NEWS

Renault verso lo stop al noleggio delle batterie

Pubblicato 19 novembre 2020

La Renault sta abbandonando la formula di acquisto dell'auto elettrica con noleggio delle batterie, pensato inizialmente per contenere il prezzo della vettura.

Renault verso lo stop al noleggio delle batterie

La Renault è stata una delle prime case automobilistiche a credere nella mobilità elettrica, commercializzando, nel 2012, la prima versione della Zoe. Al fine di incentivare un mercato che in quegli anni era ancora decisamente marginale, la casa francese ha introdotto la formula del noleggio delle batterie (il componente più caro della vettura). 

L’acquirente, con questa opzione, che dal 2016 è stata affiancata alla possibilità di normale acquisto, poteva quindi abbattere l’esborso iniziale scegliendo di noleggiare le batterie e pagando una quota mensile variabile in funzione del chilometraggio. La Renault si faceva carico di eventuali cali di prestazioni o guasti.

In virtù dell’evoluzione del mercato e dei prezzi sempre più competitivi delle batterie, la Renault sta cambiando strategia eliminando progressivamente la formula del noleggio. Lo ha già fatto in alcuni mercati europei, come Spagna, Regno Unito e Germania. Per ora l’Italia resiste, ma non dovrebbe passare molto perché si adegui: attualmente la nuova Renault Zoe è ancora disponibile a 34.900 euro con le batterie di proprietà o 25.900 con gli accumulatori a noleggio.

Renault ZOE
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
71
52
18
11
19
VOTO MEDIO
3,8
3.847955
171




Aggiungi un commento
Ritratto di davidema68
20 novembre 2020 - 08:30
La terza generazione è del 2020
Ritratto di RubenC
20 novembre 2020 - 08:48
1
Terza generazione? Cosa?
Ritratto di Oxygenerator
19 novembre 2020 - 19:05
@ BioHazard. La differenza è di 40 cm in lunghezza e 8 in larghezza, a favore della Zoe. Praticamente sono di due categorie diverse. Non si possono paragonare. La 500 e è una city car con due posti posteriori per bambini. La Zoe è un’auto 4 posti con 4 porte.
Ritratto di davidema68
20 novembre 2020 - 08:29
La 500, come tutte le fiat ha materiali scarsi e mal assemblati. Molto più piccola di Zoe ed i prezzi che dite non sono veritieri. Ho acquistato Zoe zen flex a 14000 euro con incentivi. Con batterie a noleggio è molto conveniente, spero che Renault non lasci questa opzione
Ritratto di Vincenzo1973
20 novembre 2020 - 15:31
la 500 ha materiali scarsi...gia questo commento fa capire quanto poco capisci di auto
Ritratto di Woldemort
20 novembre 2020 - 18:10
Soliti luoghi comuni da decerebrati,Renault invece é famosissima per gli interni migliori e gli assemblaggi micrometrici vero??????
Ritratto di Oxygenerator
19 novembre 2020 - 18:32
Giustamente, viene abbandonato l’affitto delle batterie. Anche perché le stesse migliorano sempre di più.
Ritratto di lucaconcio
20 novembre 2020 - 08:24
2
In effetti, questo del noleggio delle batterie, era un po' una "truffa legalizzata". Uno pensava di risparmiare all'inizio, poi però alla fine spendeva di più
Ritratto di Jimgoose
20 novembre 2020 - 13:31
c'è qualcosa che non torna,se è vero che le batterie costano e costeranno meno,xchè dovrebbero rinunciare al noleggio visto che pagandole meno loro:scenario A-guadagnerebbero di piu a parita di rata,B-aumenterebbe la convenienza x il cliente abbassandosi il canone e loro essendo + competitivi venderebbero di piu...scenario C-il siluro elettrico inizia a svelare il reale obiettivo:le povere martoriate terga dei cittadini consumatori
Ritratto di rv
20 novembre 2020 - 16:12
Osservazione arguta e corretta ! I costruttori cavalcano l'elettrico per incrementare ricavi e marginalità pur con un mercato di sostituzione o, nei paesi maturi , in contrazione. A pagare il conto saranno i consumatori , anzi lo stanno già pagando attraverso i contributi che stato e regioni concedono per l'acquisto di vetture elettriche.
Pagine