NEWS

Rally WRC 2018: Ogier campione piloti, la Toyota prima tra i costruttori

19 novembre 2018

La stagione si è conclusa con il trionfo del pilota francese della Ford, ma il titolo costruttori è andato alla Toyota.

Rally WRC 2018: Ogier campione piloti, la Toyota prima tra i costruttori

CONCLUSIONE TRA I CANGURI - Si è conclusa dall’altra parte del mondo la stagione 2018 dei rally validi per il campionato del mondo WRC. Jari Matti Latvala, su Toyota Yaris WRC (foto qui sotto), ha vinto il rally d’Australia. La gara agli antipodi ha aggiudicato i due titoli mondiali in palio: quello piloti è stato conquistato dal francese Sebastien Ogier su Ford Fiesta WRC (foto qui sopra). Il campionato mondiale costruttori è andato invece alla Toyota.

SPRINT FINALE PER IL TITOLO - Latvala e il suo navigatore Mikka Anttila, su Toyota Yaris WRC, hanno vinto davanti a Hayden Paddon-Sebastian Marshall (Hyundai i20 Coupé WRC) e Mads Ostberg-Torstein Erilsen (Citroën C4 WRC). Con la conquista del quinto posto, Sebastien Ogier ha portato a 219 i suoi punti n ella classifica iridata, battendo praticamente allo sprint Thierry Neuville, su Hyundai i20 WRC, che ha concluso il campionato con 201 punti, cioè gli stessi che aveva al via della gara australiana. Neuviulle si è infatti ritirato, lasciando via libera a Ogier. I punti ottenuti dalla Toyota con la vittoria di Latvala sono invece stati quelli che hanno dato alla casa nipponica il successo iridato.

CAMPIONATO EQUILIBRATO - Il campionato 2018 ha visto le vittorie di gara andare a quattro piloti: il francese Sebastien Ogier su Ford se ne è aggiudicato quattro (Monte-Carlo, Messico, Corsica, Gran Bretagna). Tre sono andati al belga Neuville, su Hyundai (Svezia, Portogallo, Sardegna). Quattro all’estone Ott Tanack (Toyota): Argentina, Finlandia, Germania, Turchia. Infine una per ciascuno sono andate al nove volte campione del mondo Sebastien Loeb su Citroën C4 WRC (Spagna), e a Latvala  su Toyota (Australia).

GIÀ PRONTI PER IL 2019 - Ogier ha vinto il titolo 2018 con la Ford Fiesta WRC dopo aver conquistato i quattro precedenti titoli con la Volkswagen Polo. E ora è già stato ufficializzato che nella stagione 2019 correrà per la Citroën. La prima delle 14 gare previste per il 2019 sarà come di consueto il rally di Monte-Carlo, in programma dal 24 al 27 gennaio.



