NEWS

Porsche 919 Hybrid: record impressionante al Nürburgring

29 giugno 2018

Il prototipo plurivincitore nelle gare endurance ha compiuto un giro incredibile; col tempo di 5’19”550 ha battuto il record che resisteva da 35 anni.

Porsche 919 Hybrid: record impressionante al Nürburgring

DALLE VITTORIE AI RECORD - Non gareggia più ma corre sempre… Si può sintetizzare così la Porsche 919 Hybrid, il prototipo della casa tedesca che ha vinto tre volte la 24 Ore di Le Mans e ha conquistato altrettanti titoli mondiali endurance. Debuttò nel 2014 e prima del ritiro avvenuto nel 2017 ha disputato 34 gare vincendone 17. Poi la fine della partecipazione della casa alle gare dei prototipi della massima categoria. Epperò la fantastica vettura continua a dare dimostrazione di grande efficienza. Lo ha fatto oggi, 29 giugno, effettuando il giro sui 20,8 km dell’impegnativa pista Nordschleife del Nürburgring in 5’19”550. Un tempo formidabile che batte un record che resisteva da 35 anni: il 28 maggio del 1983 lo realizzò il compianto Stefan Bellof con la Porsche 956 in 6’11’13”.

PROTOTIPO ADATTATO ALLE CEELBRAZIIONI - A compiere l’impresa è stato il pilota tedesco Timo Bernhard, al volante della Porsche 919 Hybrid Evo, cioè un esemplare del prototipo modificato per dar vita alle tante iniziative che la Porsche ha organizzato proprio per celebrare la sua vettura. È il 919 Tribute Tour, che porta in giro per il mondo la vettura dominatrice per tre anni delle gare endurance. L’iniziativa è cominciata ad aprile, quando la 919 Hybrid ha realizzato il record sulla pista di Spa, con 1’41”770, poi è proseguito nelle location più diverse. Non solo pistaiole. 

loading.......

Qui sopra il video del record. Oltre alla velocità impressionante della vettura, da notare l'uso del "boost" rappresentato dalla spinta supplementare dei motori elettrici montati sull'asse anteriore, che vengono usati per avere un maggiore spunto fuori dalle curve grazie all'energia accumulata in una apposita batteria durante le accelerazioni.

UN LUNGO OMAGGIO IN GIRO PER IL MONDO - Per esempio il prototipo ibrido della Porsche ha percorso le strade cittadine di New York e di Shanghai, dando luogo a immagini mozzafiato. Sulla pista del Nürburgring la Porsche 919 Hybrid Evo c’era poi già stata a maggio, in “gemellaggio” con la storica 956C a rievocare i fasti sportivi della casa. Ora c’è stato il record impressionante di 5’19”550, in attesa di tornare a Spa per la VW Fun Cup in programma il 6-8 luglio. Dalla pista di Spa la 919 Hybrid si sposterà poi a Goodwood, in Inghilterra, dove nei giorni 12-15 luglio si svolgerà il Festival of Speed. E poi il Festival Porsche a Brands Hatch, in Inghilterra, il 2 settembre e il Porsche Rennsport Reunion di Laguna Seca, in California, a il 26-29 settembre.

PORSCHE 919 HYBRID EVO - LA SCHEDA TECNICA

Telaio: fibra di carbonio con “anima” in honeycomb.
Motore a combustione: V4 di 90°, 4 valvole per cilindro, 1 tubocompressore Garrett, iniezione diretta, lubrificazione a carter secco.
Regime max di rotazione: ≈ 9.000 giri/min.
Centralina: Bosch MS5.
Cilindrata: 2.000 cm3 (motore V4).
Potenza motore a combustione: 720 CV, sulle ruote posteriori.
Potenza motore elettrico: 440 CV, sulle ruote anteriori.
Sistema ibrido: KERS con un motore generatore (MGU) montato sull’asse anteriore; ERS sistema di recupero dell’energia dai gas di scarico. Energia stoccata in una batteria agli ioni di litio raffreddata a liquido della A123 Systems.
Trazione: trazione posteriore, sistema di controllo di trazione (ASR), trazione integrale inseribile tramite il motore elettrico sull’asse anteriore nei momenti di boost, cambio sequenziale a 7 rapporti.
Sospensioni: indipendenti davanti e dietro con sistema push-rod, ammortizzatori regolabili e Pitch Link System che controlla attivamente l’assetto.
Sistema frenante: brake-by-wire con pinze monoblocco di alluminio, dischi in fibra di carbonio autoventilanti, con distribuzione variabile della potenza frenante per meglio bilanciare la vettura.
Cerchi e pneumatici: cerchi forgiati in magnesio della BBS; pneumatici Michelin Radial 310/710-18 su tutte le ruote.
Peso: 849 kg senza guidatore.
Lunghezza: 5.078 mm (4.650 mm).
Larghezza: 1.900 mm.
Altezza: 1.050 mm.
Serbatoio: 62,3 litri.

