NEWS

Renault Twingo Electric: ecco i prezzi

Pubblicato 12 settembre 2020

La piccola citycar elettrica Renault Twingo, che ha un'autonomia di 180 km su percorsi misti o 250 km in città, è disponibile a partire da 22.450 euro.

Renault Twingo Electric: ecco i prezzi

ARRIVA L’ELETTRICA - La Renault Twingo Electric, la variante a batteria della citycar francese, è ora ordinabile anche in Italia. La casa ha infatti svelato il listino completo che prevede tre allestimenti: Zen, Intens e Vibes.

TRE ALLESTIMENTI - I prezzi di listino della Renault Twingo Electric partono da 22.450 euro (cifra a cui bisogna sottrarre gli ecoincentivi) per l’allestimento Zen che, tra le altre cose, include il “clima” automatico e il sistema multimediale Easy Link con display da 7” e radio DAB, compatibile con Android Auto ed AppleCarPlay. Servono 23.650 euro per l’allestimento Intens, che aggiunge la mascherina grigia con inserti blu, i cerchi in lega da 15”, i fari fendinebbia, il sistema di avviso di superamento della corsia, la telecamera di parcheggio e il navigatore con la possibilità di verificare la disponibilità delle colonnine di ricarica in tempo reale.

UNA VERSIONE SPECIALE - La Renault Twingo Electric al top della gamma è la Vibes Limited Edition, basata sull’allestimento Intens, che ha un prezzo di 24.350. Si distingue per una forte caratterizzazione estetica grazie all’inedita tinta Orange Valencia (la carrozzeria presenta anche specifiche decorazioni bianche-grigie o arancioni-grigie), la mascherina con inserti bianchi e i cerchi in lega da 16” diamantati bianchi con copri dadi di color arancione. Personalizzazione che continua anche all’interno dell’abitacolo, dove il tema delle strisce colorate viene ripreso sia sulla plancia che sui sedili che sono in tessuto/pelle. Specifici anche le soglie porta, i tappetini e la base della leva del cambio, che è di colore arancione anodizzato.

LE PRESTAZIONI - La Renault Twingo Electric trova sul mercato altre citycar già convertitesi al motore elettrico: Seat Mii electric, Smart ForTwo e ForFour, Skoda Citigo iV e Volkswagen e-up!. È alimentata da un motore elettrico posizionato sull’asse posteriore delle ruote che eroga 82 CV e 160 Nm di coppia, per una velocità massima di 135 km/h e uno sprint da 0 a 50 km/h in 4 secondi. Ad alimentarlo troviamo una batteria agli ioni di litio da 22 kWh, che garantisce un’autonomia di 180 km su percorsi misti (misurati secondo il ciclo WLTP) o 250 km in città. L’auto, come tutte le elettriche, è in grado di recuperare energia; è infatti possibile selezionare tre livelli d’intervento del sistema di recupero, dal più intenso al più blando. È possibile “fare il pieno” utilizzando una colonnina pubblica da 22 kW; con questa modalità occorrono 30 minuti per recuperare l’energia con cui percorrere 80 km nel ciclo misto. 

Renault Twingo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
196
157
83
75
147
VOTO MEDIO
3,3
3.273555
658




Aggiungi un commento
Ritratto di RubenC
12 settembre 2020 - 19:32
1
È giusto che la collettività sostenga chi fa una scelta che migliora la salute pubblica e che rispetta l'ambiente. Non capisco cosa ci potrebbe essere di male. Dovremmo forse incentivare chi inquina o emette sostanze tossiche?
Ritratto di Flynn
12 settembre 2020 - 20:51
Capisco che si voglia dare anche una (doverosa) spinta all’automotive, ma prima sarebbe meglio spendere per decarbonizzare qualche nota industria...
Ritratto di RubenC
13 settembre 2020 - 09:53
1
Flynn, certo... ma questo è il forum di alVolante, non un forum sull'industria e sulla decarbonizzazione... e quindi qui parliamo di auto.
Ritratto di v8sound
13 settembre 2020 - 12:52
RubenC. Perdonami ma non è che parlare di auto sia slegato da altri ambiti sociali e da scelte politiche. Auto è anche energia e quindi rispetto dell'ambiente. Ti faccio solo notare che allo stato dell'arte, incentivare con 10k un'auto elettrica rottamandone una inquinante crea un certo beneficio ambientale, ma é altrettanto vero che se la stessa cifra fosse stata utilizzata per incentivare la decarbonizzazione, esempio fotovoltaico in ambito industriale, il beneficio energetico sarebbe di 2,5 volte maggiore.
Ritratto di RubenC
13 settembre 2020 - 13:41
1
"non è che parlare di auto sia slegato da altri ambiti sociali e da scelte politiche" Sì, sono d'accordo, ma quello che voglio dire è che non ha senso lamentarsi "Gli "elettricari" parlano qui parlano solo di auto ma non di molte altre cose inquinanti" dato che qui si parla di auto, in un forum con altro argomento si parla di quell'altro argomento. Io mi impegno a ridurre il mio impatto ambientale anche in altri ambiti, ma se non ne parlo qui è solo perché sarebbe fuori luogo.
Ritratto di v8sound
13 settembre 2020 - 14:22
@ RubenC. D'accordo ma non stavamo discutendo di raccolta differenziata bensì di incentivi al settore auto che potevano essere investiti diversamente generando benefici maggiori.
Ritratto di Flynn
13 settembre 2020 - 16:01
Criticavo proprio l’incentivo, per come e’ strutturato la ritengo una paraculata. Mi sento più che moralmente legittimato a girare con i miei due fossili.
Ritratto di Oxygenerator
14 settembre 2020 - 08:55
@ Flynn Di fatto, lei non vuole cambiare i suoi due fossili. Lei non è moralmente legittimato da niente. Se ne sbatte i koglioni, e fino a quando le viene permesso, in uno stato di diritto, lei lo puó fare. E lo fatà. Ma non si nasconda dietro a un dito. È ridicolo.
Ritratto di Flynn
14 settembre 2020 - 15:15
Assolutamente, ma non e’ una scusa , e’ un dato di fatto. Entrambe sono Euro 6d. La mia parte l’ho già fatta. Quando proporranno seriamente l’elettrico lo prenderò in considerazione.
Ritratto di RubenC
14 settembre 2020 - 15:48
1
Flynn, se pensi che con due Euro 6d hai già fatto la tua parte siamo messi molto male. D'altronde ci sarà ben un motivo se siamo in questo disastro (parlando di clima e ambiente).
Pagine