Aggiungi un commento
Ritratto di Scaloppo
19 novembre 2018 - 12:44
Finalmente un Mondiale WRC da guardare fino in fondo. Complimenti meritati per Ogier che finalmente il titolo se l'è dovuto sudare! Grande Neuville, grande Tanak! Bentornato Latvala!
Ritratto di MAXTONE
19 novembre 2018 - 13:21
1
Bello rivedere Toyota vincere il mondiale costruttori, la Yaris ha un potenziale enorme e questo è stato chiaro sin dallo scorso anno. Di quello piloti mi importa relativamente perché la gloria se la prende tutta il pilota "miracoloso" di turno che negli ultimi anni è Ogier, prima di lui Loeb e prima ancora Marcus Gronholm con la 206.
Ritratto di elitropi cristian
19 novembre 2018 - 13:59
Campionato equilibrato. Contento x la toyota. Comunque,puó cambiare anche marca e auto,ma se sei un campione come Ogier,il mondiale lo vinci. Un pó come ha fatto ai suoi tempi Valentino Rossi passando da Honda a yamaha. Sono personaggi che possano piacere o meno,ma il talento e la classe non sono acqua...
Ritratto di Sprint105
19 novembre 2018 - 15:18
Davvero spettacolare questa annata. Soprattutto nel finale di stagione. Mi spiace per Hyundai e Neuville, sembrava proprio il loro anno e, invece, se ne sono usciti a bocca asciutta. Sembra una maledizione, questo titolo non riescono proprio ad agguantarlo.
Ritratto di Magnificus
19 novembre 2018 - 16:17
E'andata come giusto ..Seb e' stato il migliore e la macchina super affidabile oltre che la più bella.ora spero che Ford ingaggi magari Loeb che è rimasto senza campionato.Ora però il futuro credo sia in mano a Tanak
Ritratto di MAXTONE
19 novembre 2018 - 16:54
1
Ma cosa c'entra la bellezza di un auto nel WRC? L'auto può essere miss universo ma se per portarla alla vittoria ci vuole il miglior pilota sulla piazza che peraltro deve pure sudare sette camicie per vincere il suo personale titolo piloti mentre altri piloti buoni ma non eccezionali portano il titolo costruttori nel loro team il motivo è oggettivo: Toyota Yaris è l'auto più competitiva del WRC e il fatto più eclatante è che sono tornati in WRC solo dal 2017 contro marchi che stanno li a correre da vent'anni.
Ritratto di Magnificus
19 novembre 2018 - 17:28
Era una mia considerazione da tifoso della Fiesta.oltretutto con un team semi privato,gli altri sono colossi in confronto a m-sport...detto questo il pilota conta ancora molto nei rally e Ford aveva quello giusto.
Ritratto di MAXTONE
20 novembre 2018 - 09:41
1
Team semi-privato ma col pilota migliore, capace di sviluppare l'auto come nessun'altro. Da tifoso della Fiesta devi comunque riconoscere che la Yaris è la più competitiva auto del WRC allo stato attuale delle cose, basti solo dire che ha soluzioni aerodinamiche mutuate dalla TS del WEC. Per questo personalmente tifo Yaris, mi fa gasare la sua tecnica avanti di parecchio rispetto alle avversarie che esteticamente paiono auto di serie al confronto in quanto non beneficiano di un aerodinamica cosi avanzata.
Ritratto di Scaloppo
20 novembre 2018 - 10:10
Comunque, come dicevo sotto, non si può dire che la Fiesta vinca solo grazie ad Ogier, dato che Tanak e pure Evans ci hanno vinto dei Rally. Tra le macchine al momento nessuna svetta quanto svettava la Polo quando correva. Semmai l'unica che svetta, ma in negativo, è la C3, chissà che con Ogier dall'anno prossimo le cose comincino a cambiare (ed ha strappato il promettente Lappi alla Toyota, che si è invece presa Meeke, mah.. ). Per Msport invece potrebbe arrivare un bel calo, invece, perchè se non tengono più Ogier significa che prospettano un bel taglio al budget.
Ritratto di Scaloppo
19 novembre 2018 - 17:43
Comunque Ogier non è l'extraterrestre che era Loeb, direi anche per fortuna. Può aver dato l'impressione di esserlo grazie alla Polo con cui ha debuttato, ma da quando il fattore Auto si è ridotto a livello degli altri, risulta evidente che, se rimane comunque superiore a Neuville e Tanak, il distacco non è certo abissale. Sul fatto che la Fiesta non sia competitiva ho i miei dubbi, infatti Tanak quest'anno è arrivato ancora 3° nel campionato con la Yaris, come aveva fatto l'anno scorso con la Fiesta, inoltre la Fiesta in due anni ha vinto Rally con 3 diversi piloti, incluso Evans. Questo per dire che non mi sembra il caso di sminuire nè Neuville, nè Tanak. L'unica auto per ora sotto la media pare essere la Citroen, che per ora ha vinto un Rally l'anno scorso con Kris "o la va o la spacca" Meeke a cui una volta è andata ed uno quest'anno (ma ha dovuto tirare in ballo l'Alieno, quello vero). Vedremo l'anno prossimo come va con Ogier..
Pagine