NEWS

Renault-Nissan: prima la fusione, poi la FCA?

27 marzo 2019

Secondo indiscrezioni, Renault e Nissan dopo la fusione potrebbero puntare ad acquisire la FCA per creare il gruppo di gran lunga più grande al mondo.

Renault-Nissan: prima la fusione, poi la FCA?

RAPPORTI STRETTI - La Renault potrebbe far partire entro 12 mesi le trattative con la Nissan in vista di una possibile fusione, che farebbe da preludio all’acquisto di un’altra casa automobilistica per creare un grande gruppo rivale delle Toyota e Volkswagen, in grado potenzialmente di vendere oltre 16 milioni di auto l’anno: Renault e Nissan starebbero pensando alla FCA, stando a quanto riferisce il quotidiano economico Financial Times, che ha parlato con persone a conoscenza delle strategie del costruttore francese.

UN MEGA GRUPPO - Il nuovo numero uno Jean-Dominique Senard avrebbe l’obiettivo di consolidare ulteriormente i rapporti fra le Renault e Nissan, così da creare un gruppo ancora più coeso. I due costruttori infatti fanno parte insieme alla Mitsubishi di un’alleanza, l’Alliance Renault Nissan Mitsubishi appunto, che l’anno scorso ha venduto 10,76 milioni di auto nel mondo, ma restano tre entità indipendenti legate da scambi azionari l'una dell'altra, duqnue ben integrate. Una volta completata questa operazione, già immaginata dall’ex presidente Carlos Ghosn (in stato di fermo con l’accusa di illecito finanziario), il nuovo mega gruppo Renault-Nissan potrebbe farsi avanti con un terzo costruttore e diventare ancora più grande di quello che è ora: la FCA è stata il sesto gruppo automobilistico al mondo nel 2018 e ha consegnato 4,8 milioni di auto.

LA FCA SARÀ D'ACCORDO? - L'accordo sarebbe fra i maggiori di sempre nel mondo delle automobili, perché le Renault e Nissan avrebbero una capitalizzazione di 50 miliardi di euro e la FCA è valutata in borsa 20 miliardi. Anche la FCA è alla ricerca di un partner con cui dividere i costi, tanto è vero che nei giorni scorsi si è fatta l’ipotesi di un accordo con la PSA, ma resta da vedere se intende essere rilevata e perdere così la sua autonomia.



