NEWS

Prime immagini della Qoros GQ3

23 dicembre 2012

La Qoros GQ3 è una berlina media dalla linea curata. Nessuna informazione sui motori. Sarà in vendita durante l’anno prossimo.

Prime immagini della Qoros GQ3

ASSAGGIO GINEVRINO - Cominciando la marcia d’avvicinamento al salone di Ginevra, la nuova casa cinese Qoros ha diffuso le prime immagini ufficiali della GQ3, la berlina che svelerà alla rassegna svizzera, in programma dal 7 al 17 marzo.

LA CINA È VICINA. ANZI È QUI - La Qoros non ha reso note le dimensioni, salvo quella della larghezza: 1.839 mm. Ha anche detto che la GQ3 ha il passo abbondante, e del resto lo si nota nelle foto. L’effetto è di un corpo vettura ben proporzionato, con il profilo filante e non privo di eleganza. Considerando la misura nota della larghezza si può immaginare che la lunghezza della Qoros GQ3 sia oltre i 450 cm.
 
 
EQUILIBRIO GENERALE -  La Qoros GQ3 è una classica quattro porte con la coda dalla linea tutto sommato piacevole, anche se poco originale. Efficace è il design della parte posteriore, dove i fanali hanno forma semplice ma con le luci al loro interno che creano un bel effetto. Meno pulita appare la parte anteriore, dove si intrecciano parecchi elementi. I fari sono di grandi dimensioni con forma irregolare. Al centro c’è la mascherina che contiene il marchio Qoros in mezzo a una abbondante cornice cromata, e sovrastante altre prese d’aria, due accanto alle luci di direzione e un’altra a tutta larghezza dotata di lamelle. La casa afferma di aver voluto dare alla vettura una impronta europea - è opera del centro stile di Monaco in Germania - ma nella parte anteriore si direbbe che hanno tenuto presenti i gusti del pubblico cinese, che a quanto pare ama le cromature. 
 
CERCHI D’EFFETTO - La Qoros GQ3 dà un’immagine ben piantata per terra, oltre che per la larghezza notevole, anche per le misure delle ruote, con cerchi in lega da 19” dal disegno complesso, con otto elementi composti da tre specie di raggi ciascuno. Il comunicato della casa precisa che i cerchi in lega saranno di serie.
 
 
EQUIPAGGIAMENTO “OCCIDENTALE” - L’abitacolo della Qoros GQ3 si presenta ben curato, con una distribuzione razionale e ordinata dei vari elementi. Al centro della plancia spicca il display da 8 pollici in cui è annunciata una ricca dotazione in materia di infotainement. Oltre che il navigatore e le varie funzioni di servizio, è anche previsto il dispositivo che lancia il segnale di richiesta di soccorso in caso di emergenze. Oltre a ciò attraverso il sistema di bordo sarà possibile prendere gli appuntamenti con la rete di assistenza. Completa è annunciata la dotazione di sicurezza, con i vari airbag oggi disponibili. 
 
QUALI MOTORI? - Il comunicato della Qoros non fa cenno ai motori. Per saperne qualcosa bisogna aspettare il salone di Ginevra, a meno che la Qoros non voglia riservarsi qualche altra comunicazione ufficiale per gennaio e febbraio per far crescere l’attenzione e l’interesse. 
 
 
IN VENDITA L’ANNO PROSSIMO - La Qoros GQ3 sarà presentata a Ginevra e poi al salone di Shanghai, prima di essere messa in vendita nel corso del 2013, anche se non ci sono ancora notizie sulla creazione di una rete di vendita e di assistenza.
 
