NEWS

Porsche Taycan: svelati gli interni

Pubblicato 23 agosto 2019

La Porsche diffonde le prime foto della plancia della berlina elettrica Taycan, ricca di tecnologia ma ispirata al passato.

Porsche Taycan: svelati gli interni

TRADIZIONE PRESERVATA - In attesa della presentazione prevista per il 4 settembre, la Porsche continua a mostrare nuovi particolari della berlina elettrica Porsche Taycan. Ad essere svelata oggi è la plancia, che abbina riferimenti al passato e dettagli tecnologici: il pulsante di avviamento del motore è alla sinistra del volante, come per tutte le Porsche, e il sottile fascione centrale rappresenta un “omaggio” alla prima generazione della Porsche 911, ma i grandi schermi e la quasi totale assenza di tasti fisici sono un inconfondibile segno dei tempi. 

QUATTRO VISUALIZZAZIONI - Di schermi la Porsche Taycan ne ha almeno tre. Quello principale è per la strumentazione: misura 16,8”, è curvo ed è coperto da un vetro anti-riflesso. Il guidatore può scegliere fra quattro visualizzazioni, da quella con tre strumenti rotondi e il contagiri al centro (un omaggio alle vecchie Porsche) a quella con la mappa del navigatore satellitare a tutto schermo, passando per quella con la mappa in uno dei tre strumenti a quella che mostra sole le informazioni essenziali. Ai lati dello schermo sono presenti tasti a sfioramento per controllare i fari o l’assetto.

UNO SCHERMO PER IL PASSEGGERO - Al centro della plancia si trova lo schermo di 10,9” del sistema multimediale, con un’interfaccia ridisegnata appositamente per la Porsche Taycan: sono presenti grosse icone in stile smartphone, ma è possibile impartire alcuni comandi all’auto tramite la voce, dopo aver detto “hey Porsche”. Al fianco di questo schermo ce n’è uno optional per il passeggero, che può cercare un numero di telefono nella rubrica senza chiudere il navigatore satellitare aperto nello schermo al centro. Questi due schermi, protetti da un singolo vetro, danno l’impressione di essere un tutt’uno. 

BOCCHETTE A COMANDO ELETTRICO - Nella consolle è presente uno schermo inclinato di 8,4”, dal quale gestire il “clima” o il controllo di stabilità attraverso tasti touch di tipo aptico, che trasmettono una leggera vibrazione al dito a comando impartito: così è più semplice utilizzarli senza abbassare lo sguardo dalla strada. La Porsche ha fatto il possibile per eliminare tasti e comandi fisici e persino l’inclinazione delle bocchette del “clima” si gestisce attraverso uno schermo. A richiesta è possibile ordinare anche uno schermo di 5,9” per i passeggeri posteriori, abbinato al “clima” a 4 zone: da esso si regolano flussi e temperature per le poltrone della seconda fila. 

TESSUTI RICICLATI - Le personalizzazioni annunciate per l’interno riguardano il volante, di tipo tradizionale o GT (con cuciture a vista), oppure i sedili, rivestiti con pellami di colori specifici per la Porsche Taycan: sono due tonalità di beige, il viola e il marrone. Non mancano la microfibra ottenuta da materiali di recupero e rifiniture in nero opaco, argento scuro o champagne, oltre alla consolle e alle portiere con dettagli in legno, alluminio, tessuto o fibra di carbonio. 

Porsche Taycan
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
172
94
29
16
34
VOTO MEDIO
4,0
4.026085
345




