NEWS

Prosegue la riattivazione dei Tutor

Pubblicato 19 giugno 2019

Vengono installati i nuovi Tutor (Sicve PM) su altre tratte autostradali, dopo la sentenza del 2018 che aveva dichiarato illegittimi i precedenti (Sicve).

Prosegue la riattivazione dei Tutor

UN CONTENZIOSO LUNGO - La sentenza 120/2019 del Tribunale delle imprese di Roma aveva stabilito che Autostrade per l’Italia non è proprietaria del  software del Tutor (Sicve), il  sistema per la misurazione della velocità media dei veicoli. I giudici si erano quindi pronunciati sul contenzioso che si protrae da 12 anni in materia di proprietà intellettuale del sistema che rileva la velocità media delle auto. Già il 10 aprile 2018 la Corte d’appello di Roma aveva accertato la contraffazione del brevetto del sistema da parte di Autostrade per l’Italia ai danni della piccola azienda toscana Craft, ordinando la distruzione di tutte le attrezzature esistenti gestite da Autostrade costituenti violazione del brevetto (qui la news). 

LE NUOVE TRATTE - Autostrade non ha mai ammesso di aver contraffatto il dispositivo e ha parzialmente risolto la questione introducendo il SICVe PM, una sorta di evoluzione del Tutor. La riattivazione dei dispositivi è quindi avvenuta sostituendo al sistema Sicve il SICVe PM. A dicembre 2018 il nuovo Tutor era in funzione su 31 tratti autostradali, per complessivi 290 km. Attualmente i tratti autostradali su cui è attivo il Tutor sono arrivati a 37. Tra i nuovi tratti possiamo annoverare quelli sulla strada provinciale 335 di Marcianise in provincia di Caserta, attivi su ambedue i sensi di marcia, e quello sul tratto bergamasco dell’A4 nel tratto tra i caselli di Dalmine e Cavenago-Cambiago in direzione di Milano (quest’ultimo sarà attivato a fine giugno).

LE TRATTE GIÀ NOTE - Tra le postazioni che erano sono state oggetto di riattivazione possiamo ricordare  i tratti autostradali dell’A7 Milano-Genova e dell’A26 Voltri-Gravellona Toce, quelli che ad agosto sono stati messi sotto stress dal crollo del Ponte Moranti e dalla conseguente deviazione del traffico. Nello specifico, sull'A7 Milano-Genova sono stati attivati i portali di due tratte consecutive della carreggiata nord: Busalla-Ronco Scrivia e Ronco Scrivia-Isola del Cantone. Gli altri portali rinforzano la copertura nel tratto romagnolo dell'A14; i controlli sono tornati in direzione nord tra Forlì e Faenza e da quest’ultima all'allaccio della diramazione per Ravenna.

CI RISIAMO? - Lo scenario sull’utilizzo del Tutor da parte di Autostrade per l’Italia è tutt’altro che definito. Infatti, dietro la richiesta di chiarezza al Ministero da parte della Craft, c’è la possibilità che anche il SICVe PM venga ritenuto illegittimo.

I tratti autostradali sui quali è attivo il Tutor:

https://www.poliziadistato.it/articolo/51

https://www.poliziadistato.it/statics/35/elenco-tratti-controllati-tutor-sicve-pm-08.02.2019.pdf





