NEWS

In prova: sei piccole crossover per mille occasioni

15 marzo 2018

Hanno il look alla moda delle grandi suv, ma due sole ruote motrici e piccoli motori turbo a benzina: ecco come vanno le piccole crossover del momento. 

In prova: sei piccole crossover per mille occasioni

LE AUTO DEL MOMENTO - Non è un caso che suv e crossover siano attualmente così gettonate: in Italia, un automobilista su tre sceglie una vettura di questo tipo. La loro categoria si è progressivamente allargata verso il basso, fino a includere modelli di piccola taglia che, grazie anche a ingombri da utilitaria, rappresentano la sintesi della versatilità. Nel look sportivo e avventuroso (frontale imponente, carrozzeria con muscoli in bella evidenza, un’adeguata altezza da terra) fanno il verso alle sorelle maggiori: ne sono un esempio le crossover compatte a confronto in questo supertest. La trazione solo anteriore le distingue dalle suv più agguerrite, ma grazie a pimpanti motori sovralimentati, alle ridotte dimensioni, a pneumatici di generosa sezione, alla struttura solida della carrozzeria e all’equipaggiamento degno di vetture di categoria superiore, sono a proprio agio in città come nei lunghi viaggi, oltre a essere in grado di affrontare un moderato fuori strada. 

SIMILI PER MOLTI ASPETTI - Per conoscerle meglio, abbiamo messo a confronto un paio di collaudate “veterane” (ma recentemente aggiornate), la Peugeot 2008 e la Renault Captur, con quattro novità: l’originale Citroën C3 Aircross (cugina della 2008, della quale adotta motore e cambio); la spigolosa spagnola Seat Arona, realizzata sulla piattaforma della Ibiza; e due coreane che condividono la stessa meccanica, la Hyundai Kona e la Kia Stonic. In sostanza, sei vetture simili nelle dimensioni (fra i 412 cm della Captur e i 417 della Kona) e nei motori a tre cilindri (l’unico quattro in linea è quello della Renault) da 1 a 1,2 litri, con potenze fra i 110 e i 120 CV, abbinati a cambi manuali (a cinque marce per la C3 e la 2008, a sei per le altre).

NELLA GUIDA PRIMEGGIA LA SPAGNOLA - Le crossover di questo supertest sono caratterizzate da buone qualità dinamiche ma, nelle prove in pista, se la sono giocata la Seat e le due coreane. L’agilità e il notevole bilanciamento hanno reso vincente la crossover spagnola in maneggevolezza: con l’Arona si arriva facilmente al limite, e lo si gestisce al meglio grazie a un Esp impeccabile. Nonostante lo sterzo non prontissimo, la Kona ha svettato in fatto di tenuta laterale grazie all’assetto “piatto” (buono il controllo delle sospensioni) e ai grandi pneumatici di 18”. Brillante anche la Stonic, nonostante un sottosterzo più marcato. In coda, la C3 Aircross, la 2008 e la Captur, penalizzate anche dalla minore aderenza delle gomme M+S di serie. Fra le tre, la Peugeot è la più agile e leggera, ma anche la più precisa, mentre la Citroen e la Renault devono fare i conti con una maggiore altezza da terra e con sospensioni più “ciondolanti”.

LA PEUGEOT VA COME UN DIESEL - Raramente nei nostri test rileviamo valori così vicini fra le varie rivali. In velocità di punta, la differenza fra la migliore (la Kia) e la peggiore (la Citroën) è inferiore ai 7 km/h, mentre nell’accelerazione 0-100 km/h s’impone la Seat (ma la Hyundai non è distante). In coda la C3 Aircross, penalizzata anche dalle gomme M+S di serie. L’Arona diventa il fanalino di coda in ripresa, penalizzata dai rapporti molto lunghi, mentre eccelle la Peugeot, col suo tricilindrico pieno di coppia e i rapporti più corti. A dispetto delle gomme M+S, la 2008 fa suo anche il primato nel consumo, ma la Arona le è vicinissima. Le gomme termiche costringono in coda le francesi in frenata, con un divario importante rispetto alle vetture equipaggiate con gomme estive. Sul fronte del comfort acustico eccelle la Kia Stonic (anche se quella che alza meno la voce in accelerazione è la Seat), mentre fanno più baccano le “cugine” Citroën e Peugeot.

