Peugeot 208 GTi e Renault Clio RS: che la sfida abbia inizio

01 ottobre 2012

Si è consumato a Parigi il primo round della sfida tra le due berlinette sportive tanto attese dagli appassionati: Peugeot 208 GTi e Clio RS, le versioni sportive delle utilitarie che faranno molto parlare di sé una volta sul mercato.

Peugeot 208 GTi e Renault Clio RS: che la sfida abbia inizio

BENTORNATA TARGHETTA - C’è una targhetta sul montante posteriore della 208 che rende chiara l’intenzione da parte della Peugeot. Quella sigla GTi è esattamente dove si trovava sulla 205 GTi, vera e propria icona tra le “piccole” sportive che ha lasciato il segno in un’intera generazione di appassionati. La caratterizzazione della nuova Peugeot 208 GTi, vista a Parigi dal vivo per la prima volta, prosegue con i classici e collaudati tocchi sportivi che ritroviamo su vetture del genere: mascherina anteriore specifica, spoiler anteriore e posteriore, minigonne laterali, cerchi maggiorati ed estrattore posteriore che incorpora un terminale di scarico sdoppiato dalla forma trapezoidale. All’interno, sedili specifici in pelle e tessuto, inserti in plastica rossa per plancia, portiere e strumentazione, pedaliera e poggiapiedi in alluminio ci ricordano che sotto il cofano ci sono 200 CV.

Renault clio rs parigi bis 4
Peugeot 208 gti parigi 2012 2
 

STESSA RICETTA - Anche la Renault, dal canto suo, ha una progenitrice di successo alla quale far riferimento: la Clio Williams del 1993, senza dimenticare la “pazza” Clio 3.0 V6 a motore centrale e trazione posteriore. Dettagli nostalgici stavolta non ce ne sono, ma il look “corsaiolo” non le manca affatto. Il frontale della Renault Clio RS è caratterizzato da un’ampia presa d’aria “tagliata” a metà da una “lama” color argento e arricchita da fari diurni a led, mentre al posteriore ci sono uno spoiler, un diffusore che incornicia il doppio scarico sdoppiato, cerchi da 17 (in opzione i “18”) e le immancabili minigonne laterali. Dentro l’abitacolo, ci si accomoda su sedili avvolgenti in pelle e, come sulla 208 GTi, è il  rosso a dominare l’ambiente: in questo colore sono le cuciture, le cinture e gli inserti su cambio, volante e portiere. Completano il quadro, pedaliera in alluminio, volante e strumentazione specifici.
 

Renault clio rs parigi bis 6
Peugeot 208 gti parigi 2012 3
 

SOLO A DOPPIA FRIZIONE - Per entrambe le vetture le rispettive case sembra si siano messe d'accordo per quanto riguarda la scelta del motore. Sia la Peugeot che la Renault hanno optato per dei 1.6 turbo da 200 CV. Una novità più grossa per la Renault RS, che ha abbandonato il 2.0 aspirato della precedente versione della Clio RS. Il propulsore Renault è il nuovo 1.6 T Renault Sport 200 a iniezione diretta, con fasatura variabile e recupero di energia in frenata. Sviluppa una coppia costante di 240 Nm tra 1750 e 5600 giri, mentre la potenza massima arriva a 6000 giri (contro i 7200 della precedente). È accoppiato al cambio automatico doppia frizione a sei marce denominato EDC (Efficient Dual Clutch), tarabile in tre modalità: “Normal”, “Sport” e “Race” che modificano anche la mappatura del motore, la sensibilità dello sterzo e del pedale dell’acceleratore. Nella modalità più sportiva, il tempo di cambiata dichiarato è di soli 150 millisecondi. Non ci sono ancora dati ufficiali sulle prestazioni. Due i telai disponibili: “Sport” e “Cup”, quest’ultimo più rigido del 15%, abbassa ulteriormente la vettura di 5 mm.
 

Renault clio rs parigi bis 1
Peugeot 208 gti inetrni
 

BELLA LEGGERA - Passando alla Peugeot, la 208 GTi è dotata del 1.6 turbo a quattro cilindri che eroga 200 CV e 275 Nm abbinato ad un cambio manuale a 6 rapporti. Di tutto rispetto le prestazioni dichiarate: 0-100 km/h in meno di 7 secondi mentre un chilomentro con partenza da fermi è coperto in 27 secondi. Secondo la Peugeot le riprese sono allo stesso livello: la 208 GTi passa da 80 a 120 km/h in meno di 7 secondi in quinta marcia. Per frenare tanta esuberanza i dischi anteriori della GTi sono da 302 mm. Queste prestazioni sono frutto anche dei guadagni realizzati sulla massa della vettura. Leggera, con un peso di soli 1160 kg, la 208 GTi emette 145g di CO2 al km.





Aggiungi un commento
Ritratto di Willy2000
11 giugno 2013 - 09:41
Concordo pienamente
Ritratto di P206xs
2 ottobre 2012 - 09:19
1
A me piacciono entrambe, ed entrambe saranno sicuramente valide.......MOLTO importante sarà il prezzo di listino !!! perchè se la 208gti costerà come la DS3 racing si potranno contare sulle dita di una mano, se il prezzo sarà più o meno come l'attuale RS invece forse se ne vedranno qualcuna in più!!
Ritratto di Drive1991
2 ottobre 2012 - 09:50
La Clio è più cattiva della GTI..gli scarichi doppi sono troppo belli :)
Ritratto di MaCiao5
2 ottobre 2012 - 10:26
3
.
Ritratto di osmica
2 ottobre 2012 - 11:52
Il posteriore della clio sembra un Suv con il parte del paraurti in plasticume per far sembrare la vettura country. Il posteriore della 208 è molto ben riuscito. All'anteriore mi piace di più la Clio. E' possibile ordinarla con l'anteriore della Clio e il posteriore della 208? :P
Ritratto di emy82vts
2 ottobre 2012 - 13:24
ma preferisco la 208..anche se potevano farla più vistosa, non si distingue bene dalle versioni civili!
Ritratto di Enrico Q5
2 ottobre 2012 - 15:29
1
Belle tutte e due per carità, ma preferisco la Clio che a mio avviso differenzia di piú dalla versione normale rispetto alla 208 ed é anche piú sportiva...negli interni...negli interni non ho preferenze. Nulla da dire sui motori che sono di pari potenza e di pari cilindrata, ma sulla Clio non potevano offrirla anche col cambio manuale? Credo che questo penalizzerà le vendite
Ritratto di motopsycho
2 ottobre 2012 - 15:30
A me piacciono entrambe!!!!!!!!La 208 esprime meno esteriormente il lato GTI, mentre invece trovo che il punto forte della clio sia proprio quello che alcuni criticano come poco sportivo....le 5 porte. Secondo me si integrano molto bene nella linea generale dell'auto , anzi nemmeno si notano. Inoltre la clio ha un posteriore strepitoso.
Ritratto di Gino2010
2 ottobre 2012 - 16:14
ed ora in pratica PSA perde per sola colpa di Citroen che ancora non ha trovato il modello di successo.A fronte di un calo del 25% del mercato in italia peugeot perde meno del 5%,molto meno della media.Dunque fare nuovi modelli serve e chi dice di no è solo un paragnosta abile nel nascondere le sue proprie colpe nel mal comune.E basta guardare la 208 per capire perchè.La clio è decisamente più tamarra ed a mio parere occuperà solo una nicchia di mercato.
Ritratto di GCBrus
2 ottobre 2012 - 17:43
La Clio, nella foto da dietro, mi pare un'alfa 147 !!!
Pagine