NEWS

Pneumatici: montare le invernali, tenere le estive o scegliere le all season?

Pubblicato 10 novembre 2018

Fra questi tre tipi di gomme, qual è la scelta migliore nel lungo periodo? Le abbiamo messe a confronto con ogni condizione climatica, con temperature da -35 a 30 °C.

Pneumatici: montare le invernali, tenere le estive o scegliere le all season?

È L’ORA DI SCEGLIERE - Per molti automobilisti, in questi giorni si ripresenta il dilemma di ogni anno: passare alle gomme da neve oppure affrontare l’inverno con le estive, tenendo a bordo le catene per poter affrontare le emergenze (ed essere in regola con la legge dove vigono le ordinanze). Ma c’è anche una terza possibilità: scegliere i pneumatici all season, che sono studiati per andare abbastanza bene su tutti i tipi di fondo, e quindi possono essere utilizzati per dodici mesi l’anno. Ma come si comportano queste ultime gomme al variare delle condizioni meteo? E cosa accade se, invece, si continua a utilizzare le invernali anche col caldo? Le risposte vengono dalla strada, o meglio dalle piste innevate, bagnate e asciutte dove abbiamo messo a confronto queste tre tipologie di pneumatici (guarda anche il video più in basso).

> I TEST SULLA NEVE

UNA SFIDA A TRE, ANZI A SEI - Per avere un quadro più completo, abbiamo scelto pneumatici di due diverse misure: la diffusissima 205/55 R 16 (che abbiamo provato su una Volkswagen Golf) e la 235/55 R 19, adatta alle suv medio-grandi; in questo caso, l’auto del test è stata un’Alfa Romeo Stelvio a trazione integrale. Con le dimensioni, cambiano anche i tipi di gomme: nel caso della media tedesca, abbiamo messo sotto torchio le Pirelli Cinturato Winter, le Cinturato All Season Plus e le estive Cinturato P7 Blue. La Stelvio, invece, è stata via via equipaggiata con le Pirelli Scorpion Winter, Scorpion Verde All Season e Scorpion Verde. Abbiamo iniziato i test a febbraio, sulle nevi del passo del Tonale, a cavallo fra le province di Brescia e Trento. Ecco com’è andata…

SULLE NEVI DEL TONALE - Le frenate e le accelerazioni lungo i rettilinei imbiancati del circuito Pirelli hanno subito messo in evidenza la supremazia delle invernali, anche se le all season non se la sono cavata affatto male, in particolare sulla Golf; abissale il distacco delle estive, anche su fondi pianeggianti, ed evidente il fatto che le quattro ruote motrici aiutano in accelerazione, ma non in frenata. Anzi: il maggior peso della suv del Biscione si fa sentire, soprattutto montando le gomme estive. Nel circuito di handling, un tracciato di 600 metri ricco di curve lente e chicane, si può anche apprezzare la maggior tenuta laterale e la risposta più progressiva (che infonde sicurezza) delle winter. Ma le all season si sono comportate quasi altrettanto bene, anche se “spremute” a fondo.

Frenata da 40 a 10 km/h

 

Volkswagen Golf

Alfa Romeo Stelvio

Invernali

15,2 m

16,4 m

All season

17,0 m

19,2 m

Estive

34,0 m

43,0 m

 

Accelerazione da 10 a 40 km/h

 

Volkswagen Golf

Alfa Romeo Stelvio

Invernali

37,2 m

19,3 m

All season

38,9 m

24,4 m

Estive

178,9 m

87,3 m

 

Tempo sul giro (600 metri)

 

Volkswagen Golf

Alfa Romeo Stelvio

Invernali

58”03

55”07

All season

1’01”07

58”20

Estive

1’40”17

1’40”18

 

COME VANNO CON 35 GRADI SOTTO ZERO? - Al Tonale abbiamo svolto i test (di notte, per avere temperature più stabili) a -2 °C per l’aria e a -10 °C per la neve. Ma abbiamo voluto sottoporre i pneumatici 205/55 R 16 (winter e all season) a una prova ancora più severa, portando la Golf in Svezia, nel comprensorio Sottozero Center. Qui, a poche chilometri dal circolo polare artico, la colonnina di mercurio è arrivata a indicare -35 °C. Ripetendo i test di frenata e di accelerazione, abbiamo ottenuto risultati in linea con quelli registrati al Tonale: fra le Cinturato Winter e le Cinturato All Season Plus il divario si è mantenuto nell’ordine del 10%. E anche nelle curve del circuito di handling la controllabilità dell’auto è rimasta ottima, con una risposta progressiva al limite dell’aderenza.

