NEWS

Range Rover Evoque e Discovery Sport: per loro l’ibrido plug-in

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 22 aprile 2020

Il nuovo motore 3 cilindri 1.5 turbo viene abbinato a un elettrico montato posteriormente, per un totale di 309 CV: fino a 66 km l’autonomia a zero emissioni.

Range Rover Evoque e Discovery Sport: per loro l’ibrido plug-in

BASE COMUNE - I sistemi ibridi plug-in, con batterie ricaricabili dall’esterno, sono sempre più diffusi, una strada obbligata per tutti i costruttori a causa delle normative europee che impongono limiti sempre più bassi per le emissioni di CO2. La categoria delle suv compatte e medie non fa accezione e, così, dopo le rivali BMW X2, Mercedes GLA e Volvo XC40, vengono annunciate le Range Rover Evoque P300e e Land Rover Discovery Sport P300e, entrambe basate sulla piattaforma PTA del gruppo inglese. Queste due versioni sono già ordinabili: la Land Rover parte da 51.150 euro, la Range Rover da 53.000 euro. 

UN MOTORE PER ASSE - L’ibrido plug-in è composto dall’inedito motore turbo benzina 3 cilindri 1.5 da 200 CV e 280 Nm di coppia, che dà trazione alle ruote anteriori e fa parte della famiglia di motori modulari Ingenium, la stessa dei 4 cilindri 2.0 e 6 cilindri 3.0. Ad esso si abbina il motore elettrico posteriore Electric Rear Axle Drive: ha 109 CV, 260 Nm e dà trazione alle ruote posteriori, dunque le Evoque P300e e Discovery Sport P300e possono contare sulla trazione integrale. Il sistema ibrido sviluppa complessivamente 309 CV e 540 Nm, ed è governato da una trasmissione automatica a 8 rapporti, più leggera di 5 kg rispetto a quella a 9 impiegata su altre versioni.

CI PENSA L’ELETTRONICA - Il sistema elettronico permette al guidatore di scegliere fra tre modalità di guida. Con la EV, opera solo il motore elettrico: la Evoque P300e percorre fino a 66 km (62 km la Discovery Sport P300e) e raggiunge i 135 km/h, velocità oltre la quale entra in funzione il 1.5. Le batterie agli ioni di litio, con 15 kWh di capacità, sono alloggiate sotto del divano posteriore. Nelle condizioni più favorevoli, ovvero attraverso una colonnina in corrente continua da 32 kW, si rigenerano dallo 0% all’80% in 30 minuti. Dalla rete di casa, invece, la ricarica completa avviene in 6 ore e 42 minuti.

PER LA MASSIMA EFFICIENZA - Con la modalità di guida Hybrid, invece, l’elettronica gestisce i due motori per massimizzare la resa energetica, tanto è vero che la Land Rover dichiara per la Evoque una percorrenza media di 71,4 km/l con emissioni di 32 g/km di CO2, mentre la Discovery Sport percorre 62,5 km/l e produce 36 g/km di CO2. In Hybrid si raggiungono anche le massime prestazioni, compreso lo ‘0-100’ di 6,4 secondi. Con la modalità Save, infine, viene preservata la carica delle batterie e l’auto sfrutta maggiormente il 1.5.

Land Rover Range Rover Evoque
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
80
34
28
28
35
VOTO MEDIO
3,5
3.468295
205




