NEWS

La Porsche dice addio ai motori diesel

23 febbraio 2018

La casa tedesca ha deciso di favorire i motori a benzina, gli ibridi e gli elettrici.

La Porsche dice addio ai motori diesel

RESTA SOLO LA MACAN - Scandalo dopo scandalo alla fine per il motore diesel era inevitabile che ci fossero delle defezioni. La prima, esplicita e chiara, viene dalla Porsche, la casa di Stoccarda che ha costruito il suo blasone con i propulsori a benzina ma che negli ultimi anni aveva “ceduto” alla moda dei diesel, proponendo per la sua gamma anche versioni con questo tipo di motori. Ora i vertici della casa hanno deciso di depennare dai listini tutte le versioni diesel, anche per la Porsche Macan (nella foto) che non è più ordinabile con questo motore. Il primo segnale evidente e concreto è stata la cancellazione dalla gamma delle versioni a gasolio delle Porsche Panamera. Poi c’è stata la presentazione della nuova Porsche Cayenne soltanto con il motore a benzina o ibrido (ma questo modello potrebbe in futuro offrire anche un diesel).

NON LI FANNO LORO - Con questa decisione la Porsche riprende così la totale autonomia in materia di sviluppo dei motori. I turbodiesel impiegati, soggetti a vari richiami negli Usa ed in Europa per via delle emissioni di NOx nell'ambito delle scandalo Dieselgate, erano e sono di provenienza Volkswagen-Audi, e la cosa aveva un po’ incrinato il prestigio dei prodotti Porsche, da sempre apprezzati proprio per la loro qualità progettuale e realizzativa. Ciò a maggior ragione dopo gli scandali legati alle emissione dei turbodiesel, di cui la Porsche in quanto tale ha subito e subisce le conseguenze senza appunto aver mai lavorato in proprio su questi prodotti. E l’ultima vicenda scandalosa dei test di laboratori su scimmie ed esseri umani per verificare le conseguenze delle emissioni dei motori a gasolio, può davvero essere stata l’ultima goccia che ha fatto traboccare il vaso.