> I TEST SUL BAGNATO

SUL BAGNATO LE ESTIVE SI RIFANNO - In caso di pioggia le invernali fanno valere il maggior numero di intagli, che permette di smaltire rapidamente l’acqua, riducendo il rischio di aquaplaning. E infatti in questo test (dove si accelera su un rettilineo di 150 metri irrigato con 7 mm di acqua, e si misura quando le ruote motrici iniziano a slittare) sono le invernali a svettare. Per contro, le estive offrono un maggior sostegno in curva e in frenata, grazie ai tasselli più “pieni”: lo confermano i test di tenuta di strada sullo steering pad (un anello d’asfalto irrigato con un diametro di 110 metri) e le decelerazioni da 80 km/h. E anche nei giri di pista, su un tracciato di 2460 metri, le estive vincono per prestazioni (basta dare un’occhiata ai tempi sul giro); tuttavia quando si incontra una pozza d’acqua, magari nel bel mezzo di una curva, sono le winter (e le all season) a trasmettere più sicurezza.

Aquaplaning in accelerazione

 

Volkswagen Golf

Alfa Romeo Stelvio

Invernali

85,0 km/h

93,9 km/h

All season

79,2 km/h

92,7 km/h

Estive

78,1 km/h

93,2 km/h

 

Frenata da 80 a 10 km/h

 

Volkswagen Golf

Alfa Romeo Stelvio

Invernali

29,8 m

28,9 m

All season

29,6 m

29,2 m

Estive

26,4 m

27,9 m

 

Tenuta di strada sullo steering pad

 

Volkswagen Golf

Alfa Romeo Stelvio

Invernali

100%

100%

All season

102,1%

98,2%

Estive

109,8%

105,7%

 

Tempo sul giro (2460 metri)

 

Volkswagen Golf

Alfa Romeo Stelvio

Invernali

1’51”34

1’52”96

All season

1’51”43

1’53”00

Estive

1’50”38

1’51”41

 

> I TEST SULL'ASCIUTTO

SULL’ASCIUTTO, NON C’È PARTITA - Se sul bagnato gomme estive, invernali e all season alternano pregi e limiti, in caso di bel tempo la supremazia delle prime è netta. Il loro disegno meno intagliato fa deformare meno il battistrada sia in curva sia nelle frenate, a vantaggio della precisione di guida e della sicurezza. Per esempio, nelle “inchiodate” da 100 km/h gli spazi rilevati per rallentare fino a 10 km/h (non abbiamo misurato fino a vettura ferma, perché negli ultimi metri l’intervento dell’Abs falserebbe il risultato) sono migliori per le estive: nel caso delle Pirelli Cinturato P7 Blue, di oltre quattro metri rispetto ai pneumatici all season e di quasi sei nei confronti delle invernali. Più contenuto il divario nel caso della Stelvio: con i pneumatici winter e all season si ottengono spazi di frenata molto simili, e con le estive Scorpion Verde si guadagnano circa due metri.

Frenata da 100 a 10 km/h

 

Volkswagen Golf

Alfa Romeo Stelvio

Invernali

42,4 m

39,5 m

All season

40,6 m

39,7 m

Estive

36,5 m

37,4 m

 

> I TEST DI RUMOROSITÀ

LA PAROLA… AL RUMORE - Una delle “leggende” che ruota attorno alle gomme invernali è che siano più rumorose delle estive, a causa del battistrada più scolpito. Ma, oltre al disegno degli intagli, la rombosità dipende anche dai materiali e dalla struttura, che per le gomme winter sono più morbidi, e quindi filtrano meglio le piccole irregolarità dell’asfalto, riducendo il rumore. Per capire dove sta la verità, abbiamo realizzato più prove, su asfalto liscio e ruvido, con tre andature differenti, misurando il rumore percepito nell’abitacolo all’altezza delle orecchie del guidatore. Ecco i risultati.

