NEWS

Redspace Reds: il nuovo progetto di Chris Bangle

30 novembre 2017

L’ex designer BMW e Fiat torna grazie a una citycar elettrica dalle forme a dir poco originali.

Redspace Reds: il nuovo progetto di Chris Bangle

PARLA CINESE - A capo dello stile per la BMW dopo una lunga “militanza” nel gruppo Fiat, il designer statunitense Chris Bangle (foto qui sotto) ha lasciato il mondo delle multinazionali nel 2009 per trasferirsi in Piemonte dove ha fondato il suo studio di design. Ora Bangle torna a far parlare di sé per aver realizzato un’utilitaria elettrica per conto dell’azienda cinese Redspace, che voleva un mezzo pratico, originale e adatto al traffico: è nata così la Reds, un’auto cittadina lunga 298 cm ricca di soluzioni e accorgimenti inusuali. La Redspace Reds è stata mostrata al Salone dell’automobile di Los Angeles e rimane una proposta di stile, in attesa che una casa automobilistica o un grande finanziatore sostenga il progetto.

PRATICA, NON AERODINAMICA - L’utilitaria ha fiancate verticali, linee “cubiste” e il vetro anteriore molto sporgente, che fa aumentare lo spazio a bordo pur compromettendo l’aerodinamica. La Redspace ritiene però che questo compromesso sia accettabile perché la vettura non dovrebbe avere una velocità massima elevata, essendo studiata per la città. Non a caso le dimensioni esterne sono contenute e la carrozzeria raccolta facilita i parcheggi. L’abitacolo è per quattro: davanti ci sono due sedili tradizionali, con integrate le cinture di sicurezza, mentre i passeggeri posteriori siedono su una panchetta. Il sedile sul lato guida può ruotare di 180° con l’auto ferma, mentre nell’area davanti a quello destro si trova una piastra che massaggia la pianta dei piedi.

SCHERMO A SCOMPARSA - La panchetta posteriore della Reds è riservata a bambini o ad adulti per brevi tratti di strada; particolarmente agevole l'accesso all’abitacolo grazie alle porte laterali scorrevoli e agli schienali ripiegabili dei sedili. Anche il cruscotto è inusuale, perché tutti i comandi sono racchiusi all’interno di uno schermo grande 17 pollici, che rientra nella plancia con l’auto in movimento (la superficie visibile è un terzo di quella totale) e si “schiude” ad auto ferma: ciò serve per ridurre le distrazioni alla guida. Il costruttore non ha parlato nel dettaglio della tecnica, pur anticipando che la trazione è posteriore e l’accelerazione 0-50 km/h particolarmente vivace, in maniera da faciltare la guida nel traffico.





Aggiungi un commento
Ritratto di el doni
3 dicembre 2017 - 14:54
Non puoi dire che i sedili sono particolari al risparmio in quanto cambiano a seconda dell'allestimento..i prezzi sono alti è vero, ma sono in linea con quelli delle altre vetture premium dello stesso segmento..
Ritratto di flavio84
30 novembre 2017 - 20:06
E comunque nel bene o nel male, fa sempre parlare di se...
Ritratto di FOXBLACK
30 novembre 2017 - 20:21
Mezzo volante il voto. ...orrenda. ..
Ritratto di mami66
1 dicembre 2017 - 00:01
Questa si che si potrebbe chiamare Picasso, beh a me piace e trovo che in un contesto cittadino sia davvero indovinata.
Ritratto di ziobell0
1 dicembre 2017 - 00:15
quando arrivi al livello di bangle ti puoi permettere di tutto, compresa questa autentica schifezza.
Ritratto di lucios
1 dicembre 2017 - 06:42
4
Dopo la Fiat Coupe' e il tentativo di rivoluzionare BMW, ora questo? Mamma mia!!!!
Ritratto di nik66
1 dicembre 2017 - 08:46
Esternamente, come si dice a Roma, nun se po guardà, ma dentro mi piace, è fortissima e deve anche essere spaziosa.
Ritratto di Robespierre
1 dicembre 2017 - 09:59
Non è una novità. Sono anni che la si vede in diversi cartoni animati...(parlo sul serio)
Ritratto di fonser
1 dicembre 2017 - 11:31
Manca solo la botola per far sbucare i piedi di Wilma e il porta clava sul tetto...
Ritratto di studio75
1 dicembre 2017 - 11:36
5
Prima impressione...orribile. Poi, vedendo quanto è pratica se la si vuole usare per mobilità cittadina e uso ufficio/lavoro è geniale. Non parliamo di auto che trasmettono passione (darei zero volanti) ma auto che servono allo scopo di portarti in giro in città, fare pausa pranzo, pausa con la tua ragazza, usare il computer e lavorare...tutte cose che con un auto tradizionale non faresti comodamente. Aggiungerei anche dei vetri autooscuranti e un gabinetto però.
Pagine