Aggiungi un commento
Ritratto di remor
22 aprile 2020 - 19:51
Ma se anche fosse, è innanzitutto una questione di scelta azzeccata del powertrain. Anche chi si prende una GPL o Metano se decide di andare sostanzialmente (o addirittura sempre) a benzina avrebbe fatto il peggior (invece che il miglior) affare della sua vita in quanto a consumi rispetto già a un benzina "semplice". Non capirei quindi perché chi con la vastissima scelta di motorizzazioni disponibili per i 2 modelli RangeRover punta proprio alle plug-in dovrebbe poi usarle in maniera deliberatamente antieconomica (andandoci solo a benzina; a sto punto si pigliava quella a benzina, no?) Sarebbe un po' come presumere aprioristicamente, sul versante completamente opposto, che viaggerà sempre e solo in modalità elettrica e quindi avrebbe fatto meglio a prendersi una elettrica pura. Imho, se si prende una plug-in si sarà fatto i propri calcoli che è la condizione per lui più giusta. Cioè
Ritratto di treassi
22 aprile 2020 - 20:21
Cioè il termine "autonomia" per voi ha 2 significati se riferito alle termiche o alle batterie!!!!????? Se hai terminato la carica delle batterie ti aspetti di ricaricarle con il termico??? Ma se ci vogliono 6 ore da casa per ricaricarle allora sto punto consumate un pieno di benzina a girare in tondo e fate prima! AHAHAHHAHA AHAHAHAH
Ritratto di Andre_a
22 aprile 2020 - 23:18
9
@treassi: l’impianto di casa ha 3kw, il motore a benzina di queste Land Rover ne ha quasi 150. Ma soprattutto non è necessario ricaricare ogni volta tutta la batteria, basta recuperare in discesa, in veleggiamento e in frenata quel poco di energia che serve a dare una spinta in ripartenza, come fanno tutte le ibride non plugin.
Ritratto di treassi
23 aprile 2020 - 08:01
Andre... e allora perché spendere 50000 euro??? Compra una Toyota a metà prezzo che fa la stessa cosa...
Ritratto di treassi
22 aprile 2020 - 20:54
Perché si è sbagliato negli ultimi 20 anni... Il diesel doveva servire per chi doveva macinare KM per lavoro non per chi voleva farli per divertirsi, per quello c'era la benzina o metano/GPL... E ora siamo arrivati a questi orrori...
Ritratto di Andre_a
22 aprile 2020 - 22:53
9
@remor: i 12 km/l non sono dichiarati da Mitsubishi, ma sono rilevazioni strumentali di alVolante, penso siano affidabili. Sono d’accordo col resto del tuo discorso, solo che per farsi i propri conti si devono avere tutti i dati, mentre quelli del consumo a batteria scarica sono difficili da trovare. Anche tra i commenti mi sembra che ci sia chi pensa che un suv Phev scarico consumi poco più di un Rav4 e chi pensa consumi più dell’equivalente a benzina. Mi sembra che manchi chiarezza.
Ritratto di remor
23 aprile 2020 - 07:53
In tal caso il riscontro sarebbe imho più che valido, non per il dato in assoluto quanto tale ma perché, relativamente ai circa 13 al litro "dichiarati" per la stessa vettura con motore solo benzina, i 12 reali per la phev a batteria scarica mi sembrano poco peggiorativi
Ritratto di treassi
23 aprile 2020 - 08:12
Tra l'altro è risaputo che le plug-in servono solo alle case produttrici solo per abbattere le emissioni MA SOLO IN TEORIA IN PRATICA SERVOLO SOLO per non pagare le multe, visto che poi grazie agli incentivi statali vengono vendute alle flotte aziendali che date ai dipendenti MAI SI SOGNANO DI ATTACCARLE ALLA PROPRIA RETE DOMESTICA ma usano le carte benzina o i rimborsi kilometrici. SVEGLIATEVI ALTRIMENTI SI VA INCONTRO AD UN NUOVO SCANDALO EMISSIONI!!!!!!
Ritratto di Claus90
22 aprile 2020 - 21:30
Questa tipologia di motore verrà accolta bene in Inghilterra, Olanda, svizzera, 309 cv non sono alla portata di tutti.
Ritratto di Andrea Zorzan
22 aprile 2020 - 23:08
Forse la soluzione migliore per queste auto è quella della Bmw i3: elettrica con motore per ricaricare le batterie.
Pagine