NEWS

Prime immagini della Qoros GQ3

23 dicembre 2012

La Qoros GQ3 è una berlina media dalla linea curata. Nessuna informazione sui motori. Sarà in vendita durante l’anno prossimo.

Prime immagini della Qoros GQ3

ASSAGGIO GINEVRINO - Cominciando la marcia d’avvicinamento al salone di Ginevra, la nuova casa cinese Qoros ha diffuso le prime immagini ufficiali della GQ3, la berlina che svelerà alla rassegna svizzera, in programma dal 7 al 17 marzo.

LA CINA È VICINA. ANZI È QUI - La Qoros non ha reso note le dimensioni, salvo quella della larghezza: 1.839 mm. Ha anche detto che la GQ3 ha il passo abbondante, e del resto lo si nota nelle foto. L’effetto è di un corpo vettura ben proporzionato, con il profilo filante e non privo di eleganza. Considerando la misura nota della larghezza si può immaginare che la lunghezza della Qoros GQ3 sia oltre i 450 cm.
 
 
EQUILIBRIO GENERALE -  La Qoros GQ3 è una classica quattro porte con la coda dalla linea tutto sommato piacevole, anche se poco originale. Efficace è il design della parte posteriore, dove i fanali hanno forma semplice ma con le luci al loro interno che creano un bel effetto. Meno pulita appare la parte anteriore, dove si intrecciano parecchi elementi. I fari sono di grandi dimensioni con forma irregolare. Al centro c’è la mascherina che contiene il marchio Qoros in mezzo a una abbondante cornice cromata, e sovrastante altre prese d’aria, due accanto alle luci di direzione e un’altra a tutta larghezza dotata di lamelle. La casa afferma di aver voluto dare alla vettura una impronta europea - è opera del centro stile di Monaco in Germania - ma nella parte anteriore si direbbe che hanno tenuto presenti i gusti del pubblico cinese, che a quanto pare ama le cromature. 
 
CERCHI D’EFFETTO - La Qoros GQ3 dà un’immagine ben piantata per terra, oltre che per la larghezza notevole, anche per le misure delle ruote, con cerchi in lega da 19” dal disegno complesso, con otto elementi composti da tre specie di raggi ciascuno. Il comunicato della casa precisa che i cerchi in lega saranno di serie.
 
 
EQUIPAGGIAMENTO “OCCIDENTALE” - L’abitacolo della Qoros GQ3 si presenta ben curato, con una distribuzione razionale e ordinata dei vari elementi. Al centro della plancia spicca il display da 8 pollici in cui è annunciata una ricca dotazione in materia di infotainement. Oltre che il navigatore e le varie funzioni di servizio, è anche previsto il dispositivo che lancia il segnale di richiesta di soccorso in caso di emergenze. Oltre a ciò attraverso il sistema di bordo sarà possibile prendere gli appuntamenti con la rete di assistenza. Completa è annunciata la dotazione di sicurezza, con i vari airbag oggi disponibili. 
 
QUALI MOTORI? - Il comunicato della Qoros non fa cenno ai motori. Per saperne qualcosa bisogna aspettare il salone di Ginevra, a meno che la Qoros non voglia riservarsi qualche altra comunicazione ufficiale per gennaio e febbraio per far crescere l’attenzione e l’interesse. 
 
 
IN VENDITA L’ANNO PROSSIMO - La Qoros GQ3 sarà presentata a Ginevra e poi al salone di Shanghai, prima di essere messa in vendita nel corso del 2013, anche se non ci sono ancora notizie sulla creazione di una rete di vendita e di assistenza.
 
