NEWS

Porsche Taycan: ora anche Cross Turismo

Pubblicato 04 marzo 2021

La versione station wagon della Taycan sarà disponibile in Italia dall’estate 2021 a partire da 96.841 euro. Quattro le versioni con potenze tra 476 e 625 CV, tutte 4x4.

Porsche Taycan: ora anche Cross Turismo

UN TOCCO DI OFF-ROAD - La Porsche Taycan Cross Turismo, presentata oggi, è la versione station wagon della nota berlina spinta da motori elettrici, rispetto alla quale aggiunge anche un tocco di off-road, essendo idonea anche a un leggero fuoristrada. Sarà disponibile a partire dalla prossima estate, con un prezzo in Italia a partire da 96.841 euro.

PIÙ SPAZIO - La nuova forma della carrozzeria porta in dote più spazio per gli occupanti e per i bagagli. I passeggeri seduti sui sedili posteriori possono beneficiare di 47 mm di spazio in più per la testa, mentre il bagagliaio della Porsche Taycan Cross Turismo va da 446 a 1.212 litri.

QUATTRO VERSIONI - La Porsche Taycan Cross Turismo sarà disponibile in Italia in quattro varianti, tutte accomunate dalla medesima batteria da 93,4 kWh: la 4 da 380 CV con potenza di picco in modalità overboost che arriva a 476 CV, accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi, velocità massima 220 km/h e autonomia che oscilla tra 389 e 456 km; la 4S 490 CV, con potenza di picco di 571 CV, 0-100 in 4,1 secondi, velocità massima 240 km/h e autonomia di 388-452 km; la Turbo da 625 CV, con potenza di picco di 680 CV, 0-100 in 3,3 secondi, velocità massima di 250 km/h e autonomia di 395-452 km; la Turbo S da 625 CV, con potenza di picco di 761 CV,  0-100 in 2,9 secondi, velocità massima di 250 km/h e autonomia di 388-419 km.

RICARICA VELOCE - Condividendo la meccanica della Taycan, e quindi anche la tecnologia a 800 volt, è possibile fare “il pieno” nelle colonnine più veloci ripristinando fino a 100 km di autonomia in appena 5 minuti. In alternativa, è possibile utilizzare il caricatore di bordo da 11 kW (quello da 22 kW è optional).

TUTTE A TRAZIONE INTEGRALE - Tutte le versioni della Porsche Taycan Cross Turismo hanno di serie la trazione integrale (i due motori sono posizionati rispettivamente sull’asse anteriore e su quello posteriore) e le sospensioni pneumatiche adattive. Optional il pacchetto Off-Road Design, che aumenta l'altezza da terra fino a 30 mm, oltre a prevedere prevede l'aggiunta di speciali alette agli angoli dei paraurti anteriore e posteriore e alle estremità delle soglie, rendendola di fatto idonea anche per un fuoristrada leggero. È inoltre presenta una specifica modalità di guida, la "Gravel Mode", che migliora la guidabilità sulle strade sterrate.

IL DESIGN - Esteticamente la Porsche Taycan Cross Turismo ricorda il prototipo Mission E Cross Turismo presentato al Salone di Ginevra nel 2018. La forma della carrozzeria è caratterizzata da una linea del tetto spiovente verso il portellone posteriore. Gli elementi di design da fuoristrada si ritrovano nei profili dei passaruota, nei sotto-paraurti anteriori e posteriori e nelle soglie laterali, anch’esse specifiche. Sono inoltre disponibili una serie di specifici accessori come il nuovo portapacchi posteriore per riporre fino a tre biciclette, che non impedisce l'apertura del portellone. Saranno poi disponibili anche una serie di accessori per trasportare oggetti sul tetto. 

