NEWS

La Ferrari elettrica nel 2025

Pubblicato 16 aprile 2021

Il presidente John Elkann annuncia agli azionisti quale sarà la data di uscita della prima Ferrari a batteria.

La Ferrari elettrica nel 2025

ARRIVA UN PO’ PRIMA - In un contesto storico in cui l'industria sta accelerando verso l'elettrificazione, la Ferrari ha deciso di anticipare al 2025 il lancio della sua prima auto completamente elettrica. A confermarlo è lo stesso John Elkann, presidente e ceo del Cavallino, durante l’assemblea degli azionisti. Le voci di una futura Ferrari elettrica non sono di certo di nuove, tuttavia in precedenza l’allora ceo della casa di Maranello, Louis Camilleri, aveva fissato un intervallo temporale a lungo termine, parlando di dopo il 2025, a causa dell’immaturità della tecnologia delle batterie.

LA PASSIONE - Elkann ha confermato che la Ferrari costruirà la sua strategia di elettrificazione in modo altamente disciplinato, senza snaturare il marchio o disattendere le aspettative dei clienti. Il dirigente italiano ha tuttavia ribadito che è di fondamentale importanza diffondere la passione e l’unicità del marchio Ferrari anche alle nuove generazioni sfruttando come vettore l’elettrificazione.

LA PRIMA IBRIDA DI SERIE - La Ferrari per lunghi anni ha evitato l'elettrificazione fino al lancio, nel 2019, della sua prima auto di serie ibrida plug-in, la SF90 Stradale (nella foto). Lo stesso anno la casa di Maranello ha fissato come obiettivo quello di vendere, entro il 2022, il 60% di modelli ibridi.

SI ASPETTA LA SUV - John Elkann ha riferito agli azionisti che la Ferrari nei prossimi mesi svelerà tre nuovi modelli come parte del business plan 2018-2022. Il prossimo anno sarà molto importante per il Cavallino poiché verrà lanciato sul mercato la prima suv della sua storia, la Ferrari Purosangue. 

LA RICERCA DI UN CEO - Attualmente l’azienda di Maranello è ancora alla ricerca di un nuovo ceo dopo le improvvise dimissioni di Camilleri avvenute e dicembre. Attualmente il ruolo è stato infatti assunto da Elkann, ma lo stesso dirigente ha confermato che la Ferrari sta procedendo con il “casting” valutando su una rosa di candidati molto validi.





Aggiungi un commento
Ritratto di ziobell0
16 aprile 2021 - 16:09
per V8Gelmini: mi fa piacere che sei di nuovo nel foforum
Ritratto di V8brumbrum
16 aprile 2021 - 16:56
In che senso tornato? Non ero mai andato via. Ciao Fiorangelo Canonico!
Ritratto di Volpe bianca
16 aprile 2021 - 13:01
@ziobell0 è come se la Ferrari partecipasse alla formula E invece che alla formula 1.... Se fosse solo lei a passare in formula E sarebbe assurdo, ma se invece fossero tutte le marche a farlo, ahimè bisognerebbe solo accettarlo anche se a malincuore...
Ritratto di FiestaLory
16 aprile 2021 - 14:58
Credo che in un futuro prossimo la formula E diventerà la F1 tout court.
Ritratto di Giocatore1
16 aprile 2021 - 14:04
1
@ziobell0 quello che penso anche io... Scelta suicida e senza senso.
Ritratto di Spock66
16 aprile 2021 - 12:47
Mah..lasciando per un momento da parte il tifo pro o contro l'elettrico, e giudicando in puri termini automobilistici, i dubbi sono tanti. Primo fra tutti il concetto stesso di essere "Ferrari"..per me questo vuol dire prima di tutto raffinatezza motoristica sopra a tutti, e non vedo come si possa parlare di raffinatezza con una "dinamo" e una batteria..ripeto, senza polemica anti-elettrica, un conto è avere un V12 che è un gioiello come un orologio prezioso, un conto è ciò che risulta nulla più di un motorino elettrico..può avere mille-mila cavalli, accelerare in 1s da 0-100, ma sempre quello è...a questo punto tra una Tesla S Plaid+ e una Ferrari, che differenza c'è ? Se invece essere "Ferrari" vorrà solo significare che si ha il portafoglio più grosso..beh, si fa in fretta, fatele pagare 1 milione di euro l'una e l'esclusività è garantita..
Ritratto di -katayama-
16 aprile 2021 - 13:08
@Spock66 È come fare un Rolex digitale. Se mettessero al bando i movimenti meccanici lo farebbero. E costerebbe tanto quanto. Interessa ancora? Evidentemente sì.
Ritratto di Andre_a
16 aprile 2021 - 22:05
9
@-katayama-: però l'analogia del Rolex mi permette di capire meglio "l'altra sponda": non ho nessun interesse verso la meccanica degli orologi, quindi preferisco un iWatch a un Rolex: costa molto meno, è più preciso nel segnare l'ora, e fa tante altre cose.
Ritratto di Probos
17 aprile 2021 - 22:20
Solo che di iWatch tra 2 anni dovrai comprarne un altro poichè alcuni servizi saranno deprecati per obsolescenza tecnologica o per ragioni di mercato, il Rolex funzionerà allo stesso modo negli anni e non perderà di valore. Il primo è un gadget trendy, il secondo un orologio di valore. Esattamente come Ferrari elettrica ed iperconnessa è un mezzo di trasporto trendy, una Ferrari endotermica senza orpelli "tecnologici" invece è un'auto di valore sportiva (anche grazie alla leggerezza dovuta all'assenza di pesi inutili)
Ritratto di Andre_a
17 aprile 2021 - 23:05
9
Ho tirato fuori l'iWatch solo per interpretare il pensiero di chi non è appassionato di meccanica: da non appassionato di orologi meccanici, il fatto che un Rolex duri decenni non mi interessa, non ho la minima intenzione di tenere lo stesso orologio per tutta la vita. Anzi, questo lo dico anche per le auto delle quali sono estremamente appassionato.
Pagine