Aggiungi un commento
Ritratto di Marco_Tst-97
24 agosto 2019 - 19:25
Penso che dipenda da persona a persona: io ad esempio sono stato in auto con numerosi schermi e funzioni extra (di fatto inutili...) e una volta tornato nella mia auto, più semplice e, secondo te, "vecchia di 20 anni", mi sono ritrovato finalmente a casa. Se l'andazzo è questo la mia prossima auto sarà una usata...
Ritratto di Wikowako
26 agosto 2019 - 16:35
Schermi inutili è da vedere. Anche quello del navigatore sarebbe inutile? Perché passa ore ed ore in macchina per lavoro è inutile poter usufruire di uno schermo che gli presenta, metti, i messaggi che gli arrivano sullo smartphone. Possono essere superflui per molti, ma non inutili. Il vantaggio di questi display è che sono configurabili, cosa che per i dispositivi analogici non è. Se ti piacciono le macchine la cui plancia, display centrale a parte, sembra anni '60, prenditi una Tesla.
Ritratto di Axelbest
23 agosto 2019 - 16:00
Si lo schermo lato passeggero innaugurato con la 512 Superfast, qui raggiungere dimensioni notevoli e del tutto ridondanti. Escluso quello, direi il solito capolavoro Porsche. Non ne sbaglia una c'è poco da fare. Che design Peccato per la qualità di alcune plastiche adoperate sulla 911, a parte questo che amareggia comunque abbastanza, il livello è sempre decisamente alto. Sono stupendi questi interni
Ritratto di Wikowako
23 agosto 2019 - 16:11
Concettualmente questi interni sono simili a quelli di quel prototipo Honda la cui plancia qualcuno ha asserito ricordargli una console di reception anni 70. Bene: alla Porsche pigliano una console di reception anni 70 e te la fanno diventare la cabina di pilotaggio di un'astronave. :-)
Ritratto di Marco_Tst-97
24 agosto 2019 - 19:27
Più che altro un inutile ridondanza di schermi che potrebbe, appunto, funzionare solo su un'astronave, lontano dal traffico delle strade...
Ritratto di Zot27
23 agosto 2019 - 17:48
Alla Porsche lavorano bene, e sono anche umili, dato che più volte han parlato bene di Tesla ammettendo che è la loro rivale numero 1 . Per le finiture può essere che riescono a ottenere risultati migliori, ma per altre caratteristiche, riguardanti il mondo ev, devono ancora recuperare. Il loro prezzo è più alto, ma tanto non sono costretti a vendere quanto Tesla.
Ritratto di Wikowako
23 agosto 2019 - 18:03
Tesla è partita prima e fa solo auto elettriche. Da quel punto di vista, giustamente è in vantaggio. Però Porsche (e domani altri) possono ribaltare la situazione perché: 1. Hanno un know-how superiore su come costruire un'automobile nella sua interezza (non è che si compra solo il Power train, si compra l'automobile completa); 2. Possono reggere una redditività nulla (o peggio) sulle auto elettriche forti dell'utile che realizzano sule auto con motore endotermico. Bisogna vedere cosa succederà a Tesla quando i tedeschi e magari altri (giap, francesi ecc) avranno raggiunto lo stesso livello sull'elettrico, se nel frattempo gli americani non avranno migliorato le altre componenti che costituiscono un'automobile. Faccio un esempio noto a tutti così mi spiego meglio: 20 anni fa Fiat aveva un vantaggio tecnologico su Volkswagen per i motori Diesel, essendo stata pioniera nell'introduzione del common rail. Ma siccome VW faceva auto complessivamente superiori, la posizione di vantaggio di Fiat è durata poco e poi la situazione si è ribaltata. Tesla corre quel rischio se non migliora gli aspetti delle sue auto che in questo momento, a mio avviso, sono carenti.
Ritratto di Clementina Milingo
23 agosto 2019 - 18:48
dunque, risulta che le Tesla come guida non abbiano nulla da imparare da Bmw o Alfa visto che una Model 3 (l'economica della gamma) le suona di santa ragione a M3 e Quadrifoglio, Le suona in strada e su pista. Quindi sulla guidabilità non hanno nulla da imparare, anzi se questo è l'inizio figurarsi le prossime. Sulla sicurezza direi che nessuno ha mai preso punteggi alti come Tesla, la model 3 è l'auto più sicura mai costruita ed è solo la terza auto che progettano, figurarsi la quinta o la sesta. Sulla guida autonoma dietro Tesla c'è il vuoto. Adesso se vogliamo dire che Tesla dovrebbe imparare a fare gli interni come i tedeschi o i jappo per aver successo quando mi pare che il successo ce l'abbia già visto che vende più auto di Porsche e Alfa Romeo messe assieme e il problema è solo star dietro alla richiesta del mercato (cosa attualmente impossibile) non ci siamo. io sono fermamente convinta che quest'anno venderemo quasi 400.000 Tesla e l'anno prossimo poco meno del doppio, quello successivo ancora, più del doppio di quello precedente visto che usciranno alcuni modelli "piuttosto interessanti" ^___^
Ritratto di remor
23 agosto 2019 - 22:08
Link della pista? Non mi sembra di essermi ancora imbattuto in un confronto diretto fra le top performance dei modelli citati. Se non per eventuali drag race sul dritto, poco attenti però con la questione sopra citata della guidabilità. Leggendo, solito sito, dei vari tempi in alcune piste, dovrebbe stare dal quasi a fianco, al un po' staccata. Per il momento. Niente male comunque in termini di progressi in breve tempo, prossimo step potrebbe probabilmente passare in testa.
Ritratto di Clementina Milingo
23 agosto 2019 - 22:28
la prova Model 3 contro Bmw M3 l'ha fatta topgear è sul tubo, l'altra con la quadrifoglio l'ho vista sempre sul tubo ma non ricordo dove
Pagine