Porsche Taycan Cross Turismo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
19
13
9
5
30
VOTO MEDIO
2,8
2.81579
76




Aggiungi un commento
Ritratto di giocchan
4 marzo 2021 - 23:35
Non mi dispiace, devo solo fare finta non si chiami Porsche...
Ritratto di Rav
5 marzo 2021 - 00:31
3
Bello come ormai a Porsche vengano meglio le sw delle coupè e berline.
Ritratto di zioesse
5 marzo 2021 - 06:48
Per il momento l'offerta di elettriche non è tatno ampia quindi questa che è abbastanza alternativa invece che essere il solito suv o la solita berlina fotocopiata dalla model 3 ci sta come proposta diversa. poi guardando i prezzy della 508 phev la meno cara di queste taycan ct sembra anche conveniente pre chi non si fa problemi su autonomie e ricarica delle elettriche 100%
Ritratto di 82BOB
5 marzo 2021 - 07:41
2
L'idea è carina, sicuramente più bella della Panamera, ma in Porsche, sulle berline, devono migliorare il design! Finalmente una carrozzeria utility per una elettrica senza la zavorra del SUV-friendly!
Ritratto di mondoka
5 marzo 2021 - 08:26
La versione SW è solo per immagine estetica di un prodotto diverso, che infatti nessun altro fa fra le elettriche, perché tanto nell'uso le Bev rispetto alle termiche tutto sono tranne che da sfruttare a 360°. Detto con stima per chi le vuole, perché per me le Bev di alta gamma attirano quel tipo di utilizzatore d'auto che sceglie davvero per passione soprattutto delle prestazioni, attratto anche della relativa convenienza sui costi fissi. Con le opportune sfumature del paragone un po' come chi una volta si prendeva le minute Lotus che avevano prestazioni eccezionali con motori umani, ed era disposto a un comfort sacrificato, 2 soli posti, e bagagliaio nullo. Oggi queste elettriche col discorso delle notevoli prestazioni unite a bollo inizialmente gratis e poi ridotto e ai costi chilometrici attualmente più bassi anche di molto in alcuni casi, sono l'equivalente di chi vuole prestazioni e per queste è disposto a sacrifici come ad allungare anche notevolmente i viaggi autostradali o alla scomodità di andare in giro con matasse di cavi sparse in auto o a dover ricaricare alle colonnine sotto le intemperie senza nemmeno un minimo di pensilina.
Ritratto di Andre_a
5 marzo 2021 - 09:46
9
Ma sul serio ti darebbero fastidio i cavi nel bagagliaio? Capisco, anche se non condivido, le altre critiche, ma i cavi? Dai, a parte il fatto che hanno quasi sempre uno scomparto dedicato,ma che fastidio potrà mai dare?
Ritratto di mondoka
5 marzo 2021 - 09:59
Se ti vedi le recensioni è proprio fra le cose che più spesso viene detta come fastidiosa indifferentemente per tutte le elettriche questi grovigli di cavi, spesso anche svariati a causa dei diversi tipi di attacco, da tenere nei vari bagagliai. Poi soprattutto per auto dell'ordine 100 mila euro penso già scendere e fare benzina da sé invece che farsi servire in tanti non lo faranno e mai lo farebbero, cioè siamo a livelli di ricchezza che non è che vanno in giro col termos del caffè e i panini fatti a casa per risparmiarsi i soldi di farsi servire all'autogrill, peggio ancora doversi arrangiare magari in doppio petto e papillon coi guanti da meccanico a maneggiare cavi striscianti per terra su polvere o asfalto bagnato.
Ritratto di RubenC
5 marzo 2021 - 10:02
1
"diversi tipi di attacco"? C'è solo un cavo che può avere senso portarsi dietro, che è quello per le prese Tipo 2. E lo devi usare solo se vai a una colonnina lenta (cosa che non è così frequente con questo genere di elettriche).
Ritratto di marcoluga
5 marzo 2021 - 12:42
2
A dire il vero è solo in Italia che trovi un addetto che ti serve, in tutta Europa ognuno si serve da solo, e non mi pare che nessuno se ne lamenti.
Ritratto di Andre_a
5 marzo 2021 - 22:48
9
Si, anch'io all'estero ho trovato quasi sempre quel tipo di self service in cui prima fai benzina, poi vai dentro a pagare. E ne sono contento, non mi è mai piaciuto che uno sconosciuto tocchi la mia macchina.
Pagine