Rumorosità interna a 40 km/h su asfalto liscio/ruvido dB(A)

 

Volkswagen Golf

Alfa Romeo Stelvio

Invernali

56,0/61,9

53,2/59,8

All season

55,9/62,1

53,8/60,6

Estive

56,7/63,9

53,8/59,1

 

Rumorosità interna a 60 km/h su asfalto liscio/ruvido dB(A)

 

Volkswagen Golf

Alfa Romeo Stelvio

Invernali

57,8/65,1

56,7/63,2

All season

57,9/65,7

56,4/63,7

Estive

58,3/66,9

56,7/62,2

 

Rumorosità interna a 80 km/h su asfalto liscio/ruvido dB(A)

 

Volkswagen Golf

Alfa Romeo Stelvio

Invernali

61,6/67,8

59,8/65,8

All season

61,7/69,9

59,4/66,5

Estive

61,5/69,1

59,8/65,6

VIDEO




Aggiungi un commento
Ritratto di ardo
10 novembre 2018 - 16:40
io solo estive buone più catene nel bagagliaio e macchina leggera. poi in montagna, a parte durante la bufera, tra spazzaneve e sale, sempre strade pulite con neve ai lati... (manco è catenabile la mia...) a roma e dintorni invece, ormai i tropici, inutili. con le temperature che fa, se li mangerebbe l'asfalto e si comporterebbero peggio di buone gomme estive. poi l'ideale è due treni di gomme, ( per essere sicuri al 100% di non aver problemi nelle capatine in montagna colti magari da bufere improvvise non devi star lí a montar le catene) all season non mi soddisferebbero nè su asciutto nè su bagnato, ma è una cosa personale di piacere di guida. però oh, sossordi
Ritratto di Bepss
10 novembre 2018 - 17:51
ma se non è catenabile che te ne fai delle catene? Inoltre se circoli con le estive e catene non montabili sul tuo modello di auto sei passibile di multa
Ritratto di ardo
10 novembre 2018 - 18:13
ehehe. aoh zí, na volta m'hanno fermato, je ho fatto vede le catene, misura perfetta, m'hanno lasciato andà... e pe sto motivo che ce l'ho :-D
Ritratto di Rav
10 novembre 2018 - 17:54
3
Dopo anni di doppio treno, ho provato le all season dato che su 3008 sono di primo equipaggiamento. A dire il vero hanno un disegno molto estivo ma comunque sono omologate per la circolazione anche d'inverno. Dopo aver passato lo scorso inverno quest'anno comprerò il treno di invernali usando le all season come estive. Sicuramente è una buona soluzione per chi fa poca strada, magari solo in città. chi ha una vettura magari piccola e leggera e che quando il meteo mette neve, ricovera l'auto in garage. Ma per chi fa tanti km e rischia di trovarsi a circolare con la neve per me le invernali restano d'obbligo. E' vero che c'è il fattore costi ma è pur vero che nelle precedenti auto in un ciclo vita di 5 anni ho sempre usato un treno di estive e uno di invernali, non avessi avuto il doppio treno avrei comunque cambiato le gomme prima, pagando di fatto più o meno uguale.
Ritratto di ardo
10 novembre 2018 - 18:19
e lo so, ma adesso sta spesa proprio non posso. poi zona roma è easy, visto il clima, in montagna ci vado lo stesso, con l'auto leggera, mai avuto problemi di grip, rischio giusto un po' con la legge, ma quando c'è la bufera sto davanti al camino e arrostisco sarcicce mentre ripuliscono le strade. poi esco
Ritratto di ardo
10 novembre 2018 - 18:20
non sono un buon esempio, lo so.
Ritratto di ardo
10 novembre 2018 - 18:24
l'ideale è due treni di gomma, ripeto. ciao
Ritratto di Rav
10 novembre 2018 - 18:40
3
Il problema è che l'obbligo è scattato perchè c'è gente che non solo non circola con le dotazioni, ma non ha nemmeno il cervello per stare in casa quando ci sono condizioni avverse. Pure io sull'auto di mia nonna figurarsi se monto invernali o pago catene, ormai non si usa nemmeno se piove. Ma questi si mettono in viaggio col brutto tempo (presente o previsto) per poi creare pericolo per sè e per gli altri. Ed ecco che per evitare nuovi casi come quello che successe in A1 tocca adottare misure drastiche.
Ritratto di ardo
10 novembre 2018 - 19:09
assolutamente. aggiungo che io faccio tra i 25/30 k all'anno di prevalentemente extraurbano, insomma la macchina mi è indispensabile, (abitassi ancora a roma girerei in vespa, bici, metro, come ho fatto per anni) ma sono in una zona dove puoi tenere l'estive tutto l'anno senza problemi, abitassi al nord probabilmente sarebbe diverso. il problema può sorgere per un week end in montagna, ma se c'è bufera o è prevista, un po'di sale in zucca e sei a posto ;-)
Ritratto di TwinSparkly
10 novembre 2018 - 18:22
Facendo molti km in ogni condizione meteo ho scelto di passare al doppio treno già da qualche anno e al momento non tornerei indietro.
Pagine