NEWS

Provaci ancora SsangYong

9 febbraio 2013

La SsangYong SIV-1 è il terzo prototipo di crossover in tre anni proposto dalla casa coreana.

Provaci ancora SsangYong

UN OCCHIO AL FUTURO - SsangYong SIV-1, dove la sigla sta per Smart Interface Veichle, è la concept car che la SsangYong presenterà al 83esimo Salone di Ginevra, dopo le più piccole XIV-1 del 2011 e XIV-2 del 2012. Una crossover di taglia media, manifesto della nuova filosofia del design della casa sudcoreana, lunga 450, larga 188 e alta 164 cm con un passo di 270 cm. La SIV-1, della quale vediamo qui i disegni, è caratterizzata, stando a quanto dichiarato dalla casa, da un sistema avanzato di “infotainment” e di comunicazione e dai quattro sedili anatomici interni. 

BUONA LA PRIMA - La SsangYong SIV-1 appare ben proporzionata, con una linea personale e aggressivaa quanto basta. I sottili gruppi ottici con tecnologia led e la mascherina dalle dimensioni contenute caratterizzano il frontale. La fiancata è mossa da profonde scanalature e da linee decise, estremamente ridotta la finestratura laterale. Linee mosse anche per il posteriore con i gruppi ottici che si prolungano lateralmente. Vedremo di scoprire a Ginevra se questa concept avrà un futuro produttivo. Sempre al Salone, la SsangYong ha annunciato la presentazione al pubblico europeo della nuova Rodius che sarà in vendita entro il primo trimestre del 2013 esclusivaamente con il 2.0 diesel.
Aggiungi un commento
Ritratto di Franchigno
10 febbraio 2013 - 00:14
Propio niente male,anzi...Forza Corea!!
Ritratto di Renault90
10 febbraio 2013 - 20:35
alla vista cosi dai disegni sembra un buon lavoro e bello e particolare, staremo a vedere il definitivo se ci sarà.
Ritratto di sterusca
11 febbraio 2013 - 11:20
E' l'ennesima dimostrazione che SSangYong ci sta dando dentro con determinazione, bravi continuate cosi.
Ritratto di TheTabboz
14 febbraio 2013 - 00:25
2
Brava la Ssangyong. Nonostante la loro scarsa esperienza nel mercato europeo e una linea molto particolare che non piace al pubblico occidentale, ce la mette tutta per migliorarsi. Bisogna ricordare che anche Hyundai e Kia facevano auto mediocri, e ora basti guardare il mercato: è l'unico Gruppo con il segno "+".
Pagine