Renault Captur: è tempo di restyling

02 marzo 2017

La Renault Captur riceve nuovi fari anteriori e colorazioni inedite, che aumentano i livelli di personalizzazione.

Renault Captur: è tempo di restyling

NUOVO SGUARDO - Il 2017 vede l'aggiornamento della Renault Captur dopo quattro anni di presenza sul mercato (il lancio fu nel 2013). Vengono modificate alcune parti della carrozzeria e svecchiate le linee esterne in funzione delle ultime novità: i fari anteriori saranno anche del tipo a led, quindi avranno forme più ricercate, mentre le luci diurne verranno trasferite sul paraurti e assumeranno la forma di una C. L’andamento del paraurti anteriore è stato  parzialmente rinnovato. La rivista Renault Captur sarà mostrata al Salone di Ginevra (7-19 marzo) e rinnoverà la sfida alle crossover dalle dimensioni più contenute, come ad esempio le Fiat 500X e Peugeot 2008, che restano un genere di auto molto di successo in Europa: nel 2016 la Captur è stata venduta in 215.670 esemplari, secondo il dato fornito dalla casa.

PIÙ COLORI - La Renault Captur 2017 richiama l’estetica della Kaptur venduta in Russia e introduce le vernici esterne Atacama Orange e Ocean Blue, la colorazione per il tetto Platinum Gray e il tetto fisso in cristallo, disponibile a partire dal terzo livello di allestimento e con la carrozzeria bicolore. Il tema della personalizzazione viene affrontato grazie ai cinque schemi di colore per l’esterno (chiamati Ivory, Ocean Blue, Cappuccino, Red e Atacama Orange) e ad i sei per l’abitacolo (Ivory, Ocean Blue, Caramel, Red, Satin Chrome e Patina Chrome). Debuttano infine quattro nuovi tipi di cerchi in lega: due da 16 pollici e due da 17. Sapremo di più in occasione del debutto a Ginevra.

Renault Captur
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
122
109
111
58
107
VOTO MEDIO
3,2
3.159765
507




Aggiungi un commento
Ritratto di williamlenti
8 marzo 2017 - 13:18
3
Bello il restyling. Se i prezzi non diventano spropositati, può raggiungere il giusto compromesso tra qualità e prezzo (con materiali migliori e sistemi più tecnologici). Allo stato attuale, dopo 3 anni di possesso, dico che il prezzo è eccessivo per una dotazione interna interamente in plastica riciclata e senza troppa cura nell'assemblaggio del tutto. Ci sono elementi qua e la che meritano. Forse questa seconda generazione è il giusto compromesso.
Pagine