NEWS

Dalla Qoros il motore senza albero a camme

28 aprile 2016

La Qoros ha applicato una tecnologia della svedese FreeValve, che ha sviluppato un motore senza albero a camme.

Dalla Qoros il motore senza albero a camme
RIVOLUZIONE IN VISTA? - La cinese Qoros sta lavorando ad un motore di nuova generazione, ideato dalla FreeValve, capace di funzionare anche senza il classico albero a camme. Un motore di questo tipo assume la denominazione QamFree e fornisce benefici molto consistenti, tanto da portare l’azienda a considerarlo una vera rivoluzione nell’ambito dei tradizionali motori a scoppio: la Qoros parla di un sensibile incremento delle prestazioni e della contestuale riduzione di consumi ed emissioni inquinanti, risultati ottenuti a fronte di un calo delle dimensioni fisiche del motore stesso. Al momento non è chiaro se e quando il QamFree verrà messo in produzione. 
 
COMBUSTIONE OTTIMALE - I motori oggi in commercio sono tutti dotati di un albero a camme, azionato dall’albero motore e studiato per comandare l’apertura o la chiusura delle valvole: in questo modo è possibile gestire con precisione il flusso di carburante immesso o espulso dalle camere di combustione, determinando così un aumento dei valori di potenza e coppia motrice. Il motore QamFree rinuncia all’albero e lo sostituisce con un attuatore idraulico, denominato Pneumatic-Hydraulic-Electric-Actuator (QHEA), grazie al quale l’apertura o la chiusura di una valvola avviene in maniera indipendente da tutte le altre. La Qoros ritiene che un sistema di questo tipo garantisca una combustione ottimale del carburante in qualsiasi situazione d’utilizzo.
 
SOLUZIONE IN DIVENIRE - La Qoros parla di una riduzione dei consumi nella misura del 15% e ritiene che un motore QamFree sia più reattivo e prestazionale di uno classico, in quanto privo dei tradizionali corpi sfarfallati per la regolazione del flusso d'aria da immettere nel motore: diminuisce così il tempo di risposta alla pressione dell’acceleratore e migliora la brillantezza in fase di guida. Il sistema QamFree occupa meno spazio di un albero a camme, quindi sarà possibile ridisegnare il cofano anteriore in maniera da renderlo più aerodinamico. Il motore senza albero a camme è stato presentato dalla società svedese FreeValve (legata alla Koenigsegg) e muove già una Saab 9-5 di prova, ma ad ora non ci sono indicazioni precise sull’arrivo in commercio. La Qoros ne ha dato un’anticipazione durante il Salone dell’automobile di Pechino e si candida ad essere fra le prime a montarlo non appena raggiungerà la forma definitiva.
 
 
NEL FUTURO C'È ANCHE L’ELETTRICO - Nella stessa occasione la Qoros ha mostrato il prototipo 3 Q•LECTRIQ (seconda da sinistra nella foto), a zero emissioni, realizzato a partire dalla berlina Qoros 3 e atteso in pre-produzione entro la fine del 2016. La casa dichiara un’autonomia massima di 350 chilometri ed un tempo di 1 ora per raggiungere l’80% di carica, oltre a prestazioni di buon livello: l’accelerazione 0-100 km/h viene completata in 7,9 secondi, mentre la velocità massima si attesta a 162 km/h. La Qoros 3 Q•LECTRIQ sarà in produzione da inizio 2017 e segue di alcuni mesi il prototipo Qoros 5 SUV Q•LECTRIQ (a sinistra nella foto qui sopra), elettrico anch’esso, il cui arrivo sul mercato non è stato ancora confermato. Le due vetture non saranno disponibili in Europa, dopo il ripensamento annunciato nel giugno scorso.
Qoros 3 Hatch
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
10
18
12
10
15
VOTO MEDIO
3,0
2.96923
65


Aggiungi un commento
Ritratto di ducati916
28 aprile 2016 - 21:33
per quanto mi risulta e' solo un motore convenzionale con applicata una tecnologia pneumatica per il richiamo delle valvole. Le valvole sono gia' pneumatiche in Formula 1 ed in svariati motori di prova (mi sembra di ricordare anche Aprilia? aiutatemi) e da' dei vantaggi notevoli. Fra l'altro in questo motore la valvola viene estesa pneumaticamente e richiamata da delle tradizionali valvole, mentre in formula 1 e' estesa e richiamata pneumaticamente.Questa tecnologia e' pero' molto piu' costosa e non viene usata in motori di produzione commerciale. Magari stavolta hanno trovato l'uovo di colombo per farla costare poco e poterla proporre al grande pubblico.
Ritratto di Luzzo
28 aprile 2016 - 22:53
Nei motori che citi si sfrutta l'aria come elemento elastico ma il comando avviene sempre con la catena cinematica "classica" con alberi a cammes messi in fase con l'albero motore mentre qui il comando avviene solo con gli attuatori quindi scollegati dall'albero motore ed eliminando cinghie/catene/cammes, e già solo questo è un passo avanti enorme per la semplificazione del motore e della riduzione degli attriti,in più la legge del moto delle valvole può essere variata a piacimento e in maniera molto semplice senza ulteriori complicazioni come avviene ora con i vari sistemi
Ritratto di LamboV12
28 aprile 2016 - 23:17
Sì, inoltre circa otto anni fa era stato presentato dalla Valeo un motore a distribuzione magnetica (sempre con l'utilizzo di molle meccaniche)...
Ritratto di alfistavero
29 aprile 2016 - 07:39
Si potrebbe definire come un'ulteriore evoluzione del concetto del Multiair di FCA, che in questo caso non ha più neanche l'albero a cammes.
Ritratto di Vrooooom
29 aprile 2016 - 08:23
Si , ma penso che lo scopo principale fosse quello di liberarsi di tutte quelle parti in movimento e della dissipazione di energia . Se pensiamo che una distribuzione desmo solo per il fatto che non ha le valvole abbia un buon vantaggio prestazionale ( non intendendo solo pot. max) figurarsi eliminando tutto il resto, oltre all'alleggerimento, manutenzione ecc ecc
Ritratto di AyrtonTheMagic
29 aprile 2016 - 12:03
2
Secondo me state facendo un po' di confusione. La tecnologia Multiair serve a variare la fasatura come se si potesse variare il profilo camma e il Desmo le valvole le ha. Il Desmo di differenza ha che il richiamo delle valvole non è attuato da una molla ma da un vincolo meccanico.
Ritratto di Vrooooom
29 aprile 2016 - 12:28
certo il senso del post era per fare un parallelismo con il desmo ( visto l'intervento di ducati916 :D ) NON ha molle e già solo questo dà un discreto vantaggio: il camless ha le molle ma non ha alberi castello distribuzione pulegge catene tendicatene ecc ecc
Ritratto di alessio215
30 aprile 2016 - 09:41
esatto
Ritratto di monodrone
29 aprile 2016 - 10:08
Veramente interessante. Una vera novità dopo il V-Tec.
Ritratto di anarchico2
29 aprile 2016 - 10:52
Per la redazione: si chiame corpo farfallato, non sfarfallato.
Pagine