Aggiungi un commento
Ritratto di Mbutu
21 giugno 2019 - 12:44
Ivan, ma infatti in germania puoi fare quello che vuoi. E spero che la fortuna continui ad assisterti. E' quando vieni in Italia a decidere i limiti (perchè non sono io quello che si vuole arrogare il diritto di decidere il codice della strada ma tu) che dimostri quello che sei.
Ritratto di Ivan92
21 giugno 2019 - 12:56
8
Mbutu veramente in Germania non puoi fare quello che vuoi, qua si vede la tua scarsissima preparazione in materia. Ti è concessa solo la possibilità di raggiungere delle velocità elevate legalmente a patto di rispettare tutte le altre regole e tutti gli altri utenti della strada.
Ritratto di Mbutu
21 giugno 2019 - 18:24
Ivan, davvero? Questa giochino è squallido anche per te.
Ritratto di Ivan92
21 giugno 2019 - 18:40
8
Mbutu di estremamente fastidioso (non userei parole come squallido che non c'entrano nulla con questo forum) c'è solo la tua insistenza nell'esporre dati e numeri sulla Germania che nemmeno conosci e che interpreti volontariamente in modo sbagliato, riguardanti delle autostrade che tra l'altro nemmeno frequenti. Il codice della strada tedesco ha da sempre reso legale l'alta velocità se fatta in modo responsabile e non ha mai compromesso la sicurezza dei conducenti, fattene una ragione e smettila di fare disinformazione.
Ritratto di deutsch
20 giugno 2019 - 16:11
4
aspetto che qualcuno mi spieghi perché il 99% degli stati del mondo ha limiti uguali o inferiori all'italia. a nessun viene il dubbio che le velocità in autostrada tedesca abbiano una minima connessione con uno dei settori strategici della produzione nazionale fatta di molti modelli spesso limitati a 250
Ritratto di Pavogear
20 giugno 2019 - 20:10
Semplice: a tutti gli stati piace fare cassa in questo modo e spesso i governanti sono incompetenti in questo settore e ciò porta a queste decisioni. Poi mi vieni a dire che l' assenza di limiti è connessa con il settore automotive tedesco. Secondo la tua logica allora anche qua in Italia non dovremmo avere limiti di velocità perché anche noi produciamo auto estremamente veloci. È semplicemente perché in Germania hanno capito che non è la velocità ad uccidere, mentre in tutti gli altri paesi non lo si vuole capire (o meglio, fa comodo non capirlo)
Ritratto di deutsch
21 giugno 2019 - 10:45
4
affatto sono un po diverse le produzioni e l'indotto delle auto veloci. la mia comnuque era solo un'ipotesi. quando avremo il rispetto delle regole come i tedeschi forse se ne riparlerà, oggi sicuramente no, e tanto anche se aumentassero i limiti a 150 l'effetto principale sarebbe quello di alzare la velocità per il ritiro patente. fare cassa??? è la classica scusa di chi viola scientemente la legge e prende la multa. lo si sa prima di correre che c'è quella sanzione ma si conta sulla mancanza di controlli, sfortunatamente ogni tanto li fanno e beccano qualcuno. più si viola il limite maggior sono le probabilità di essere beccati
Ritratto di Pavogear
21 giugno 2019 - 11:04
Si ma fare cassa con le multe è uno dei modi preferiti dai comuni e non parlo solo di velocità. Cioè dai, come fai a mettere i 50 nelle statali? Significa che lo fai apposta. Oppure i 70 nelle tangenziali a due corsie? Significa che lo fai apposta. È come quando passano i controllori della sosta e ti fanno la multa per il biglietto scaduto da 5 minuti. È la stessa identica cosa. Il motivo per fare questo qual è? Che è molto più semplice fare multe in questo modo piuttosto che in altri
Ritratto di deutsch
21 giugno 2019 - 11:16
4
su questo argomento sono in parte d'accordo. per questo in un precedente posta avevo rilevato il problema e suggerito che un soggetto terzo potesse decretare il limite di velocità delle strade. c'è una strada dalle mie parti con doppia corsia per senso di marcia divisa da newjersey il cui limite è sta modificato più volte nella forchetta tra i 60 ed i 100 senza che vi fosse alcuna modifica della strada
Ritratto di Pavogear
21 giugno 2019 - 11:39
Ecco, non ti sembra che in quel tratto in cui ci sono i limiti di 60-70-80 sia una cosa praticamente scandalosa? Ora giustamente tu dici che la legge è legge e va rispettata e in linea di principio hai ragione, ma ciò non toglie che il limite sia sbagliato e che se la strada è sicura si possa oltrepassare il limite non dico nella totale sicurezza ma sicuramente senza creare particolari pericoli per gli altri conducenti
Pagine