NEWS

La Volkswagen è leader mondiale nelle vendite

27 aprile 2016

Nel primo trimestre del 2016 il gruppo VW supera quello Toyota alle prese con alcune difficoltà di produzione.

La Volkswagen è leader mondiale nelle vendite
SORPASSO - Lo scandalo del cosiddetto Dieselgate, legato al software illegale che riduce le emissioni dei di alcuni modelli passati in determinate situazioni, non sembra minare la fiducia che gli automobilisti ripongono nel gruppo Volkswagen, i cui risultati di vendita si confermano molto positivi. Il colosso tedesco ha consegnato 2,5 milioni di automobili nei primi tre mesi del 2016 ed ha guadagnato lo 0,8% rispetto al primo trimestre dell’anno scorso, issandosi in vetta nella classifica mondiale delle unità vendute. La Volkswagen soffia così il primo posto alla Toyota, che inizia l’anno cedendo il 2,3%: le vetture consegnate, secondo l’agenzia Bloomberg, sono state 2,46 milioni. La casa giapponese ha conquistato il record di vendite a fine 2015 ed in tutti i quattro anni precedenti.
 
Il grafico di Bloomberg con l'andamento del primo trimestre.
 
MALE ANCHE LA GM - La scarse prestazioni registrate dal gruppo Toyota si giustificano con una serie di sfortune a livello logistico, causate dai terremoti che hanno recentemente interessato il Giappone: l’azienda ha dovuto fermare la produzione per sette giorni a febbraio e ha già confermato di dover rinunciare a circa 80.000 automobili, che non verranno prodotte dopo le forti scosse del 16 aprile. La notizia relativa all’incremento delle vendite giunge dopo che la Volkswagen ha scelto di accantonare oltre 16,2 miliardi di euro per risolvere la questione del Dieselgate. La crescita dello 0,8% è determinata dai buoni risultati ottenuti dall’azienda in Cina (+6,4%) e nell’Europa occidentale (+3,5%), mentre il Sud America è fatale per la General Motors: la casa statunitense, terza sul “podio”, chiude il primo trimestre 2016 in calo del 2,5% e si ferma a 2,36 milioni di vetture consegnate.




Aggiungi un commento
Ritratto di fiattaro
29 aprile 2016 - 01:09
però al momento sono il primo costruttore mondiale. forse non hai ancora capito.
Ritratto di torque
28 aprile 2016 - 15:49
A parte i tifosi ciechi, anche chi la vede dall'esterno senza pregare per il fallimento di Volkswagen era abbastanza normale, da appassionato, che prevedesse un calo di vendite del marchio. Perché non importa se "gli Euro 6 sono a norma", quello che ci si aspettava era un calo nella fiducia del cliente, che è infatti la prima emorragia che ha voluto tappare il top management attraverso i comunicati ufficiali e le lettere ai clienti. Poi, evidentemente al cliente medio non "fotte" un granché, come dici tu, quindi se da una parte va riconosciuto un tifo cieco da parte di chi vorrebbe VAG morta e sepolta, dall'altra invece una cieca fiducia in un marchio che se anche ti vende una cosa per un'altra lo veneri comunque. In medio stat virtus, a parer mio. Ricordo, in ogni caso, come già dicevo su questo sito, che il marketing del gruppo VAG ha fatto un gran lavoro, e ha sfruttato il suo portafoglio di marca per cercare di confinare tutte le colpe sul primo brand scoperto, Volkswagen appunto, e di far percepire invece gli altri come realtà distanti, che del dieselgate non sapevano nulla. Ci tengo a ricordare, infatti, di quando lo stesso AlVolante andò per concessionarie del gruppo VAG subito dopo lo scoppio dello scandalo a tastare il terreno, sentendosi dire da un dealer Skoda "che c'entra Volkswagen?!? Noi siamo la Skoda!!!". Potrebbe anche essere quindi, ma è solo un'ipotesi, che a trainare il carro siano Audi e Porsche (e Skoda in Europa), e se anche Volkswagen stesse perdendo quote causa dieselgate, queste vengano comunque compensate dal resto del gruppo.
Ritratto di MegaMauro
27 aprile 2016 - 17:38
singolare come si citi l'accusa del kba a FCA e si parli di VW come primo costruttore, mentre nessuno cita una notizia data dal NEW YORK TIME che parla dell'esistenza fin dal 2006 di una presentazione PPT che mostra come avrebbero potuto imbrogliare il sistema americano delle emissioni sfruttando il software di bordo.questo andrebbe contro quello che è stato detto dai piani alti di VW ossia "NON SAPEVAMO NULLA" http://www.nytimes.com/2016/04/27/business/international/vw-presentation-in-06-showed-how-to-foil-emissions-tests.html?_r=0
Ritratto di DaveK1982
27 aprile 2016 - 17:59
7
Com'è che si dice? Nel bene o nel male, l'importante è che se ne parli!
Ritratto di Vrooooom
27 aprile 2016 - 18:12
No no, solo bene, sennò tagliano l'investimetno pubblicitario...e se lo fanno in francia figurati in italia http://tempsreel.nouvelobs.com/en-direct/a-chaud/9466-volkswagen-faire-taire-presse-francaise-scandale-tests.html
Ritratto di 19miki90
27 aprile 2016 - 18:11
2
Io non capisco come sia possibile che nonostante quello che hanno combinato con il dieselgate invece di perdere terreno ne guadagnino... Mi genera grossi dubbi sui loro clienti... Ho capito che interessa a pochi il fatto che il loro motore inquinasse più degli altri in condizioni normali, ma qui si parla di venir fregati da qualcuno a cui hai dato migliaia di euro/dollari/franchi/.. o quel che preferite voi! io ci penserei molte volte prima di rinnovare la fiducia a chi mi combina una furbata simile... anche perché di prodotti altrettanto validi é pieno il mondo. Poi si possono dire che lo sistemeranno (ma anche sulla soluzione ho qualche dubbio) ma resta grave secondo me ciò che hanno fatto.
Ritratto di Willy2000
27 aprile 2016 - 18:20
Come già detto sopra è innegabile l'ottimo risultato della Volkswagen. Per me rimane sempre il costruttore n.1!
Ritratto di Porsche
27 aprile 2016 - 21:28
bravo !!! Più che Vw vado a piedi caso mai !!!
Ritratto di fiattaro
29 aprile 2016 - 01:17
ma è il costruttore n.1.
Ritratto di Vrooooom
29 aprile 2016 - 13:10
quindi?
Pagine