VIDEO
loading.......
Aggiungi un commento
Ritratto di Metan
19 marzo 2018 - 09:34
Redazione: ma come li fate i test? direi che almeno le gomme debbano essere simili se non uguali. Diventa altrimenti tutto sfalsato se si usano gomme troppo diverse.
Ritratto di Pellich
19 marzo 2018 - 17:46
MAI quel plasticone scricchiolante della Captur ..
Ritratto di Emanuele Falsanisi
20 marzo 2018 - 10:34
Ho provato la Peugeot 2008, non di mia volonta', ma perche' la societa' di autonoleggio questa mi ha dato. Se si lasciano da parte le lucine colorate, la finitura in alluminio spazziolato (che e' finta, al tocco si capisce che e' plastica) ed i sedili in similpelle, cosa rimane? Un freno a mano tanto bello da vedere quanto imbarazzante da azionare, un cambio che mi ha ricordato la mia Fiat Uno degli anni '90: ritengo che al giorno d'oggi sia un INSULTO proporre un cambio del genere. Le sospensioni sono invece molto buone e votate al confort. Sensazioni di giuda: in autostrada ve molto bene, visto che metit in quinta e non usi il cambio, in citta' la guida e' stato un incubo. Io amo le auto di tutti i tipi e le marche, ne noleggio diverse quando viaggio. Ma questa e' stata la prima volta in cui ho corso verso l'autonoleggio per liberarmi di un'auto alla scadenza del contratto. Auto IMBARAZZANTE
Ritratto di ELAN
22 marzo 2018 - 10:57
E pensa che una concorrente con un cambio delizioso come la HR-V non se la fila nessuno perchè Honda non sa/vuole vendere in Italia.
Ritratto di mirko.10
20 marzo 2018 - 15:13
2
Sarebbe stata una prova interessante con l'aggiunta della vw-t-roc. La t-roc la si deve giudicare a parte perche' i suoi difetti devono essere perdonati in una sua prova singola,visto che parliamo di un crossover prodotto da una casa di super eroi. Forse sarebbe emerso che nelle dimensioni maggiori a favore della vw vince nell'abitabilita', nella lista di accessori che, a pagamento propongono varie chicche per la gestione di assistenza alla guida...ma lasciando stare queste possibilita, il paragone andava fatto. Esteticamente rigorosa, anche se le linee solite e rigorose di vw sono finite dai pronunciati parafanghi curvi, che a me non piace, sembrano due stilemi diversi per due diverse auto ma insieme incluse. Internamente le plastiche sono per tutte rigide e sembrano assemblate con cura e sono sicuro che non manca a kia averle assemblate bene,benissimo. Li' l'analisi andava a decretare qualcosa di stimolante e senza minute indagini...vince vw o no?....il prezzo no, volevo saperlo.
Ritratto di Kona_120CV
22 marzo 2018 - 11:35
la T-Roc è l'unica che si può contrapporre alla Kona ma il prezzo più alto a parità di optional e configurazione la penalizza un pò. come da mio commento ho valutato personalmente le sei B-SUV e numeri alla mano, per abitabilità, prestazioni, consumi, innovazione e stile oltre che rapporto qualità/prezzo la numero uno risulta la Hyundai Kona che in sintesi si può dire che tra i B-SUV e l'unico che si avvicina ed in alcuni parametri superi modelli inseriti nel C-SUV. Subito a seguire la Arosa e poi la Stonic
Ritratto di Angi0203
21 marzo 2018 - 16:37
mezzecalzette
Ritratto di ELAN
22 marzo 2018 - 10:52
Mancano CX-3 e HR-V.
Ritratto di Kona_120CV
22 marzo 2018 - 11:38
già, avrebbero alzato il confronto, forse la Cx3 è un po scarsa sulla motorizzazione e la HR-V ormai pasata in stile...forse se aggiungevano anche il CH_R Toyota che è un C-SUV molto vicino ad un B-SUV e paragonabile alla Kona con la quale perde il confronto sul motore(escluso ibrido)
Ritratto di Kona_120CV
22 marzo 2018 - 11:31
Ho provato personalmente le sei B-SUV e numeri alla mano, per abitabilità, prestazioni, consumi, innovazione e stile oltre che rapporto qualità prezzo la numero uno risulta la Hyundai Kona che in sintesi si può dire che tra i B-SUV e l'unico che si avvicina ed in alcuni parametri superi modelli inseriti nel C-SUV. Subito a seguire la Arosa e poi la Stonic
Pagine