CHI È LA QOROS - La Qoros è una società cinese Chery Automobile e dal gruppo israeliano Israel Corporation, attivo nel settore dei trasporti. Si è fatta notare per la vasta “campagna acquisti” in materia di manager e tecnici con esperienze in società automobilistiche europee. Il responsabile del design, per esempio, è Gert Volker Hildebrand, considerato il “padre” della Mini. L’attività produttiva è prevista nello stabilimento di Changshu, completamente nuovo. La produzione iniziale prevista è di 150 mila unità all’anno, ma con piani di crescita sino a 450 mila auto annue.
Qoros 3 Sedan
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
13
26
19
15
20
VOTO MEDIO
3,0
2.96774
93
Aggiungi un commento
Ritratto di osmica
24 dicembre 2012 - 00:46
Manco una italiana! Insomma, la i cinesi le fanno!
Ritratto di HAL 9000
23 dicembre 2012 - 14:41
Anteriormente ha lo stile della KIA, posteriormente quello della Volkswagen- Opel, il profilo somiglia a quello della Passat nel complesso sembra una copia modificata della Ford Mondeo, gli interni senza infamia ne lode.
Ritratto di Lorenzo.Ts
23 dicembre 2012 - 14:46
3
...il successo dipenderà molto dalla qualità costruttiva e dalla rete di assistenza. La linea non è male, sia fuori che dentro l'abitacolo, ma nulla si sa dei motori nè attraverso chi sarà venduta in Italia o in Europa. Ancora troppi dubbi attorno a quest'auto che dicono europea in tutto fuorchè nei finanziamenti, vedremo!
Ritratto di mustang54
23 dicembre 2012 - 16:36
2
di zuppa fatto di Passat, Lexus Is, Kia Forte...e altre auto. Il volante sembra quello delle ultime Land Rover
Ritratto di Fr4ncesco
23 dicembre 2012 - 17:13
Alla faccia dell'originalità... Davanti è un misto di Kia Forte, Samsung SM3 e Volkswagen Passat, dietro ci sono degli enormi fari Golf messi su un qualsiasi posteriore. La fiancata anche è Volkswagen e il volante è un misto Citroen e altro. So che risulta difficile non somigliare ad altri modelli in circolazione soprattutto per una cinese che ha il peso dell'industria fotocopia, ma avendo designer europei mi aspettavo qualcosa di meglio. Tuttavia la linea pur se poco originale e somigliante ad altre è guardabile anche se nella scelta di un auto di lusso non è una cosa trascurabile. Tra l'altro non ci sono altri motivi per preferire questo modello ad altri... in tutti i sensi. Forse farebbero meglio ad "impreziosirla" meno e presentarla come alternativa low cost ad un segmento C 4 porte, come Octavia, Cruze, Viaggio.. In questo caso sarebbe stata un alternativa molto valida (sempre supponendo che come loro dicono la qualità sia buona). Quindi 1 stella come vettura di "lusso", 3 stelle come alternativa alle "popolari" 4 porte
Ritratto di juvefc87
23 dicembre 2012 - 17:23
sono belli e di qualità, ma l'esterno pur "bello" è copiato da passat e fari anteriori vecchia serie 3
Ritratto di sharan_TDI
23 dicembre 2012 - 17:46
Molto probabilmente gli acquirenti di auto non faranno la coda nelle sue concessionarie, pero' prima di parlar male di quest'auto ancora disegnata su carta e' consigliabile vedere come sara' fatta materialmente nei saloni di Ginevra: qualita', dotazione di sicurezza, motore, finiture, ecc... I cinesi vengono considerati scopiazzatori e incapaci di produrre auto, ma se stavolta produrranno qualcosa di diverso? Bisognera' giudicare quando quest' auto finira' sul mercato e non attraverso quattro immagini e un paio di pregiudizi. O no??
Ritratto di dibifree
24 dicembre 2012 - 18:06
il 60% dei componenti elettronici di tutte le auto costruite in Europa sono made in China...e ora stanno entrando anche nel settore assemblaggi e interni...quindi...non stupiamoci di loro
Ritratto di carmelo.sc
23 dicembre 2012 - 17:52
E fin troppo ispirata alla vecchia BMW serie 3 e il posteriore ricorda quello della passat...anche gli interni sono copiati dalla BMW.. Quindi niente di nuovo tipica auto cinese scopiazzata
Ritratto di MatteFonta92
23 dicembre 2012 - 18:24
3
Che dire, a parte... un flop annunciato. La linea è un misterioso intruglio di VW, Kia, e chi più ne ha più ne metta, gli interni invece non sono male. Però chi ha i soldi per prendere una berlina premium non va certo a prendere una cinese, anche se fatta bene. A questi livelli il blasone del marchio conta moltissimo.
Pagine