La Qoros pensa a una piccola suv

Crossover di taglia piccola, la Qoros 2 PHEV ha un motore termico e due elettrici; il design coraggioso anticipa le future tendenze del marchio.
GIOCA IN CASA - Svelata dalla Qoros, la concept 2 PHEV è un prototipo di crossover di dimensioni ridotte equipaggiata con un motore ibrido a batterie ricaricabili. Secondo il costruttore, che ha scelto il palcoscenico domestico del Salone di Shangai per presentarlo, si tratta di una “possibile espansione in termini di futuro design, tecnologia e prodotto”. In parole povere, potrebbe prefigurare un modello di serie.
 
PIANTA LARGA - La Qoros 2 PHEV ha dimensioni compatte: 418 cm di lunghezza, ben 203 di larghezza (il che tradisce la natura di show car, dal momento che i parafanghi - più che muscolosi - possono definirsi ipertrofici) e 155 di altezza; il passo è pari a 260 cm, il che dovrebbe garantire una buona abitabilità posteriore. Si tratta di qualcosa di inedito per la giovane azienda cinese, che a catalogo ha solo modelli di fascia appena superiore, vale a dire la 3 Sedan, la 3 Hatch e la 3 City SUV.
 
 
MOTIVI VERTICALI - Per quanto riguarda il design della Qoros 2 PHEV, sono segni distintivi i fari e i fanali verticali, oltre al paraurti con profilo vagamente a “V”: i motivi verticali sono in contrasto con l'ampia impronta a terra, enfatizzata dalle carreggiate extra-large di cui sopra e dall'altezza tutto sommato ridotta. I colori sono un omaggio neanche tanto velato alla tradizione cinese, con una tonalità che richiama quella della porcellana; il tetto panoramico riprende il motivo con cui sono ornate molte finestre cinesi, e il tocco tecnologico è dato dal QR code che riporta al sito Web della Qoros.
 
DUE MOTORI ELETTRICI - Nessuna foto dell'interno della Qoros 2 PHEV è stata diffusa: bisogna credere sulla parola alla Casa che preannuncia uno stile minimalista; la strumentazione è digitale, e non manca un display al centro della plancia per controllare le principali funzioni dell'auto. Il powertrain ibrido è composto da un motore termico a benzina turbocompresso e da due motori elettrici, collegati all'assale posteriore; la trazione è quindi integrale, senza bisogno di utilizzare un albero di trasmissione; le batterie ricaricabili sono poste sotto lo chassis, senza sottrarre spazio al bagagliaio.


Leggi l'articolo su alVolante.it