NEWS

Maserati: nei piani la Alfieri elettrica

1 giugno 2018

Alla presentazione del piano industriale 2018-2022 della FCA, svelata la famiglia delle vetture che dovrà portare la Maserati a 100.000 unità l’anno.

Maserati: nei piani la Alfieri elettrica

IL RIFERIMENTO A TESLA - FCA Capital Markets Day: dopo Marchionne e l’amministratore delegato di Jeep, Mike Manley, ecco Tim Kuniskis, alla guida di Alfa Romeo e Maserati a livello globale da febbraio 2018. Notevole attenzione, va sottolineato, è stata posta proprio sui marchi di lusso, ovvero le case del Biscione e del Tridente. Il primo dato comunicato è il +700% di quest’ultima negli ultimi sette anni. L’obiettivo della Maserati, ha detto Kuniskis, è vendere 100.000 auto nel 2022, raddoppiando la quota raggiunta del 2017 grazie anche al lancio di sei modelli (per molti dei quali, come già avviene oggi, sarà la Ferrari a fornire i motori). “Ogni Maserati avrà diversi livelli di elettrificazione - ha detto Kuniskis- Vi sembra che stiamo prendendo di mira Tesla? Sì, è proprio così...”. Senza dimenticare che “la maggior parte della crescita arriva dalle suv medie, mentre un terzo delle vendite premium nel mondo, nel 2025 arriverà da modelli elettrificati”.

ALFIERI ELETTRICA - La prima Maserati a corrente sarà la coupé Alfieri, realizzata con un inedito telaio modulare: sarà a trazione integrale e supererà i 300 km/h, con uno “0-100” in circa 2 secondi. Comunque, accanto alla versione elettrica, non mancherà l’ibrida ricaricabile. Ad affiancarla, un’inedita suv media (probabilmente su base Stelvio), seguita da una nuova nuova Levante; tutto, entro il 2022. Di certo, addio al diesel: le auto del Tridente di domani saranno ibride, ibride plug-in ed elettriche. Nei piani, un’intera gamma di Maserati Blue (a corrente), a trazione integrale e con tre motori: dopo la Alfieri, la sua versione Cabrio, la nuova Quattroporte e la seconda generazione della Levante. Nell'immagine qui sopra il piano prodotti della Maserati fino al 2022, nella quale il termine MCA sta per Mid Cycle Action, cioè restyling di metà ciclo di vita del modello.

9 MILIARDI DA INVESTIRE - La svolta "verde" interesserà non solo il marchio sportivo ma anche gli altri del gruppo FCA: "sono nove i miliardi di dollari che investiremo nell’elettrificazione dei nuovi prodotti - ha specificato il numero uno del gruppo Sergio Marchionne - Dobbiamo ridurre la dipendenza dal petrolio: è una delle nostre priorità. Ricopriremo un ruolo importante nella riduzione complessiva dei gas a effetto serra”. Il tutto “senza grandi proclami” perché “questo è il modo in cui vogliamo continuare a parlare, con i fatti”.

> I FUTURI MODELLI ALFA ROMEO

> I FUTURI MODELLI JEEP



Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
2 giugno 2018 - 18:17
Esatto c'è la Dodge, e altro. Il panorama automobilistico è molto ampio e fortunatamente non ci sono ancora solo asettici e anonimi SUV elettrici, così come la produzione tradizionale non trova la massima espressione solo nel boxer della 33.
Ritratto di Ercole1994
1 giugno 2018 - 14:10
A parte la conferma per la stupenda Alfieri, il resto del piano industriale di Maserati, non mi entusiasma più di tanto. C'è rischio di sovrapposizione con lo Stelvio, per quanto riguarda il suv di segmento D, mentre, mi destano un po' di curiosità, le nuove generazioni di Ghibli e Quattroporte, già notevoli esteticamente oggi!
Ritratto di Giuliopedrali
1 giugno 2018 - 14:28
Diciamo che Ghibli Quattroporte e coupé Maserati DEVONO avere un erede! elettrico, a benzina, a carbone, a pedali, non importa, sono talmente belle, importante anche un SUV più compatto dopo che la Levante non ha dato tutti i risultati (la linea è importante e aggressiva ma manca un po' di dinamismo, meglio Stelvio, Velar o Jaguar F-Pace).
Ritratto di AMG
1 giugno 2018 - 15:46
Ma allora il lupo perde il pelo ma non il vizio. Sempre questa mania di allacciarsi a nomi altisonanti per fare notizia quando poi nella realtà non ci siamo mai... Succedeva vergognosamente quando Marchionne dichiarava che stava per fondere FCA con GM o Ford (notizie contrastate subito ufficialmente dalle case) insomma è vergognoso. Qualcosa che è a livello di qualcos'altro non ha certo bisogno di doverlo dichiarare ma è proprio così che avviene per tutti! Non mi pare certo che alla Lamborghini dichiarino di mirare alla Ferrari con un nuovo modello sarebbe proprio uno sminuirsi assurdo. Cosa che trovo anche qua. Cosa cavolo c'è di competizione con la Tesla nella presentazione di una Alfieri, supercar 2 posti (o 2+2 se riprende l'eredità Granturismo) dalle grandi prestazioni e dall'autonomia di conseguenza relativa? Sarebbe un anti Model S ??? O Model 3 da 50k? Oppure una Model X da sette posti? Auto che useresti tutti i giorni anche per una famiglia per un'utilizzo a 360' gradi? Ma andiamo! Poi non credo proprio che l'Alfieri elettrica farà il successo della Maserati visto che sarà perlopiù un modello-vetrina come accade in questi casi, o com'era stato ad esempio per la SLS elettrica della AMG... La prima del genere! Sensata la scelta di accostarle una plug in che colga l'eredità della GranTurismo e speriamo esca bene! Così quella e la nuova Quattroporte potranno cogliere l'eredità della Maserati che fu e per me la gamma finisce lì. I nuovi modelli di Ghibli e Levante (che associati ai già due modelli commentati paiono IMPOSSIBILI da vedere entro il solo 2022........) spero che nel caso della crossover migliorino la pessima linea da Hyundai della Levante e in quello della Ghibli aumentino in consistenza la qualità!! Il suv più piccolo nemmeno si può commentare.
Ritratto di bridge
1 giugno 2018 - 22:38
1
Aspetto di vedere la nuova Alfieri e spero che arrivi presto.
Ritratto di Mark R
1 giugno 2018 - 23:04
Tò guarda anche Maserati dice addio al diesel... Che caso... Non me lo sarei mai aspettato......
Ritratto di federico p
2 giugno 2018 - 01:44
Già anche lei dice addio al diesel ma a benzina un suv fa 6-7km/l quanto mercato avrà?oppure faranno piccoli motori con bassi consumi ma pochi cv
Ritratto di federico p
2 giugno 2018 - 01:45
6-7 al litro intendo suv come il levante che ha molti cavalli e non suv come ad esempio il Nissan qasqai che riesce ad arrivare a consumi decenti
Ritratto di Challenger RT
2 giugno 2018 - 04:32
E' tutto relativo. Se un Suv a benzina fa 6-7 km/l, uno diesel di pari stazza ne fa al massimo 8-9. Se i prezzi dei carburanti fossero quelli reali (e non falsati dalle tasse come in Italia, cioè la benzina costasse come o meno del gasolio come avviene negli USA) il problema proprio non si porrebbe.
Ritratto di dottorstrange
2 giugno 2018 - 14:02
No, lo fanno semplicemente ibrido...non hai letto?
Pagine