CHI È LA QOROS - La Qoros è una società cinese Chery Automobile e dal gruppo israeliano Israel Corporation, attivo nel settore dei trasporti. Si è fatta notare per la vasta “campagna acquisti” in materia di manager e tecnici con esperienze in società automobilistiche europee. Il responsabile del design, per esempio, è Gert Volker Hildebrand, considerato il “padre” della Mini. L’attività produttiva è prevista nello stabilimento di Changshu, completamente nuovo. La produzione iniziale prevista è di 150 mila unità all’anno, ma con piani di crescita sino a 450 mila auto annue.
Qoros 3 Sedan
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
13
26
19
15
20
VOTO MEDIO
3,0
2.96774
93
Aggiungi un commento
Ritratto di Limousine
23 dicembre 2012 - 19:58
L'auto, nel complesso, non è sgradevole. E' un evidente "mix" di varie concorrenti europee e sembra promettente ma, per incontrare i favori del pubblico, la Qoros dovrà moltiplicare allo spasimo ogni sforzo: 1) materiali e qualità delle finiture dovranno essere di alto livello; 2) l'affidabilità - nel tempo - dovrà dimostrarsi superiore alla media; 3) bisognerà confezionare un prodotto di notevole livello e - almeno all'inizio - non potrà competere molto con i listini medi delle altre concorrenti, molto più blasonate e preferite dal pubblico; 4) bisognerà pensare ad una Rete d'Assistenza Tecnica Autorizzata capillare e, soprattutto, PREPARATISSIMA pure per l'impossibile!!!!! In parole povere, l'auto è pure piacevole, ma la vedo davvero dura farsi breccia tra le super-agguerrite-stra-competitive rivali note a tutti. Comunque, auguri vivissimi di buon lavoro a questa nuova - probabile - realtà automobilistica!
Ritratto di volvo96
23 dicembre 2012 - 23:13
è bruttissima e immagino avrà i soliti motori cinesi 1.5 102 cv o 1.7 112 cv.... gli interni al primo impatto sembrano di una lexus ( ma solo a prima vista ) .. sinceramente con quello che offre kia - hyundai sarà difficile venderla in più è pure cinese...
Ritratto di donato-614
24 dicembre 2012 - 07:47
e toccare con mano gli interni ed esterni,non è brutta,ovviamente la qualità made in Cina e molto discutibile, vedremo se sarà veramente a livello della qualità europea,certo è che per vendere questa auto in Europa devono fare prezzi bassi e garanzia minimo 7 anni come fa la Kia.
Ritratto di volvo96
23 dicembre 2012 - 23:19
vorrei aggiungere che come auto di lusso fa schifo... è impossibile competere con una bmw , volvo , lexus ecc . se la si pargona alla cruze / octavia e simili allora forse.. tutto sta nella sicurezza e nei motori
Ritratto di IloveDR
24 dicembre 2012 - 09:37
4
è proprio scomoda...troppo vicina alla gamba
Ritratto di Erdadda
24 dicembre 2012 - 11:45
1
È il freno a ginocchio. Un esclusiva mondiale
Ritratto di gilrabbit
24 dicembre 2012 - 11:33
In Italia il mercato delle 3 volumi è limitato e solo gli amanti delle Bmw o Classe C o E le acquistano. Sicuramente questa auto si attesterà con motori medi e prezzi sui 18/20 mila euro. A questo punto può essere una scelta. Sabato ho incocciato una Fiat Linea con targa romena. Orribile come "linea" ma essendo la meccanica Punto potrebbe essere una valida alternativa ma ricordando la Duna .....nessun italiano sarebbe disposto ad acquistarla! Eppure siamo un popolo esteta e poi accettiamo di andare in giro con le Chevrolet Spark......mah!!!???!!!
Ritratto di Raffaelorenz
24 dicembre 2012 - 13:23
Il problema dell'origine cinese dell'auto per me non risiede nella qualità, guidabilità o svalutazione dell'usato, per me il problema è che quest'auto è realizzata col lavoro senza dignità degli uomini, spesso con forme di schiavitù. La volete perché costa poco più di una Panda, bene, sappiate però a quale prezzo la state pagando, e non parlo di denaro. Nel futuro vedo sempre più gente povera e gente sempre più ricca, è una spirale inarrestabile, quest'auto come tutto ciò che è prodotto senza diritti e senza dignità (ormai anche in Italia) sarà il testimone del mondo in cui vivranno i nostri figli.
Ritratto di Gimmy.
25 dicembre 2012 - 21:29
purtroppo la grande piaga della Cina e il lavoro opprimente e la schiavitù,che ancora nei giorni nostri esiste non solo in Cina ma in molti altri paesi,anche perche ci sono diverse forme di schiavitù.Questa Auto non è ancora in commercio,ed è già criticata,io aspetterei a provarla di persona prima di giudicare.Ciao
Ritratto di lada-niva22
24 dicembre 2012 - 14:01
...ridicolo tentativo cinese di entrare nel mercato europeo delle auto con una carretta a 4 ruote (ammesso che non si stacchino appena usciti dal concessionario)!
Pagine