NEWS

PSA Peugeot Citroën: la cura funziona

30 luglio 2014

Il primo semestre del 2014 vede le perdite ridursi a 114 milioni di euro, contro i 471 milioni del 2013.

PSA Peugeot Citroën: la cura funziona
DRASTICA RIDUZIONE - Se appare difficile commentare positivamente un primo semestre 2014 che vede perdite complessive per 114 milioni di euro, basta un dato per indorare la pillola relativamente al gruppo PSA Peugeot Citroën: dodici mesi prima si parlava di una perdita di 471 milioni. Per adesso, pare quindi funzionare il piano strategico presentato lo scorso aprile, con gli obiettivi a questo collegati; da sottolineare, inoltre, che il risultato ante oneri finanziari (quello che sovente si indica con Ebit) è in utile per 477 milioni. L'ultimo anno con Ebit positivo per PSA era stato nel 2010; il fatturato cala dello 0,45%, attestandosi a 27,6 miliardi di euro.
 
LE AUTO IN POSITIVO - La divisione auto singolarmente presa riporta profitti operativi pari a 7 milioni di euro, a fronte di 538 milioni di perdita del periodo precedente: si tratta del primo risultato positivo dal 2011. Il flusso di cassa operativo è ora di 1,67 miliardi di euro a fronte dei 203 milioni di 12 mesi fa. I commenti dai vertici di PSA sono, come intuibile, positivi: tra gli obiettivi più significativi del Gruppo, il raggiungimento di un margine operativo del 2% nel 2018 e del 5% nel 2023.
 
MENO RIMANENZE - Tra le chiavi dell'inversione di tendenza, per la PSA c'è la riduzione delle auto giacenti nelle concessionarie per 30.400 unità; per il 2016 i programmi prevedono il ritorno in positivo dei conti, passando dichiaratamente per una gamma composta da 26 modelli da qui al 2022 dai 45 attuali, e dalla completa trasformazione del brand DS in marchio premium, in grado dunque di assicurare una marginalità più elevata.




Aggiungi un commento
Ritratto di impala
30 luglio 2014 - 17:31
ma dai, una 307 aveva un affidabilita scandalosa. non parlare di questa brutta macchina.
Ritratto di AlphAtomix
30 luglio 2014 - 13:13
ed è una macchina stupenda, gli interni della allure sono fantastici, mai un problema, tenuta di strada migliore della 500 abarth (che possiedo assieme al 208), ma di molto anche! Sono felice per peugeot. (se la cambio è solo per la mancanza di un cambio automatico decente).
Ritratto di UnAltroFiattaro
30 luglio 2014 - 14:16
anziché sul semestre 2013?
Ritratto di Moreno1999
30 luglio 2014 - 14:43
4
Ma sono l'unico che pensa che anche le nuove Peugeot ma in partcolar modo le nuove Citroen (C1 e Cactus in evidenza) siano delle auto inguardabili? Ok, le Peugeot più che inguardabili sono banali e hanno degli interni che IMHO sarebbero da abolire da quanto sono poco funzionali (volantino e cruscotto nascosto, uno schermo con tutte le funzioni del mondo compreso il clima...), ma le Citroen....ARGH!
Ritratto di Giuss
30 luglio 2014 - 16:34
A dire il vero la 208 l'ho fatta prendere alla mia ragazza, (il 3 cilindri 82cv) gli interni non sono poco funzionali anzi, è questione di abitudine. e a mio avviso sono fatti meglio di quelli delle tedesche(allestimento Allure). I punti negativi sono altri, il principale, il cambio manuale, che trovo poco preciso-gommoso e quando cambi marcia l'innesto è pure rumoroso. (Ma guai a criticare l'auto alla dolce metà;) ). E, piccolezza, il sistema audio si impalla spesso bloccando il volume ad un massimo di 15, circa la metà quindi. Sulle Citroen invece mi trovi d'accordissimo, interni normali, e brutte linee. Ho già visto una Cactus in tangenziale e... orrore!
Ritratto di Rav
30 luglio 2014 - 19:10
3
Tralasciando il giudizio estetico che è personale e lo rispetto, ognuno ha i suoi gusti, ho una 208 Allure da un anno e poco più e trovo gli interni molto più funzionali rispetto alla mia auto precedente e a quelle che ho guidato (di parenti e amici). La questione è che bisogna farci l'abitudine, la prima settimana ti sembra un po' tutto strano, soprattutto la strumentazione. Ma poi diventa tutto semplice. Lo schermo touch con tutti i comandi concentrati è molto intuitivo e ha una notevole presenza scenica. Il volantino piccolo aiuta nelle manovre e in città oltre a dare una bella idea di sportività e il cruscotto è perfettamente leggibile (credo che gli unici che potrebbero avere qualche problema sono quelli molto alti o molto bassi che quindi hanno il volante regolato non in posizione media. E sempre il quadro strumenti resta sempre nel campo visivo quando guidi quindi non devi abbassare lo sguardo per capire quanto stai facendo magari in presenza di un velox. Io mi trovo molto bene, anzi quando salgo sull'auto di mio padre, con cruscotto tradizionale, sulle prime non so dove guardare (la forza dell'abitudine). Poi anche su questo penso che sia questione di gusti e di esigenze, se a uno piace il quadro strumenti visibile attraverso le razze del volante e magari una posizione più stesa beh, allora è ovvio che le nuove Peugeot non facciano al caso suo. Ma se uno cerca una posizione di guida comoda, posso dire che la trova. Mi unisco nel dire che l'unica pecca (della 208) è il cambio manual che non è perfettamente manovrabile. Non che sia scomodo ma ce ne sono di migliori, anche se dopo i 4000km è migliorato sensibilmente. Riguardo alla notizia sono contento per Peugeot e in generale per PSA perchè se lo meritano. Stanno puntando sulla qualità oltre che sul design e soprattutto sono una delle poche case che sta seguendo la via dell'alleggerimento/rimpicciolimento dei modelli a fronte di un maggiore spazio, cosa che si riflette positivamente sui consumi e la guidabilità e fa capire che non serve a nulla portare le utilitarie a 4.50m di lunghezza.
Ritratto di PopArt
31 luglio 2014 - 02:40
Mi sa proprio che lo pensi solo tu xD rispetto la tua opinione ma non sono assolutamente d'accordo. Le nuove Citroën sono molto belle e originali e le nuove Peugeot trasmettono sicurezza e solidità.
Ritratto di Mattia Bertero
30 luglio 2014 - 14:44
3
Grazie a modelli azzeccati ed il taglio delle spese ha contribuito a questo miglioramento. Si deve continuare così.
Ritratto di Vincent Vega
30 luglio 2014 - 20:23
Risultato meritatissimo per PSA. Guardiamo cosa sarà in grado di fare Tavares, il gruppo ha le capacità per diventare il migliore generalista!!!!!
Ritratto di Daniele Tolomeo
30 luglio 2014 - 22:21
Ragazzi ad Ottobre mi arriva la 208 Allure Gpl: nera, cerchi bruniti, vetri scuri, tetto panoramico e navigatore. Poi faccio Batman!!! A parte gli scherzi chapeau ai francesi che si meritano tanti complimenti per il livello di qualità raggiunto. Esteticamente preferisco la 208 ma anche la Clio ha una bella linea: moderna e giovanile. A Torino se ne vedono d’avvero tante. Certo le macchine vere sono altre ma a noi comuni mortali non resta che accontentarci e continuare a sognare seduti sul cesso con alVolante!!!
Pagine