Aggiungi un commento
Ritratto di Onofrio Brillo
29 giugno 2018 - 22:56
Per gli altri team non saprei visto che non ci sono precedenti di confronti, ma Alfa-Sauber di Alfa non ha nemmeno un bullone, al massimo qualche adesivo. Nei confronti diretti in corso nelle altre categorie in cui entrambi i marchi presenziano 718 sta davanti a 4C e 911 davanti a 8C e GTV non pervenuta. Questo almeno rifacendosi ai trascorsi, poi nulla è matematico in questi contesti, tranne i 5’19”550 della 919 ed i 6:47.25 della 911 che a quanto pare fanno rosicare tantissimo alcuni tizi con la Kia Rio baracca
Ritratto di Leonal1980
29 giugno 2018 - 23:19
3
L'unica cosa che ha di buono la Sauber è le clerc per poco ancora.
Ritratto di GinoMo
2 luglio 2018 - 11:26
Sauber ha fatto un salto mostruoso di velocità alleandosi con Alfa (Ferrari), infatti ora sono costantemente tra i top 15 con 4 gare consecutive a punti, roba che non si vedeva da decenni. ovviamente Leclerc ci mette molto del suo
Ritratto di gjgg
30 giugno 2018 - 09:54
1
La Rio punta ad altri aspetti. Non per niente è prima nella classifica di affidabilità e soddisfazione Americana (là dove guardano più il valore effettivo dell'auto invece che il brand)
Ritratto di Onofrio Brillo
30 giugno 2018 - 11:10
La Rio baracca è prima SOLO nella classifica delle piccole, come la BMW Serie 4 è prima nelle compatte di prestigio e la BMW X6 nelle medie di prestigio. Sai, per leggere e capire dei dati bisogna aver finito almeno le medie… Solo un ottuso può pensare che la rio baracca sia più soddisfacente per il cliente rispetto alla soddisfazione del cliente di una Ferrari 488. Certo però che andare off topic così tanto per non parlare dei 5’19”550 della 919 ed i 6:47.25 della 911 è un record anche quello. Praticamente questi tempi per Ferrari, Alfa Romeo, Maserati, Abarth, Lancia sono solo fantascienza… Magari fra 10-20 anni anche loro faranno un tempo sotto i 5 minuti e mezzo...
Ritratto di gjgg
30 giugno 2018 - 11:16
1
Ecco appunto vedasi quanto costa una M4 o una 6, beh gli americani (che su queste cose ci tengono) rilevano un pari livello di soddisfazione da una Rio nonostante costi moooolto meno delle 2 sopra citate tedesche
Ritratto di gjgg
30 giugno 2018 - 11:17
1
Il tutto oltretutto tralasciando il fatto che in generale nella classifica Kia è poi avaaaanti come marchio nel complesso
Ritratto di Onofrio Brillo
30 giugno 2018 - 11:38
Sei fesso o fai finta di non capire, e come se chiedi ad un muratore se 2.000 euro al mese sono un buon stipendio e lui ti risponde che sono il top, poi vai da un calciatore e gli chiedi se 200.000 euro al mese sono un buon stipendio, e lui ti risponde che sono il top. Ma lo stipendio del muratore rimane uno stipendio da muratore, mentre lo stipendio del calciatore rimane uno stipendio da calciatore. ANCHE se il muratore è stra mega ultra soddisfatto ;) Se modificano il sito magari potrò farti un disegnino….
Ritratto di gjgg
30 giugno 2018 - 13:33
1
Effettivamente un disegno farebbe comodo visto che le auto COMPRATE mi sembrano alquanto diverse dai soldi INTASCATI. Al limite la metafora, con i soggetti da te usati, la si dovrebbe fare col Patron che magari ha in squadra il calciatore che stipenda 200 mila mensili, e a casa per la ristrutturazione il muratore da 2 mila euro mensili. Potrebbe benissimamente affermare, tale datore di lavoro, che è insoddisfattissimo del calciatore che nonostante la paga altissima rende poco, mentre è ipersoddisfatto del muratore che a una cifra ridicola gli sta rimettendo a posto casa. Idem per le auto di cui sopra altrimenti non si spiegherebbe che Kia primeggi proprio come marchio nel complesso. Poi a me la 4er (in attesa della Gtv) risulta anche preferibile nel proprio segmento coupè (ma in assoluto meglio la 2er coupè), idem la 911 (anch' essa in attesa della Gtv) mi convince. Tuttavia dovrei essere cieco a non considerare che la Rio sbaraglia una foltissima concorrenza (pensa a quante utilitarie esistono oggi nei listini, rispetto alle boh quante suv ci saranno pari segmento della x6?) e quindi rappresenta un notevole rapporto qualità / costo
Ritratto di gjgg
30 giugno 2018 - 13:40
1
Considera che già soltanto Fca che viene ipercriticata (e magari anche a a ragione) per il fatto che, si dice, ha praticamente abbandonato il segmento B in verità poi propone ben 3 parisegmento della Rio: Punto, Ypsilon e Mito. E ripeto Fca viene considerata come una che non avrebbe proposte nel segmento.
Pagine