Aggiungi un commento
Ritratto di tramsi
26 febbraio 2018 - 16:00
Quanto ai consumi, ho riportato l'esempio corretto ed è esattamente così: il rendimento di un motore a gasolio non è avvicinato da alcun benzina. Quanto all'esempio della Polo, certo non fa scuola: se il divario tra le due motorizzazioni è esageratamente elevato, scegli altri modelli di altre marche in cui è decisamente minore. Oppure, se vuoi obbligatoriamente una Polo, la scegli a benzina. Ribadisco, ad esempio, che tra il 3 cilindri da 125 cv a benzina della Fiesta e il 4 cilindri a gasolio da 120 cv, la differenza è di appena € 500, con cui si ha anche il 50% di coppia in più.
Ritratto di money82
26 febbraio 2018 - 17:06
1
Non si parlava di scegliere un’auto in base al prezzo, se ford e pochi altri attuano una politica differente, non cambia il fatto che la stragrande maggioranza dei diesel costi una cifra consistente in più. In merito ai consumi se mi indichi una fonte attendibile che attesti il rendimento accertato inferiore del 25% a favore dei diesel lo leggo volentieri. Alcuni prezzi di quelle da te citate: Fiat tipo 5 porte 1.4 tjet 120 cv 18.440 euro; tipo 1.6 mjet 120 cv 20.440. 2000 euro di differenza. Bmw serie 1 120i 30.350 euro, 120d 34.000 e siamo a 3.750 euro di differenza...megane 1.2 da 132 cv 23.850 euro; 1.6 dci 131 cv 26.000 euro e siamo a 2.250 euro in più. Prezzi presi da alvolante ottobre 2017.
Ritratto di Thresher3253
26 febbraio 2018 - 17:48
Mah oddio 2-3000 euro è una spesa extra che recuperi in 4-6 anni, sempre riferendosi al dato sopra perchè poi bisognerebbe indipendentemente confrontare i consumi delle motorizzazioni citate. Se stiamo parlando di almeno 4-5000 euro allora già comincia a essere diverso. Se poi uno con la macchina fa 30.000 km all'anno il vantaggio in termini di costi del diesel è evidente. Di sicuro resta il fatto che la maggior parte di chi compra un diesel - o una macchina in generale - non fa percorrenze annuali così elevate, si parla di una media di 12.000 km, quindi per molti è superfluo.
Ritratto di money82
26 febbraio 2018 - 19:44
1
@Thresher ho iniziato il discorso parlando di percorrenze di 15.000 km l' anno, e l' utente tramsi mi ha suggerito che secondo i suoi calcoli, con questo chilometraggio, il terzo anno giri gratis con il diesel, rispetto al benzina. In base agli esempi che ho riportato la differenza media sulla fascia bassa quindi seg. B e C si attesta tra i 1500 e i 2000 euro (tranne per la fiesta). Poi possiamo dire che il diesel ci mette più tempo ad entrare a regime e in quel caso consuma di più, quindi chi fa poca strada (10 km per andare al lavoro?) probabilmente non beneficia neppure del risparmio sul carburante. Altra cosa da non tralasciare è il consumo durante la rigenerazione del filtro. A mio parere se risparmi 250 euro in un anno sono tanti. Quindi 2000 diviso 250 = 8 anni per andare in pari. Ammesso che non ci siano mai filtri da sostituire.
Ritratto di tramsi
15 marzo 2018 - 14:15
La differenza di prezzo media tra la versione a benzina e la corrispondente diesel è pari al 10%, non il 15% da te indicato. E i calcoli non sono "miei", stante che la matematica non è un'opinione.
Ritratto di money82
26 febbraio 2018 - 17:19
1
In merito alla coppia maggiore: tipo 1.4 120 cv 0-100 in 9,6; tipo 1.6 120 cv 0-100 in 10.1; bmw 120i 0-100 in 7.1; 120d 0-100 in 7.1; megane 1.2tce 136 cv 0-100 in 10.6; 1.6dci 0-100 in 10; polo 1.2tsi 90 cv 0-100 in 10.8; polo 1.4tdi 90 cv 0-100 in 10.9; fiesta 1.0 125 0-100 in 9,9; 1.5 tdci 0-100 in 9...l’unica ad avere una differenza importante è proprio quest ultima, nelle altre prese in considerazione la differenza di prestazioni non esiste.
Ritratto di tramsi
15 marzo 2018 - 14:21
In merito alla coppia, quella dei motori a gasolio si attesta al 40-50% in più della corrispondente versione a benzina, pur consumando meno, stante che il rendimento dei motori a gasolio emerge dalla temodinamica e non certo da un'opinione personale. La coppia di un motore non si rileva dai tempi di accelerazione, stante che, a parità di peso, automobili a benzina e a gasolio dalla potenza analoga hanno accelerazioni analoghe, visti i rapporti di trasmissione adeguati alle 2 erogazioni. La coppia è espressione della capacità di "tiro" o "schiena" del motore ed emerge nella guida quotidiana, nella prontezza del motore alla semplice pressione sull'acceleratore, alla conseguente capacità di cambiare velocità in occasione di un falsopiano o di un sorpasso o semplicemente per il gusto di una guida più brillante. Prova ad accelerare a fondo nell'ultimo rapporto con un motore a benzina da 120 cv e con uno a gasolio di potenza analoga e ti accorgerai di cos'è la coppia.
Ritratto di marcoluga
26 febbraio 2018 - 07:02
Concordo al 100%
Ritratto di puccipaolo
24 febbraio 2018 - 19:22
5
ho il Tuo stesso pensiero
Ritratto di GranNational87
26 febbraio 2018 - 08:36
3
sisi, c'è sempre quel qualcuno che crede di portare una rivelazione con la storia del cruise a 130 eheh ragionando cosi tutti in giro con la panda a metano e chiudiamo alvolante.
Pagine