NEWS

Renault Twingo 2019: ne guadagna lo stile

22 gennaio 2019

Con il restyling arrivano ritocchi al design esterno e un abitacolo più funzionale e connesso. Aggiornati i motori 0.9 e 1.0.

Renault Twingo 2019: ne guadagna lo stile

FRONTALE PULITO - Originale e sbarazzina nel look, la Renault Twingo è una citycar lunga 360 cm che ora si rinnova a quattro anni dal lancio. Il 2019 porta con sé il restyling, che aggiunge un pizzico di stile e tecnologia. Cambia il fascione anteriore, dove spicca l’assenza delle tipiche luci diurne rotonde del vecchio modello: ora sono a forma di C, come per le altre Renault, e integrate nei fari, dove sono presenti anche le più moderne luci di svolta a led. Cambiano inoltre le prese d’aria. Il fascione posteriore ha un aspetto più elegante, complice il portatarga in tinta con la carrozzeria.

INTERNO PIÙ FUNZIONALE - Fra le novità della Renault Twingo ci sono anche l’altezza a terra ridotta di 1 cm e due nuovi colori, in aggiunta a ruote dal disegno più moderno. All’interno cambia la consolle centrale, resa più funzionale con l’arrivo di un porta bicchieri regolabile in altezza e della chiusura per il pozzetto portamonete, oltre a due porte usb per ricaricare gli smartphone. Per gli allestimenti più ricchi arriva inoltre il sistema multimediale Easy Link, con schermo a sfioramento di 7” e connettività per smartphone Apple CarPlay e Android Auto, in grado di replicare sullo schermo app come Google Maps o Spotify. Fra le personalizzazioni sono disponibili il contorno delle bocchette dell’aria, dettagli per il volante e cuciture della leva del cambio in nero, rosso o giallo, che rendono l’ambiente più vispo e giovanile.

OPTIONAL L’AUTOMATICO - I motori della rinnovata Renault Twingo sono gli stessi tre cilindri 1.0 aspirato e 0.9 turbo del vecchio modello, aggiornati però in funzione delle più recenti e severe normative anti-smog: il 1.0 SCe ha 65 CV o 74 CV, il 0.9 TCe invece 93 CV. Il cambio è manuale a 5 rapporti, ma la 0.9 TCe è ordinabile a richiesta con il robotizzato EDC a doppia frizione con sei marce. La Twingo non cambia meccanicamente, con la sua inusuale disposizione posteriore del motore, che sottrae spazio in altezza al baule (la soglia d’accesso è alta), ma migliora l’agilità nelle svolte.

Renault Twingo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
196
157
83
75
147
VOTO MEDIO
3,3
3.273555
658




Aggiungi un commento
Ritratto di nik66
23 gennaio 2019 - 08:54
carina, anche se non mi dispiacevano affatto i fari rotondi a 4 led, le donavano un pizzico di personalità
Ritratto di Giuliopedrali
23 gennaio 2019 - 09:45
Eppure con quel telaio lì io svilupperei una piccola coupé o insomma qualcosa di fantasioso.
Ritratto di Probabilmente
23 gennaio 2019 - 10:17
L'auto può piacere o meno, anche a me per alcuni dettagli non piace. Però c'è da riconoscere il fatto che sia qualcosa di diverso da tutto il resto della produzione. La scelta non è stata presa esattamente per fare qualcosa di diverso, è vero, ma il risultato è questo. Anche nel mondo delle sportive, per qualche motivo Porsche continua a mettere il motore dietro l'asse posteriore quando tutti gli altri lo mettono centrale. Anche qui, la questione è più storica e commerciale che altro, ma sta di fatto che è un'unicità. Altrimenti le auto diventano tutte uguali. Parlando di disposizioni meccaniche una costosa Classe A ha lo stesso schema di una Panda, di una qualsiasi Skoda, di una Volvo, eccetera. Una volta che qualcuno fa qualcosa di diverso che va oltre gli ammennicoli elettronici e i materiali degli interni ci sarebbe da apprezzare almeno quello!
Ritratto di 82BOB
23 gennaio 2019 - 14:05
2
Probabilmente viene apprezzata da chi non la usa per far la spesa o portare i figli a fare sport, ecc.. Di sicuro verrà apprezzata da chi deve parcheggiare e far manovra... Ma io non la prenderei mai perché è limitante!
Ritratto di Probabilmente
23 gennaio 2019 - 15:10
Il mio discorso è al di là delle qualità di guida e di praticità che sono conseguenza delle scelte tecniche fatte in partenza. Un'auto a motore centrale è un rarità al di fuori delle sportive, figuriamoci tra le citycar!
Ritratto di 82BOB
23 gennaio 2019 - 15:20
2
Sicuramente è una rarità, di questi tempi, in ambito motoristico!
Ritratto di super5
24 gennaio 2019 - 09:16
In cosa è limitante? Carica una lavastoviglie, ci stanno 4 persone abbastanza comode, il bagagliaio è quello di qualsiasi citycar.
Ritratto di Ale8080
24 gennaio 2019 - 15:48
Ne ho avuta una per qualche giorno: se dicessi di aver visto differenze da una TA mentirei. E' una superutilitaria per la città con motori a cilindrata bassa, più o meno carina: il vantaggio su tutte le TA è un diametro di sterzo incredibile causa assenza del motore davanti; per il resto, chi lamenta spazio nel baule ha sbagliato macchina: non è nata per caricare, non è nata per viaggi lunghi, poi chi vuole apporre il portapacchi con una vasca da 300lt ed andare in Cina...degustibus. La rarità della TP è dovuta dal fatto che il progetto deriva dalla Smart per cui non avrebbe avuto senso allungare il telaio e rivedere la disposizione di motore, trasmissione .
Ritratto di GeorgeN
23 gennaio 2019 - 10:21
mi aspettavo un restyling più serio con un frontale simile alla bellissima concept Twin' Run con fari un pò più quadrati e con lenticolari-led.... restyling alla fiat...
Ritratto di canavese
23 gennaio 2019 - 10:46
mi aspettavo che la togliessero dal liostino
Pagine