sentire il peso degli anni, tanto che trovo più moderna una serie 3 e90 restyling. Oggi in pochi comprerebbero una 159 usata mentre le serie 3 e90 sono ancora ricercate.
Ritratto di palazzello
27 febbraio 2018 - 12:49
marian123 è vero che la giulia sta sentendo il peso degli anni non perché sia vecchia come linea ma perché ha aspettato troppo tempo una degna erede quale è la Giulia. Poi che tu dica che sia più moderna una serie 3 e90 restyling piuttosto che la 159 mi sa che sei fuori strada un pò, questione di gusti ovviamente, ma almeno si può dire che sopratutto nell'anteriore la 159 è più originale di molte altre auto compresa pure la Giulia.
Ritratto di alex_rm
22 febbraio 2018 - 20:30
Io preferirei una Giulia a questa nuova 508 perché la Giulia ha la trazione posteriore(con albero di trasmissione in carbonio)sospensioni anteriori a quadrilatero e posteriori multilink(dovrebbe averle anche la 508 anche se sulla 3008 e 5008 non ci sono) ed anche esteticamente la Giulia non male.questa 508 e come me la aspettavo con lo stile è gli interni derivati dalla nuove crossover 3008,5008 prossimamente tutte le auto(anche le auto cinesi già li hanno)avranno all interno display touch screen anche se per praticità trovo meglio rimane alcuni comandi manuali come l’aria condizionata(e la radio).Ho guidato una c4 Picasso in cui era tutto concentrato nel display touch screen centrale e non era pratico e immediato uscire dalla radio,navigatore e modificare le impostazioni del clima.
Ritratto di Astra k
22 febbraio 2018 - 21:01
La Giulia è di un altro segmento, quello di Audi A4, BMW serie 3 e Mercedes classe C.....
Ritratto di luperk
24 febbraio 2018 - 08:51
ahah bella battuta
Ritratto di gjgg
22 febbraio 2018 - 13:49
1
Improvvisamente...
Ritratto di Viaggatore
22 febbraio 2018 - 12:21
Io la trovo bellissima. Interni originali e veramente ben fatti. Almeno in foto. Brava Peugeot.
Ritratto di francesco.87
22 febbraio 2018 - 12:51
partiamo dagli interni, stupendi e ben fatti come al solito, design incredibile che ti avvolge. Fuori dopo i primi disegni pensavo ad un frontale stupendo e un posteriore cosi cosi, invece ora è al contrario, posteriore filante armonioso ben integrato, e frontale rovinato da quelle due "lacrime", sinceramente mi aspettavo di piu, tipo una soluzione simil 3008 con un artiglio che entrava nei fari in modo da dare larghezza al frontale, ci si deve abituare insomma a quei led messi li un pò cosi, la versione gt line in bianco cmq è stupenda
Ritratto di alexlato2010
22 febbraio 2018 - 13:04
Stupenda, che dire... Linee perfette, messe al punto giusto. Anche gli interni sono pazzeschi. Quest'auto sancisce definitivamente il ritorno di Peugeot, quella degli anni '80/'90, che dopo la mitica 206 (che è più attuale della metà del parco macchine di oggi) ha fatto modelli che con il vero stile Peugeot non centravano e non centreranno nulla. Per esempio la prima 308 o la 207, che erano esageratamente esuberanti e antiestetiche. Da quando è entrato il grandissimo Gilles Vidal come capo del reparto estetico la casa del Leone ha cambiato definitivamente modo di fare le auto, ovviamente in positivo. Improvvisamente tutte le altre berline sono invecchiate di 10 anni. E quel richiamo al passato con la scritta 508 sopra la mascherina come le sue antenate 504 e 604, un vero tocco di classe! Questa 508 venderà sicuramente tanto, o almeno risolleverà le sorti di un segmento che in Peugeot (e in generale tutte le francesi) avevano quasi dimenticato, ovvero quello delle berline di gamma medio-alta. Complimenti Peugeot!
Ritratto di Fr4ncesco
22 febbraio 2018 - 14:02
2
Verissimo, finalmente hanno ritrovato il giusto design dopo un periodo di incertezze.
Pagine