Polestar 1: si può già ordinare

8 marzo 2018

Per la coupé ibrida Polestar 1 bisogna anticipare 2.500 euro e armarsi di pazienza: le consegne solo da metà 2019.

Polestar 1: si può già ordinare

TEMPI LUNGHI - C’è anche l’Italia fra i dodici paesi europei nei quali sarà possibile ordinare dal 13 marzo la coupé ibrida Polestar 1, il primo modello del costruttore svedese Polestar, che è diventato un marchio indipendente, essendo noto in passato come preparatore delle Volvo da corsa e ad alte prestazioni. La Polestar 1 sarà offerta con la formula del noleggio: a fronte di un pagamento di un canone mensile si avrà la vettura e tutti i servizi di assistenza compresi nel prezzo. Per chi lo desidera, sarà anche possibile acquistarla a circa 140.000 euro. L’azienda ha anticipato qui al Salone dell’automobile di Ginevra che i pre-ordini verranno accettati previo il versamento di un deposito rimborsabile di 2.500 euro. I clienti della Polestar però dovranno attendere a lungo prima di ricevere l’auto, visto che a fine 2017 è iniziata la costruzione dello stabilimento produttivo (a Chengdu, in Cina) e l’assemblaggio dell’auto inizierà a metà del prossimo anno. A Chengdu saranno fabbricate anche i futuri modelli, la berlina elettrica Polestar 2 e la suv Polestar 3.

STRUTTURA EVOLUTA - La coupé Polestar 1 è basata su una versione aggiornata della meccanica costruttiva SPA, la stessa delle Volvo Serie 60 e 90, ma i tecnici hanno rivisto il 50% dei suoi componenti per migliorare la guidabilità. La Polestar 1 è lunga 450 cm e fa largo uso della fibra di carbonio, leggero e resistente materiale utilizzato per la carrozzeria, per tutta la struttura del tetto e anche come rinforzo per il pianale nella zona tra l'abitacolo e il baule, così da conferire al telaio una maggiore rigidità torsionale e rendere l’auto più precisa. La fibra di carbonio, stando alla Polestar, promette un risparmio di peso nell’ordine dei 230 kg rispetto ad un'analoga costruzione in acciaio. Il costruttore non ha dichiarato il peso della 1, che dovrebbe risentire però del complesso motore ibrido.

3 MOTORI E 600 CV - Il motore della Polestar 1 è un ibrido ad alte prestazioni, composto da un 4 cilindri sovralimentato e da due motori elettrici in prossimità delle ruote posteriori. Collegato al benzina ce n’è un terzo, che funge anche da generatore per le batterie in fase di decelerazione. Le tre batterie, da 34 kWh, assicurano percorrenze fino a 150 km in modalità elettrica e rendono la 1 molto ecologica in città, dov i consumi e le emissioni sono assenti fino a quando la pila non si esaurisce. La Polestar 1 sviluppa in tutto 600 CV e conta su ben 1.000 Nm di coppia. La coupé adotta soluzioni tecniche come l’asse posteriore sterzante e le sospensioni a controllo elettronico sviluppate dallo specialista Öhlins, che dovrebbero migliorare la reattività dell’auto nonostante i pesi e gli ingombri esterni. 

Polestar 1
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
51
11
4
1
7
VOTO MEDIO
4,3
4.324325
74
Aggiungi un commento
Ritratto di mirko.10
8 marzo 2018 - 20:43
2
Bellissima, si vede che è volvo. Il logo non mi spiazza affatto perché è facile riconoscerla dalla volvo che deriva. Anzi, quasi quasi con il logo svedese tradizionale l'avrei inserita tra le belle e solite volvo. Non posso dire che ci abitueremo al loghino che tanto non ne vedremo ma non ci ricordiamo che lexus, infiniti, genesis ecc..sono anche loro derivanti da marchi popolari. 140.000,eur......si, ma è proprio bella! Le ds no, invece, mi sembrano impersonali citroen impupate per sportiveggiarle e strumentalizzate alla vignale ford che fa invece bene a rifinire le sue normali.
8 marzo 2018 - 21:11
Mi fa piacere che costi 140.000 Euro, con tutta quella potenza non sarei riuscita a collocarla altrimenti. Se la vedrebbe con la Honda NSX diciamo.
Ritratto di mirko.10
8 marzo 2018 - 21:45
2
50.000,eur in più per la nsx, ottima alternativa per chi desidera guidare una "targa" e rigorosamente per single.;)
8 marzo 2018 - 22:18
Beato a chi se le può permettere caro Mirko.
Ritratto di FRANCESCO31
8 marzo 2018 - 22:37
la Maserati dovrebbe fare una macchina del genere una ghibli con telaio in carbonio e ibrida
Ritratto di Bambino
9 marzo 2018 - 06:45
140.000 euro e forse più per un'auto costruita in Cina? Lexus LC500 per sempre per rimanere in ambito ibrido. Costa pure di meno e se permettete siamo su un altro pianeta.
Ritratto di Giuliopedrali
9 marzo 2018 - 08:16
Preferirei se arriverà anche qua oltre che in USA, 1000 volte la Nio es8 elettrica 653cv, anche se a 7 posti, ma già ha una linea molto più innovativa, quella è davvero pazzesca! Sempre cinese e a 50.000€
Ritratto di palazzello
9 marzo 2018 - 09:25
140.000,00 euro per fare 150 km teorici!!!!?????????? Comunque al di là del prezzo devo dire che è veramente un bel modello, linea bella davvero. Ma credo comunque che si stia esagerando come prezzi e come range di clientela che in questo caso è solo snob in nome dell'ambiente!!! Tutti hanno diritto ad un auto che costi il giusto che sia rispettosa dell'ambiente etc. ma di questo passo andrà a finire come nell' ottocento dove solo pochi avevano le macchine che non erano rispettose dell'ambiente e tracannavano quintali di benzina!! Andiamo bene!!!!!!!!
Ritratto di Giuliopedrali
9 marzo 2018 - 10:51
I cinesi quelli veri se li mangiano a colazione sti cinosvedesi qua...
Ritratto di giorgionash
10 marzo 2018 - 10:35
ma come si fa a dare 1 volante???? 5 elementi.....
Pagine