NEWS

La Polestar 1 parlerà un po' italiano

12 gennaio 2018

La coupé ibrida, attesa nel 2019, sarà dotata di una scocca in fibra di carbonio realizzata a Benevento dall’italiana Adler.

La Polestar 1 parlerà un po' italiano

GIÙ IL PESO - L’azienda italiana Adler costruirà da marzo 2018 alcune parti in fibra di carbonio per la coupé di lusso Polestar 1 (nella foto), ibrida da 600 CV che sancisce l’esordio della Polestar come marchio indipendente dopo un passato da preparatore per le Volvo ad alte prestazioni. La Adler userà il materiale composito per la carrozzeria, la struttura del tetto e anche come rinforzo per il pianale nella zona tra l'abitacolo e il baule, così da conferire al telaio una maggiore rigidità torsionale e rendere l’auto più precisa in curva. L’utilizzo della fibra di carbonio per questi elementi, secondo la Polestar, consente un risparmio di peso di 230 kg rispetto ad un'analoga costruzione in acciaio. Il quotidiano Sole 24 Ore scrive oggi che l’azienda costruirà 180 modelli di prova da marzo a fine 2018, in attesa che la Polestar decida quante commissionargliene sulla base dei numeri di vendita (la coupé arriverà negli autosaloni da metà 2019).

“SUO” È IL TELAIO DELLA 4C - La Adler è una grande azienda di Napoli che effettua lavorazioni per il mondo dei trasporti e realizza componenti per automobili, elicotteri e aerei. Controlla 58 stabilimenti in 19 paesi al mondo e fatture oltre 1 miliardo di euro. La sua specialità sono i polimeri, un particolare tipo di molecole che può essere lavorato e dà origine a materiali come ad esempio il poliuretano, utilizzato per numerosi parti interne ed esterne delle automobili. Non a caso la Adler si è specializzata nei pannelli delle portiere e nei tappetini interni. Da qualche tempo l’azienda ha cominciato ad investire nella fibra di carbonio (un materiale costoso ma molto leggero e resistente) ed è stata incaricata dalla FCA di costruire il telaio della sportiva Alfa Romeo 4C, pesante solo 65 kg, quanto basta per contenere il peso dell’auto entro i 900 kg. Le lavorazioni per la 4C e la Polestar vengono effettuate nella fabbrica di Benevento.

Aggiungi un commento
Ritratto di alex_rm
13 gennaio 2018 - 00:56
Lo stabilimento Adler(società che ha sede a Napoli)che produrrà la scocca per la polestar si trova precisamente in provincia di Benevento ad airola in Valle caudine( a 20 km da Benevento e 15km da Caserta) e dal 2013 produce già la scocca in fibra di carbonio per la Alfa Romeo 4C
Ritratto di tramsi
12 gennaio 2018 - 22:25
Il bello è che non sei nemmeno italiano...
Ritratto di IloveDR
12 gennaio 2018 - 19:05
4
nel mondo è più conosciuto il marchio Polestar o il marchio Lancia???
Ritratto di tramsi
12 gennaio 2018 - 22:31
L'entusiasmo è una cosa seria e, in questo caso, anche fondato!
12 gennaio 2018 - 19:42
Però! Visto che c'è anche di Italiano in questa vettura è un motivo in più per supportarla (almeno moralmente visto il prezzo non popolare).
Ritratto di studio75
13 gennaio 2018 - 09:17
5
vorrei tanto che oltre che per la linea anche i prezzi richiamassero le muscle car americane....La camaro viene via a 42k, questa penso sui 80-90k
Ritratto di Xadren
13 gennaio 2018 - 09:45
1
A me l'unica cosa che non convince dell'operazione sul marchio Polestar è - se ho capito bene - l'impossibilità di acquistare veramente la vettura, che è data in noleggio. Nel segmento di vetture sportive e da turismo è veramente un controsenso, perché sono automobili che mantengono valore negli anni grazie al prestigio eventualmente ottenuto ed al collezionismo dei veicoli d'epoca.
Ritratto di Leonal1980
14 gennaio 2018 - 10:15
3
Io avevo capito che era una proposta il noleggio, non che vietassero l’acquisto...se un mezzo è sono a noleggio, le faranno poi acquistare usate, mica posso rottamarle dopo 3 anni o 5. Bho
Ritratto di probus78
13 gennaio 2018 - 22:02
Fiancata e muso sono stupendi. Posteriore benché originale non mi piace. Volante troppo grosso e tablet interno troppo uguale ai nuovi Renault..
Ritratto di Spock66
15 gennaio 2018 - 14:51
Bellissima, anche perché rievoca molto bene la 1800P del "Santo", ma ... costerà il doppio della Camaro...e con 600 CV avrà un superbollo da Ferrari..non so, mi sa che in Italia saranno pochine...
Pagine