Aggiungi un commento
Ritratto di anarchico2
28 marzo 2019 - 08:30
Non hai capito nulla. Se non sai ragionare torna all'asilo infantile.
Ritratto di Fr4ncesco
27 marzo 2019 - 12:06
2
Troppo complesse le attività FCA da gestire essendo già esso stesso un gruppo e le economie di scala così dilazionate sono sempre state fallimentari, la Renault già dovrebbe saperne qualcosa avendo collaborato in passato con l'AMC. Inoltre è in parte azienda di Stato con tutti i vincoli comunitari sul libero mercato e FCA non avrebbe nulla da guadagnarci, avendo Renault Nissan un portafoglio di veicoli più mediocri e meno interessanti di quelli Fiat Chrysler (per quanto bistrattata, anche se non complementati ha Maserati, Giulia e Stelvio, le ottime Jeep soprattutto la Wrangler, Charger e Challenger, due miti USA, l'eccellente Ram, la stuzzichevole 500, la Pacifica che funge da laboratorio di nuova mobilità). Ciò però farà schizzare i titoli di FCA perchè significa che fa gola e il gruppo italoamericano potrebbe avanzare pretese più soddisfacenti con possibili partner.
Ritratto di Blueyes
27 marzo 2019 - 12:10
1
Più che FCA la vera domanda è: la cosa starebbe bene ai giapponesi di Nissan? Già le ultime vicende mi fanno capire che i giapu mal digeriscano la governance francese, se poi la loro quota di potere venisse ulteriormente diluita con italiani e americani...mah.
Ritratto di Vincenzo1973
27 marzo 2019 - 20:52
Commento azzeccato. Lo so è visto dalla velocità con cui hanno scaricato Ghosn a differenza dei francesi
Ritratto di 82BOB
27 marzo 2019 - 14:05
Per me vale lo stesso discorso fatto a suo tempo per PSA... Il marchio FIAT non ne trarrebbe beneficio! Probabilmente l'alto di gamma si integrerebbe, ma in Renault, Nissan, Dacia, ecc. vedo troppe sovrapposizioni nei segmenti inferiori con il marchio torinese! Certamente i francesi ci guadagnerebbero con Jeep e, visti i risultati ottenuti con le case dell'est europa, potrebbero risollevare gli appannati marchi nostrani! Io resto dell'idea che siano altri i gruppi ai quali guardare, sia per collaborazioni che per eventuali vendite/fusioni, anche se sarebbe assurdo che un gruppo che annovera i marchi FIAT, Lancia, Alfa Romeo, Maserati, Dodge, Chrysler e RAM, ha marchi elaboratori come Abarth e SRT e marchi dormienti come Innocenti, Autobianchi, DeSoto, Plymouth, ecc. (oltre alla parentela con Ferrari), fosse costretta ad allearsi o a vendere per produrre nuovi modelli con economie di scala!
Ritratto di Mark984
27 marzo 2019 - 14:26
Lancia, purtroppo, lo metterei assieme ad Innocenti ed Autobianchi.
Ritratto di 82BOB
27 marzo 2019 - 14:31
Triste ma vero... :-(
Ritratto di news
27 marzo 2019 - 15:25
dopo PSA adesso Renault....insomma tutti vogliono FCA (ci credo con quei marchi prestigiosi che si ritrova ),il punto pero' e uno solo....gli Agnelli non venderanno neanche un bullone...io farei lo stesso...FCA non ha piu' bisogno di nessuno per andare avanti...e abbastanza grande per proseguire sola....semmai sono gli altri che a turno si propongono...per un semplice motivo..nessuno ha i marchi che possiede FCA...prestigiosi e lussuosi..e tutti sono li come avvoltoi invidiosi di tanto bene (motoristicamente parlando)....FCA deve solo svilupparli con attenzione senza buttare via mld...d'altronde Audi per diventare cosi grande ci ha messo 40 anni.....
Ritratto di 82BOB
27 marzo 2019 - 15:33
Per la prima volta leggo cose scritte da te senza provare l'impulso di segnalarti agli amministratori! Le tue frasi, condivisibili o meno, hanno senso e hai fatto un esempio per me calzante (quello di VAG con Audi) anche se io, personalmente, ritengo FCA molto indietro a livello tecnologico, in alcuni campi, rispetto ad altri competitors e un po' di collaborazione non sarebbe troppo deleteria...
Ritratto di HEXAGONE
27 marzo 2019 - 16:10
lol no one is envious of FCA don't forget that it's Marchionne who tries to prostitute himself to the other groups for years, FCA is in a bad condition, only 2 brands on the 8 or 9 of the group are profitable: 2 American brands Jeep and Ram the other brands especially Italian are problems that never make money, on the first two months of the year in Europe Fiat is only the 12 th brands while it's his main market! At this rate they will not even be in the top 15 exceeded by the Korean and Dacia. The new Alfa models are disappointing, the giulia is a big flop far below the targets of 100,000 sales per year provided in the plans Sales in 2017: 35,000 sales in 2018: 30,000 don't be surprised if it's no longer sold in 1 year or 2 the best solution for Fiat and Alfa is a purchase by PSA that would develop models very quickly by sharing the platforms and engines of the PSA group to renew the Fiat / Alfa ranges and earn money new Punto in collaboration with the 208 / C3 / Corsa, equivalent to the 308 / Astra, 3008 / C5 Aircross / GrandlandX and 5008 at Fiat, new Giulietta with the next generations of 308 / Astra, an SUV below the Stelvio with the 3008 it's the only way that itailian brands can survive and recover quickly without it's death, which is almost the situation right now
Pagine