NEWS

Rallenta la produzione di Alfa Romeo Stelvio e Maserati Levante 

19 ottobre 2017

La FCA paga le difficoltà in Cina, per colpa di una legge che penalizza i costruttori che importano. 

Rallenta la produzione di Alfa Romeo Stelvio e Maserati Levante 

A MEZZO SERVIZIO - La FCA avrebbe rivisto i piani di lavoro nelle fabbriche di Torino Mirafiori e Cassino, fermando la produzione o rallentandola dopo un calo delle vendite registrato in Cina, la nazione al mondo in cui si vendono più auto e auto di lusso. Lo scrive il sito internet Autonews citando fonti sindacali. Il provvedimento interessa alcuni modelli fondamentali per il gruppo, che si aspettava buoni numeri di vendita proprio in Cina: la produzione a Mirafiori della suv Maserati Levante sarà interrotta per due settimane fra ottobre e novembre, mentre le berline Alfa Romeo Giulia e le suv Alfa Romeo Stelvio (foto qui sopra) fabbricate ogni giorno a Cassino scenderanno da 300 a 265.

NUOVA LEGGE - La produzione di Giulia e Stelvio era già stata fermata per quattro venerdì da metà settembre, stando ad Autonews, che riconduce i problemi delle tre vetture ad un inasprimento delle regole per le auto che vengono importate in Cina: dalle scorse settimane è obbligatorio per i costruttori far arrivare nel paese solo le vetture che saranno vendute e non creare stock da "piazzare" nelle concessionarie, pratica nota anche nel nostro Paese (è lo stesso meccanismo delle auto a chilometri zero). È per questo motivo che le Stelvio importate in Cina ad agosto sono state 227, contro le 1.066 di giugno e le 2.666 di luglio, mentre le Levante importate sono passate da una media di 800 esemplari al mese nella prima parte dell'anno alle 350 in media di luglio e agosto. Il Governo cinese penalizza fortemente i costruttori che non producono in loco. 



Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
21 ottobre 2017 - 09:10
4
può essere anche che il mercato cinese si sta evolvendo molto velocemente, aumentano le richieste di Suv e di veicoli elettrici/ibridi...prova ne è che FCA all'ultimo Salone di Shangai ha presentato un prototipo Jeep elettrico...AlfaRomeo ha prodotti non adeguati alle richieste odierne dei Cinesi...altro punto a sfavore è la richiesta di berline a passo lungo...Jaguar sta adeguando la sua XE Made in China a queste richieste...come al solito FCA si preoccupa più delle speculazioni, trascurando il prodotto vero e proprio...
Ritratto di Eccomi
21 ottobre 2017 - 09:43
Se controlli i dati di vendita in Cina, l'elettrico è ancora una minima frazione. Dunque non è la mancanza (temporanea) della versione elettrica che penalizza le vendite. I costruttori che assemblano in loco vendono bene non avendo alte tasse doganali e barriere all'ingresso di varia natura.
Ritratto di erikwang
20 ottobre 2017 - 22:52
a me la giulia piace.. il made italy in cina va molto anche con dazi salati. e pure i turisti cinesi che vengono in italia si comprano valigie di made italy per portarli in cina. se voi nn vi piace il made in china e ora di buttare a terra il vostro pc o cell / iphone al 90% made in china.. dico solo che tutti devono lavorare e tutti devono vivere e dar da mangiare alla propria famiglia..!! buona fortuna per alfa quando cambierò macchina se avrò la grana ci penserò di prenderne una.. una saluto a tutti
Ritratto di herm52
21 ottobre 2017 - 18:32
Spesso e volentieri il prodotto made in ITALY è fatto sì in Italia ma da aziende con operai cinesi; molte aziende italiane vendono mercerie made in Cina o altri paesi orientali.
Ritratto di Mafiokizo
23 ottobre 2017 - 12:42
chi per mare va sti pesci prende
Ritratto di cirasasalvo
25 ottobre 2017 - 18:39
Ma perche l'autore dice auto importate... Se vengono costruite in Italia e poi spedite in Cina, si dovrebbe dire esportate NO? Non massacriamo la nostra lingua per favore!!!!
Ritratto di frankviaggi
31 ottobre 2017 - 09:25
CI CREDO !! TROPPO GRANDI E COSTOSE !! IL MERCATO, DA TEMPO, E' VERSO IL DOWN SIZE !!
Pagine